mercoledì 24 maggio 2017 ore 22:00
Concerto finale del Gruppo laboratorio dedicato a Bill Evans

.

Chiostro della Scuola Sarti
Faenza

Via Santa Maria dell'Angelo, 23

Mercoledì 24 maggio 2017. ore 21
ingresso con offerta libera

Chiostro della Scuola Sarti
Faenza. Via Santa Maria dell'Angelo, 23

Mercoledì 24 maggio 2017, alle 21, il Chiostro della Scuola Sarti ospiterà il concerto finale del Gruppo laboratorio dedicato a Bill Evans, il percorso didattico svolto da Michele Francesconi durante l'anno accademico in corso. Il concerto è ad ingresso con offerta libera e sarà preceduto dalla breve presentazione di "In prima persona, Aldo Franceschini", il nuovo libro di Fabio Ciminiera.

Il concerto finale del Gruppo laboratorio dedicato a Bill Evans rappresenta la conclusione del percorso didattico condotto da Michele Francesconi nel corso dell'anno accademico 2016/2017. Nel concerto finale che si svolge nel Chiostro della Scuola Sarti, i pianisti che hanno partecipato al corso - e vale a dire Corrado Calessi, Carlo Belli, Massimiliano Vidali, Nicolò Missiroli, Rossella Giannini, Alberto Gramellini, Lorenzo Antonelli, Alberto Fattori, Luigia Nigro, Simone Migani oltre a Michele Francesconi e a Massimiliano Rocchetta, docente di Pianoforte Jazz presso la Scuola Sarti - ripercorreranno la formazione più frequentata dal grande pianista statunitense, il piano trio, insieme a Paolo Ghetti al contrabbasso e a Giacomo Scheda alla batteria.

L'appuntamento è inserito nella stagione 2016/17 dello Zingarò Jazz Club e rappresenta un altro momento importante nella collaborazione tra la Scuola Sarti e il club per fare emergere la musica di qualità nel nostro territorio e proporla al pubblico attraverso un percorso integrato.

La Scuola Sarti è a Faenza in Via Santa Maria dell'Angelo, 23.

Benvenuto su .
AnimaJazz è un “contenitore di programmi radiofonici” specifici di musica Jazz & Blues, ideati e curati da Bruno Pollacci.: “ANIMAJAZZ”: dedicato al Jazz strumentale e vocale italiano ed internazionale; “BLUES FIRES”: dedicato al Blues italiano ed internazionale; “DUBIDUBIDU': FESTIVAL RADIOFONICO DELLE VOCI JAZZ ITALIANE”. All'interno dei programmi trovano spazio tutte le poliedriche “anime“ del Jazz e del Blues, da quella tradizionale a quelle contemporane, d'avanguardia e di ricerca, non trascurando le cosiddette “contaminazioni“, siano esse provenienti dal “Rock“, dall'“Etnica“, dal “Pop” o dalla “Classica“. Pur proponendo la musica degli artisti nazionali ed internazionali più prestigiosi, acclamati e storicizzati, gli intenti dei programmi sono inoltre quelli di porsi come punto di riferimento per la promozione dei nuovi talenti emergenti, indipendentemente dalla loro età, fornendo loro opportunità per la proposta radiofonica e web della loro musica e favorendo supporto logistico per la proposta “live“. Il sito di AnimaJazz, si affianca alle trasmissioni come ulteriore “cassa di risonanza“, per avvalersi della potenzialità informativa della rete ai fini culturali di diffusione e valorizzazione della MUSICA JAZZ QUALE ALTA FORMA D'ARTE E DI COMUNICAZIONE. Animajazz è ascoltabile anche via WEB collegandosi negli orari di programmazione a questo sito ed a www.puntoradio.fm.

La puntata n° 151 di “BLUES FIRES”, ideata e condotta da Bruno Pollacci, in onda Lunedi 25 Settembre alle 20,30 su PUNTO RADIO, anche in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu si aprirà con il bravo vocalist olandese OSCAR BENTON (nella 1a foto a sinistra) che con la sua band ci proporrà una composizione originale intitolata “Five Long Years” tratta dal CD “30 Most Slow Blues” pubblicato nel 2017. Eccoci quindi al conosciuto vocalist e chitarrista TOMMY CASTRO (nella 1a foto a destra) che con i suoi “Painkillers” ci farà ascoltare “Blues All Around Me” tratta dal CD “Stompin' Ground”. Passeremo poi a BRIAN LEE (nella 2a foto a sinistra) che con la sua band potremo ascoltare in “Braille Blues Daddy” tratta dal CD “Old School Blues” pubblicato nel 2010. Eccoci quindi a DAVE FORESTFIELD (nella 2a foto a destra) che con la sua band potremo ascoltare in una sua composizione originale intitolata “Johnny Wait” tratta dal CD “Nobody's World”. Sarà poi il momento del vocalist WES LEE (nella 3a foto a sinistra) che con i suoi “POSSUM FOOT MOJO” dal CD “Lucky 7” pubblicato nel 2017, ci farà ascoltare la composizione originale “Crown Of Fire”. Eccoci poi all'energico Blues-Rock dei 100 WATT VIPERS che potremo ascoltare in “Dirt Road Blues” tratta dal CD “Cold Sunday Blues” (nella 3a foto a destra). Sarà poi il momento di DRY PICKIN' che con la sua band, dal CD “Best Times” (nella 4a foto a sinistra) pubblicato nel 2016, ci farà ascoltare “Spring Comes Around”. Passeremo quindi al grande GEORGE “HARMONICA” SMITH (nella 4a foto a destra) scomparso a 59 anni nel 1983, che potremo ascoltare in Before You Do Your Thing (You'd better think)” tratta dal CDS “No Time For Jive”. Chiuderemo la puntata con la particolare voce e la musica del grande vocalist, pianista ed armonicista LUCIANO FEDERIGHI (nella 5a foto a sinistra) che ci farà ascoltare “An Alternate Take Of A Life”, una sua composizione originale tratta dal CD “By The Lonely Lights Of The Blues” pubblicato nel 2015.
24
Set
animajazz::blues fires
5 letture - Share

La puntata n° 780 di “ANIMAJAZZ”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda Giovedi 21 Settembre alle 19,30 su PUNTORADIO, anche in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu si aprirà con la musica dell' ANDY ADAMSON Quintet che dal CD “First Light” (nella 1a foto a sinistra) ci farà ascoltare proprio la composizione originale che dà il titolo all'album. Passeremo quindi alla musica della giovane e brava trombettista JEN SIUKOLA che con la sua ricca e valida bansd ci farà ascoltare ”The Homp Romp” una composizione originale tratta dal CD “Lighthouse Reverie” (nella 1a foto a destra). Eccoci poi al duo italiano formato da ANDREA POLINELLI e ANTONIO MAGLI (sax e pianoforte) che ci proporranno una interessante composizione intitolata “Goodman” tratta dal CD “Vision Of Sylvian” (nella 2a foto a sinistra) pubblicato dall'”Alfamusic”. Passeremo poi al gruppo UNDERKARL che ci farà ascoltare una particolare interpretazione contemporanea di “Line For Lyons”, tratta dal CD “Time Tunnel 25” (nella 2a foto a destra). Sarà poi la volta del bravissimo sassofonista ROBERTO OTTAVIANO (nella 3a foto a sinistra) che con il suo “QUARKTET” dal CD “Sideralis” pubblicato dalla “Dodicilune records” ci farà ascoltare una sua composizione originale intitolata “Planet Nichols”. Proseguiremo con l'esperto contrabbassista e compositore GERALD CANNON che con la sua ottima band, dal CD “Combinations” (nella 3a foto a destra) ci farà ascoltare proprio la composizione originale che dà il titolo all'album. Sarà poi il momento di tornare al buon Jazz italiano con il trio dell'elegante chitarrista PEO ALFONSI (nella 4a foto a sinistra) che dal CD “Oyasin”, pubblicato dalla “Abeat For Jazz” ci farà ascoltare la composizione originale che dà il titolo all'album. Chiuderemo quindi la serata con la musica del bravo batterista, percussionista e compositore MATTEO FRABONI che con il suo Quintet ci proporrà una composizione originale intitolata “Sail Brasil” tratta dal CD “Latino” (nella 4a foto a destra). Ricordiamo che "ANIMAJAZZ" si può ascoltare Giovedi alle 19,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm e potrà essere effettuato il "Download" della puntata, gratuitamente, dal sito di "ANIMAJAZZ", area podcasts. Buon ascolto. "ANIMAJAZZ"in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa.http://accademiadartedipisa.jimdo.com
19
Set
animajazz::animajazz
81 letture - Share

L’etichetta  Improvvisatore Involontario  è felice di annunciare l’uscita di un nuovo disco: si tratta di  “Dissolvenze”  del sassofonista toscano  Giovanni Benvenuti . L’album, che vede la collaborazione di  Katia Moling  alla viola,  Andrea Libero Cito  al violino,  Francesco Pierotti  al contrabbasso e  Andrea Beninati  al violoncello e batteria, è composto da sette tracce tutte scritte e arrangiate da Benvenuti ed eseguite da lui al sax tenore e soprano. “Dissolvenze” è un disco nato dalla volontà di trascrivere in musica le influenze artistiche, musicali ed extramusicali, che il sassofonista di origini toscane ha avuto.  I brani contenuti nell’album, infatti, sono un sapiente mix di stili, che con la giusta scelta degli strumenti, riescono a creare una multiforme atmosfera: gran parte della musica contenuta nell'album è molto vicina a quella classica europea, in particolare a compositori come Ravel ed è eseguita dagli archi. Queste parti sono praticamente prive di improvvisazione e rispecchiano l’amore che Benvenuti ha per la musica classica ed il suo legame con la cultura classica europea. Ci sono però altri brani che, invece, sono più vicini al jazz contemporaneo, gli strumenti cambiano (contrabbasso e batteria) e risentono, invece, all’estrazione jazzistica dell’artista. Non manca, inoltre, qualche accenno al rock, altro amore di Benvenuti. Il titolo “Dissolvenze” è legato al mondo del cinema al quale il sassofonista si è ispirato nella composizione dei brani, in parte perché alcuni potrebbero essere colonne sonore, in parte per il metodo compositivo utilizzato. Invece i titoli sono in parte legati alla letteratura (per esempio “La Montagna” di Thomas Mann) o al mondo dei fumetti. Il disco è acquistabile da oggi,  18 settembre 2017 , in formato digitale, sul sito di  Improvvisatore Involontario  al seguente link: https://www.improvvisatoreinvolontario.com/shop/67/dissolvenze-giovanni-benvenuti E presto sarà disponibile anche in formato fisico su Jazzos. Per info: http://improvvisatoreinvolontario.com info@improvvisatoreinvolontario.com http://www.giovannibenvenuti.com/ https://www.facebook.com/giovannibenvenutimusic/?ref=bookmarks https://www.youtube.com/channel/UCS9ApUWW056g66aet37HHbA Giovanni Benvenuti  (sassofonista tenore e soprano) nasce a Siena il 27 giugno 1989 e si diploma con 110 con lode e menzione accademica al conservatorio G.B.Martini di Bologna. Ha suonato nell’ Arbia big band diretta da Klaus Lessmann e nell’orchestra Labyrinto diretta da Roberto Nannetti, col quale ha inciso un disco uscito nel 2013 intitolato “Mi arrangio, suono e canto…” con la partecipazione di Ettore Buonafè, Barbara Casini, Mirco Mariottini e Gilson Silveira e con arrangiamenti di Marcello Faneschi e Roberto Nannetti. Ha frequentato quattro edizioni dei seminari estivi di Siena Jazz. E’ stato ammesso e ha frequentato, ottenendo il diploma, il master internazionale In.Ja.m. (International jazz master in tecniche dell’improvvisazione). Ha partecipato al festival Panama jazz 2010, nell’ambito del quale si è esibito in concerto con un gruppo formato da Luigi di Nunzio, Enrico Morello, Francesco Diodati, Alessandro Lanzoni e Gabriele Evangelista, ed ha tenuto come insegnante una masterclass sempre nell’ambito del festival. Con questa formazione si esibisce al teatro dei Rinnovati di Siena, al Baluardo di Modena ed al Torrione jazz club di Ferrara, e successivamente rappresenta la Fondazione Siena Jazz in un meeting col conservatorio di Parigi e la Berklee Con lo stesso quintetto, con l’aggiunta di Achille Succi, si è esibito a Boston ed a New York. A Boston ha seguito lezioni di Danilo Perez, Ben Street ed altri musicisti internazionali all’interno del Berklee college. Ha suonato in concerto con John Taylor; col compositore brasiliano Guinga; con la cantante Barbara Casini; col pianista Danilo Perez. Ha composto le musiche per lo spettacolo teatrale “D’acqua e di sabbia” di Gloria Mugelli e Lorenzo Taccini. Collabora Roberto Spadoni, col quale si è esibito in big band al festival jazz di Comacchio nel 2011 con Marco Tamburini alla tromba. Si esibisce in numerosi Festival Jazz come quello di Terni, di Novara, il Grey Cat. Si esibisce in numerosi club come Torrione di Ferrara, un Tubo di Siena, Cantina Bentivoglio e Spazio in Due di Bologna, Ex Wide di Pisa, Nof di Firenze. Col Gaga quartet ha vinto il concorso T-rumors indetto dalla regione Toscana e nell’estate 2012 il concorso le Murate. Con questa formazione si esibisce in numerose rassegne prestigiose (come il festival del libro di Torino, il Grey Cat festival, il Mei a Faenza etc.) grazie alla collaborazione con Eventi Music Pool, con ospiti come Mirko Guerrini e Giovanni Falzone. Nell’estate del 2012 con il Gaga quartet apre il concerto al quartetto di Dave Holland tenuto nell’anfiteatro romano di Fiesole. Col Gruppo Redsolution incide un disco pubblicato da Irma Records intitolato “Invisible song”con la partecipazione di Humberto Amesquita, Federico Pierantoni, Yuri Goloubev, Germano Zenga e Luca Bortoluzzi. Ai seminari di Siena Jazz 2012 vince una borsa di studio grazie alla quale parteciperà al Iasj jazz meeting 2013 in Danimarca. Vince nell’ambito del festival di Bologna il premio Massimo Mutti, con giuria composta anche dai membri degli Opus Five. Sempre nel festival di Bologna suona sia con un gruppo di studenti selezionati dal conservatorio e diretti dagli Opus Five, sia con la Big band del conservatorio diretta da Massimo Morganti. Suona col Michele Pazzini quartet a San Marino nel Teatro Titano. Collabora con la Natural Revolution Orchestra diretta da Fabio Morgera, all'interno della quale collabora con numerosi musicisti come Dario Cecchini, Claudio Giovagnoli, Stefania Scarinzi, Nico Gori. E’ finalista al concorso Premio Massimo Urbani 2014. E' finalista del concorso Chicco Bettinardi 2015 nella categoria solisti. Tramite il conservatorio di Bologna ha la possibilità di seguire un seminario con John Taylor e Diana Torto. Registra un disco di sua musica originale in coproduzione con la Emme produzioni musicali dal titolo “Che fine ha fatto il signor Bowman”, con i musicisti Simone Graziano, Francesco Pierotti e Andrea Grillini, pubblicato nel mese di aprile 2015. Con questa formazione suona in numerose rassegne e festival come il Torrione jazz club, il festival jazz di Tarquinia, il festival jazz di Farfa, il teatro della Cittadella a Civitavecchia. Partecipa ad piccolo tour di tre concerti organizzati dall'Ismez (dentro i conservatori Santa Cecilia a Roma, G.B. Martini di Bologna e quello di Rovigo) insieme a musicisti come Salvatore Maiore e Diana Torto. Si esibisce con la Fragile Orchestra nell'ambito del festival Novementis a Modena. Si esibisce col Fuel Quartet in numerosi festival come Jazz on the Corner ad Arezzo, Fano Jazz festival, Fara Jazz festival. Con il duo StepTwo incide un disco, intitolato Binari, pubblicato dalla Abeatrecords. Con questa formazione si qualifica terzo al concorso del Festival Nazionale dei conservatori 2016 tenutosi a Frosinone. Collabora stabilmente con Francesco Cusa nell’ambito del gruppo Francesco Cusa & The Assassins. Con gli Assassins pubblica il disco Live a Collescipoli in allegato alla rivista Jazzit per l’etichetta Alfa Music. Pubblica per El Gallo Rojorecords il disco “Kind of Mosch” contenente composizioni di Riccardo la Foresta, formazione con la quale suona in numerose rassegne quali il Blue Noise di Reggio Emilia. Incide l’album di Elisa Mini “Beyond the Line” pubblicato per Nadir Music e suona in concerto con questo progetto alla Sala del Rosso di Firenze. Grazie all’associazione Ismazonlus partecipa ad un tour (comprendente anche la Casa del Jazz di Roma) con Diana Torto e Stefano Battaglia. Registra il disco della formazione Question Market per la Emme records. Ha collaborato con la cantante australiana Tamara Kuldin.
19
Set
cinziaguidetti::notizie
8 letture - Share

La puntata n° 150 di “BLUES FIRES”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda Lunedi 18 Settembre alle 20,30, su “PuntoRadio”, ascoltabile in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu, si aprirà con il chitarrista e vocalist PHIL GUY (nella 1a foto a sinistra) fratello minore del conosciutissimo Buddy Guy e scomparso a 68 anni nel 2008, che potremo ascoltare in “He's My Blues Brother” tratta dall'omonimo CD. Proseguiremo con la brava vocalist CAT CLYDE (nella 1a foto a destra) che con la sua band, dal CD “Ivory Castanets” pubblicato nel 2017, ci farà ascoltare “Mama Said” in un'atmosfera Country-Blues. Sarà poi la volta dell'i9ndimenticato e bravissimo vocalist e chitarrista LUTHER ALLISON (nella 2a foto a sinistra) che potremo ascoltare in "All The King's Horses" tratta dal CD "Blue Strak" pubblicato dalla "Alligator Records". Eccoci quindi al Blues Italiano del gruppo THE CYBORGS (nella 2a foto a destra) che ci faranno ascoltare un'interessante interpretazione di “Death Letter”, scritta da Eddie “Son” House e tratta dal CD “The Blues Masters : An Italian Tribute” pubblicato da “Made In Italy”. Ci ascolteremo quindi proprio l'indimenticato grande chitarrista e vocalist SON HOUSE (nella 3a foto a sinistra) in “Levee Camp Moan” tratta dal CD “The Original Delta Blues”. Eccoci quindi a LADY J and her BADA BIG BAND che dal CD “Flying High” (nella 3a foto a destra) potremo ascoltare in una morbida interpretazione di “Rocks In My Pillow”. Sarà poi la volta del gruppo IMPERIAL CROWNS che dal CD “The Calling” (nella 4a foto a sinistra) pubblicato nel 2016, ci farà ascoltare “Wasn't Love At First Sight”. Chiuderemo quindi la serata con THEODIS EALEY chitarrista e vocalist del Mississippi che dal CD ”It's A Real Good Time” pubblicato nel 2002, ci farà ascoltare proprio la composizione originale che dà il titolo all'album (nella 4a foto a destra). Ricordiamo che "BLUES FIRES" si può ascoltare Lunedi dalle 20,30 in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu. Buon ascolto. "BLUES FIRES"in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa. http://accademiadartedipisa.jimdo.com
16
Set
animajazz::blues fires
21 letture - Share

La stagione 2017/18 dello Zingarò Jazz Club di Faenza Zingarò Jazz Club Faenza. Via Campidori, 11 social network: www.facebook.com/zingaro.jazzclub ; www.twitter.com/zingarojazzclub Mercoledì 27 settembre 2017, con il concerto del duo The Godivas, prende il via la nuova stagione di concerti dello Zingarò Jazz Club di Faenza. Come di consueto, i concerti sono tutti ad ingresso libero e si terranno di mercoledì, con inizio alle 22, nella splendida sala al numero 11 di Via Campidori. Una stagione di trenta appuntamenti con un filo narrativo in grado di affiancare espressioni più canoniche e formazioni maggiormente rivolte alla sperimentazione: un risultato conseguito grazie alla varietà stilistica delle scelte di Michele Francesconi, direttore artistico della rassegna. Saranno presenti, oltre ai concerti, anche diversi incontri con i protagonisti del panorama jazzistico nazionale: una peculiarità ormai caratteristica che rende lo Zingarò Jazz Club una realtà conosciuta ed apprezzata su tutto il territorio italiano. Nel prossimo cartellone, in particolare, saranno ospiti Enrico Bettinello per la presentazione del suo libro Storie di Jazz e Luca Bragalini con il suo lavoro dedicato alla dimensione sinfonica dell'opera di Duke Ellington. La stagione si apre con la performance estroversa e irriverente di The Godivas, il duo formato da Messalina Fratnic e Silvia Wakte. E si prosegue, poi, con un mosaico vario e particolareggiato del jazz italiano: gli appassionati ascoltatori dello Zingarò Jazz Club avranno modo di ascoltare tanto la musica dei protagonisti presenti sui palchi dei festival più importanti che quella dei talenti emergenti. E, naturalmente, ci sarà modo di dare visibilità alle formazioni nate sul territorio e di esplorare i territori sonori vicini al jazz. Dalle sonorità sperimentali di Vale & The Varlet alla ricerca libera di Gianna Montecalvo e Gianni Lenoci, passando attraverso l'omaggio a Burt Bacharach di Laura Avanzolini e quello a Horace Silver di Fabrizio Gaudino e attraverso le tensioni elettriche di New Magazine, Jano e Stefano Coppari New Quartet, il programma approda alle escursioni espressive in altri contesti stilistici proposte da Quartetto K, da Roberto Formignani, da Il Quinto Elemento, dai Vai Mo' e dal Giacomo Toni Trio. Si torna in modo più “sicuro” nel campo del jazz con i concerti di Luca Di Luzio, Double Tower Stompers, Jazz Inc., Quai Des Brumes, Mauro De Federicis, Massimo Valentini, Gian Maria Randi Open Collective e Schtop-In Trio. Una menzione particolare va fatta per Paolo Di Sabatino - che porterà sul palco del club faentino il percorso consolidato del suo trio italiano e presenterà inoltre anche il suo recente libro “Tienimi dentro te” - e per Secondo, il progetto voluto da Claudio Zappi per rileggere i celeberrimi brani firmati da Secondo Casadei. E inoltre vanno sottolineati “Schubert In Love”, la rilettura dei lieder del compositore tedesco proposta dal sestetto internazionale guidato dalla sassofonista Helga Plankensteiner e sostenuto per meriti artistici dalla Provincia Autonoma di Bolzano, e “Seasons”, il nuovo progetto in piano trio di Michele Francesconi: il pianista ha “convocato” altri tre pianisti - Luca Dell'Anna, Marco Ponchiroli, Stefano Travaglini oltre allo stesso Francesconi - per comporre i brani che costituiscono un ciclo musicale dedicato al tema delle Stagioni. Sara Jane Ghiotti sarà protagonista, infine, del concerto condiviso dallo Zingarò Jazz Club con la rassegna Fiato al Brasile, organizzata dalla Scuola Sarti e pronta a vivere nel 2018 la sua settima edizione, oltre naturalmente alla festa conclusiva in programma lunedì 12 febbraio 2018. L'appuntamento conclusivo, quest'anno, sarà programmato sempre allo Zingarò Jazz Club, giovedì 17 maggio 2017, e vedrà come protagonista Luca Bragalini e il suo lavoro dedicato all'Ellington Sinfonico: il musicologo torna nella stagione del club faentino per la presentazione del suo libro dedicato a questo particolare aspetto del repertorio del Duca e, nella seconda parte della serata, si terrà il concerto finale del laboratorio dedicato al piano trio coordinato da Michele Francesconi con Paolo Ghetti al contrabbasso e Bernardo Guerra alla batteria. Lo Zingarò Jazz Club è a Faenza in Via Campidori, 11. Zingarò Jazz Club - Stagione 2017/18 programma dei concerti Mercoledì 27 Settembre 2017 The Godivas Messalina Fratnic. voce, beatbox, sintetizzatore, tastiere Silvia Wakte. voce, chitarra, sintetizzatore, tastiere Mercoledì 4 Ottobre 2017 Quartetto K Stefano Martini. violino Matteo Salerno. flauto Egidio Collini. chitarra Fabio Gaddoni. contrabbasso Mercoledì 11 Ottobre 2017 Luca Di Luzio Blues Room Trio special guest Alessandro Fariselli Luca di Luzio. chitarra Sam Gambarini. organo Hammond Max Ferri. batteria Alessandro Fariselli. sax tenore Mercoledì 18 Ottobre 2017 Laura Avanzolini sings Bacharach Laura Avanzolini, voce Giacomo Uncini, tromba e flicorno Antonangelo Giudice, sax tenore Paolo Del Papa, trombone Walter Pignotti, chitarra Tiziano Negrello, contrabbasso Michele Sperandio, batteria Mercoledì 25 Ottobre 2017 Paolo Di Sabatino Trio Paolo Di Sabatino. pianoforte Daniele Mencarelli. basso elettrico Glauco Di Sabatino. batteria Presentazione del libro "Tienimi dentro te" di Paolo Sabatino Mercoledì Primo Novembre 2017 Mauro De Federicis Smile "Guitar Solo Live Experience" Mauro De Federicis. chitarra Vale & The Varlet Valentina Paggio. pianoforte, voce, batteria elettronica Valeria Sturba. violino, theremin, sample keyboards, effetti Mercoledì 8 Novembre 2017 Fabrizio Gaudino Silver Trio special guest Mauro Negri Fabrizio Gaudino. tromba Marcello Abate. chitarra Riccardo Di Vinci. contrabbasso Mauro Negri. clarinetto Mercoledì 15 Novembre 2017 Gianna Montecalvo/Gianni Lenoci Gianna Montecalvo. voce Gianni Lenoci. pianoforte Mercoledì 22 Novembre 2017 Roberto Formignani "The Bluesmen" Roberto Formignani. chitarra, voce, armonica Massimo Mantovani. pianoforte, organo Roberto Poltronieri. basso, contrabbasso, banjo, pedal steel Roberto Morsiani. batteria Mercoledì 29 Novembre 2017 Gian Maria Randi Open Collective Gian Maria Randi. sax alto Paolo Raineri. tromba Daniele Santimone. chitarra Tiziano Negrello. basso Giacomo Scheda. batteria Mercoledì 6 Dicembre 2017 Enrico Bettinello. Storie di jazz Presentazione libro Schtop-In Trio Alessandro Fabbri. batteria Franco Nesti. contrabbasso Jacopo Martini. chitarra Mercoledì 13 Dicembre 2017 Massimo Valentini Jumble Music Massimo Valentini. sax soprano, sax baritono, voce Andres Eduardo Langer. pianoforte Paolo Sorci. chitarre Filippo Macchiarelli. basso fretless Gianluca Nanni. batteria Mercoledì 10 Gennaio 2018 New Magazine Basilio Dalmonte. tastiere Danile Corraro. sassofoni Mirko Guerra. chitarra Niko Rivola. basso elettrico Fabio Sartoni. batteria Mercoledì 17 Gennaio 2018 Jano Emiliano D'Auria. piano, elettronica Alessia Martegiani. voce Gianluca Caporale. sassofoni Maurizio Rolli. basso elettrico Alex Paolini. batteria Mercoledì 24 Gennaio 2018 Stefano Coppari New Quartet Stefano Coppari. chitarra Nico Tangherlini. pianoforte Lorenzo Scipioni. contrabbasso Jacopo Ausili. batteria Mercoledì 31 Gennaio 2018 Double Tower Stompers Debora Bettoli. voce Andrea Ferrario. sax tenore, sax soprano Salvatore Vaccaro. trombone Daniele Dall'Omo. chitarra Luca Dalpozzo. contrabbasso Dario Mazzucco. batteria Mercoledì 7 Febbraio 2018 Sara Jane Ghiotti Group (apertura Fiato al Brasile 2018) Sara Jane Ghiotti. voce Andrea Taravelli. basso Simone Migani. pianoforte Pasquale Montuori. batteria Lunedì 12 Febbraio 2018 Chiusura Fiato al Brasile 2018 Mercoledì 14 Febbraio 2018 Helga Plankensteiner "Schubert In Love" (Progetto sovvenzionato dalla Provincia Autonoma di Bolzano) Helga Plankensteiner. sax baritono, voce Matthias Schriefl. tromba Gerhard Gschlössl. trombone Michael Lösch. organo Hammond, pianoforte Enrico Terragnoli. chitarra, banjo Nelide Bandello. batteria Mercoledì 21 Febbraio 2018 Jazz Inc. Alessandro Fariselli. sax tenore Giacomo Uncini. tromba Massimiliano Rocchetta. pianoforte Mauro Mussoni. contrabbasso Fabio Nobile. batteria Mercoledì 28 Febbraio 2018 Il Quinto Elemento Irene Giuliani, Mya Fracassini, Elisa Mini, Paola Rovai, Stefania Scarinzi. voce Mercoledì 7 Marzo 2018 Michele Francesconi Seasons Michele Francesconi. pianoforte Giulio Corini. contrabbasso Luca Colussi. batteria Mercoledì 14 Marzo 2018 Quai Des Brumes Federico Benedetti. clarinetto Tolga During. chitarra Roberto Bartoli. contrabbasso Mercoledì 21 Marzo 2018 Vai Mo' (Tributo a Pino Daniele) Nello De Leo. chitarra, voce Alessandro Lapia. basso Vincenzo Fabbri. tastiere Roberto "Granito" Morsiani. batteria Mercoledì 28 Marzo 2018 Secondo Claudio Zappi. clarinetto Alessandro Petrillo. chitarra Milko Merloni. contrabbasso Enrico Guerzoni. violoncello Mercoledì 4 Aprile 2018 Giacomo Toni Trio Giacomo Toni. voce Roberto Villa. contrabbasso Marco Frattini. batteria Mercoledì 11 Aprile 2018 Allievi Scuola Sarti Giovedì 17 Maggio 2018 Luca Bragalini Ellington Sinfonico presentazione libro Concerto finale Laboratorio dedicato al piano trio coordinato da Michele Francesconi con Paolo Ghetti al contrabbasso e Bernardo Guerra alla batteria
14
Set
Jazz Convention Team::notizie
9 letture - Share

La puntata n° 779 di “ANIMAJAZZ”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI in onda Giovedi 14 Settembre alle ore 19,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm si aprirà con la valida vocalist MICHELLE BRADLEY checon il suo gruppo ci farà ascoltare una particolare interpretazione di “Body And Soul” tratta dall'omonimo CD (nella 1a foto a sinistra). Continueremo con l'originale gruppo italiano HOME 4et che ci proporrà l'elegante e raffinata “California”, tratta dal CD “Re Bolling” (nella 1a foto a destra) pubblicato dalla ”Dodicilune Records”. Proseguiremo con il bravo chitarrista MARK WHITFIELD che con la sua band ci farà ascoltare una bella interpretazione di “Jackie-Ing” scritta da Thelonious Monk e tratta dal CD “Live And Uncut” (nella 2a foto a sinistra) pubblicato dalla “Chesky Records”. Eccoci quindi al gruppo italiano dei FORMULA BRUTA (nella 2a foto a destra) che dal CD “Masse Muscolari” pubblicato da ”An Gaap Music” ci proporrà la composizione intitolata “Swingin' Monkeys”. Sarà quindi il momento di ascoltare il pianista canadese JAMIE REYNOLDS che con la band ci farà ascoltare “Good Help” una composizione originale tratta dal CD “Grey Mirror” (nella 3a foto a sinistra). Torneremo poi al buon Jazz italiano con THE ESSENCE QUARTET (nella 3a foto a destra) che ci farà ascoltare una bella composizione originale intitolata “While 1” tratta dal CD “Here & Now”. Chiuderemo quindi la serata con la brava pianista e compositrice SIMONA PREMAZZI che insieme al suo ensemble internazionale ci offrirà una composizione originale intitolata “Peltlude” tratta dal CD “Outspoken” (nella 4a foto a sinistra). Ricordiamo che "ANIMAJAZZ" si può ascoltare Giovedi alle 19,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm e potrà essere effettuato il "DOWNLOAD" della puntata dall'area podcasts dal sito di “Animajazz”: http://animajazz.eu. Buon ascolto. "ANIMAJAZZ"in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa.http://accademiadartedipisa.jimdo.com .
12
Set
animajazz::animajazz
63 letture - Share

La puntata n° 149 di “BLUES FIRES”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda Lunedi 11 Settembre alle 20,30 su PUNTO RADIO, anche in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm si aprirà con la musica di CORY SEZNEC che con la sua band ci farà ascoltare “Sell You My Soul”, tratta dal CD “Backroad Carnival” (nella 1a foto a sinistra) pubblicato nel 2017. Proseguiremo con l'esperto vocalist e chitarrista svedese ANDERS OSBORNE (nella 1a foto a destra) che insieme alla sua band ci farà ascoltare una sua composizione originale intitolata “On The Road To Charlie Parker” tratta dal CD “American Patchwork”, pubblicato dalla “Alligator Records”. Ci ascolteremo quindi il “Blues-Rock” del chitarrista e vocalist JONATHAN ELLISON (nella 2a foto a sinistra) che dal CD “Guitar Cry For Me” pubblicato nel 2017 ci proporrà “Outside Love Affair”. Sarà poi la volta della JAY JESSE JOHNSON BAND che dal CD “Down The Hard Road” (nella 2a foto a destra) pubblicato nel 2017 ci offrirà l'interpretazione di “Born Under A Bad Sign”. Passeremo poi al chitarrista e vocalist “Blues Rock” BOBBY MESSANO (nella 3a foto a sinistra) che con la sua band ci farà ascoltare “Never Too Late to Break a Bad Habit” tratta dal CD “Bad Movie” pubblicato nel 2017. Continueremo quindi con il vocalist e chitarrista HOUND DOG TAYLOR (nella 3a foto a destra) scomparso a 51 anni nel 1975, che potremo ascoltare in una intensa “Wild About You Baby” tratta dal CD “Hound Dog Taylor and the Houserockers”. Sarà poi la volta del Blues italiano con il vocalist, armonicista e chitarrista MARCO PANDOLFI (nella 4a foto a sinistra) che potremo ascoltare in un'interpretazione di “Up The Line” (Little Walter), tratta dal CD “The Blues Masters: An Italian Tribute” pubblicato da “Blues Made In Italy”. Passeremo poi alla WEEZIL MALONE BAND che ci farà ascoltare una composizione originale intitolata “Hell Train” tratta dall'omonimo CD (nella 4a foto a destra) pubblicato nel 2017. Chiuderemo infine la serata con il chitarrista e vocalist STEVE HILL che potremo ascoltare con i suoi "Majestiks" in “Up Jumped The Devil”, tratta dal CD “The Damage Done” (nella 5a foto a sinistra) pubblicato nel 2009. Ricordiamo che "BLUES FIRES" si può ascoltare Lunedi alle 20,30, in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm. Buon ascolto. "BLUES FIRES"in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa. http://accademiadartedipisa.jimdo.com .
8
Set
animajazz::blues fires
45 letture - Share

La Music Instinct è una associazione culturale che opera nel settore della musica e del sociale. Si occupa di metodi didattici nell'ambito musicale, di realizzazione e produzioni audio/video, di musica creativa inerenti diversi stili e generi musicali e di produzione audio/video. Per saperne di più su corsi e lezioni puoi cliccare sul link che ti interessa di seguito chitarra http://www.musicinstinct.it/chitarra%20corso%20e%20laboratorio.html canto http://www.musicinstinct.it/canto.html tastiere/piano http://www.musicinstinct.it/tastiere-piano.html basso/contrabasso http://www.musicinstinct.it/basso-e.----contrabbasso.html batteria http://www.musicinstinct.it/batteria.html Oltre ai corsi di strumento, si praticano altri corsi, molti dei quali sono complementari allo strumento scelto Di seguito alcuni music skills http://www.musicinstinct.it/music-skills.html live performing http://www.musicinstinct.it/live-performing.html armonia http://www.musicinstinct.it/armonia.html improvvisazione http://www.musicinstinct.it/improvvisazione.html computer music http://www.musicinstinct.it/computer-music.html song writing http://www.musicinstinct.it/song-writing.html
7
Set
Music Instinct::notizie
14 letture - Share

La perfetta fusione tra lo swing – manouche o gipsy jazz e molte delle più belle canzoni e musiche internazionali di sempre, è ciò che caratterizza il progetto “PizzaManouche” Nato nel 2006 ad opera di Giuliana Pagano e Corrado Paonessa,, ha visto negli anni il coinvolgimento di vari musicisti. L'elettronica usata in tempo reale con l'ausilio di controller e software programmati per lo scopo, crea una fusione perfetta tra le tipiche sonorità acustiche del gipsy-jazz, e la dance moderna. La formazione di base è composta da voce, chitarre, basso/contrabasso. La performance non lascia dubbi sulla classe e l'originalità del progetto ed il virtuosismo esecutivo, soddisfa le aspettative degli ascoltatori più esigenti. Il repertorio vario, i ritmi accattivanti del gipsy-jazz, e le sonorità dell'electro-swing, bossa, latin e dance rendono il progetto collocabile sia nell'ambito concertistico che dell'intrattenimento. E' possibile farsi un idea su YouTube cercando Pizzamanouche. Oppure cliccando sul seguente link https://www.youtube.com/channel/UC8Ya2T1tcunMsq7RhJdtc9g sarete immersi nel mondo di Pizzamanouche. Enjoy the music!
7
Set
Nana::notizie
16 letture - Share

La puntata n° 778 di “ANIMAJAZZ”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda Giovedi 7 Settembre alle 19,30 su PUNTORADIO, anche in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu si aprirà con la musica del chitarrista e compositore STUART McCALLUM (nella 1a foto a sinistra) che con la sua band e la partecipazione di JP Cooper, dal CD “City Live” pubblicato dalla “Edition Records”, ci farà ascoltare una particolare composizione intitolata “City”. Passeremo quindi alla musica del gruppo BLOOMERANGS che ci farà ascoltare un'interessante ”I Shall Pass” tratta dal CD “Horizon Sunset” (nella 1a foto a destra). Eccoci poi al duo italiano formato da SABRINA OGGERO VIALE e ALBERTO MARSICO (voce e organo Hammond, nella 2a foto a sinistra) che ci proporrà una gradevole interpretazione di “Ain't Misbehavin'” tratta dal CD “The Wedding”. Passeremo poi al gruppo D.O.V.E. (Drums Organ Vibes Ensemble – Giovanni Perin, vib, Giulio Campagnolo, hao, Andrea Davi, d e special guest Ettore Martin, ts) che ci farà ascoltare una bella composizione originale intitolata “La Terra Inquieta”, tratta dal CD “Where Are You” (nella 2a foto a destra), pubblicato dalla”IndiJazzti Records”. Sarà poi la volta del duo britannico formato da DOMINIQUE EADE & RAN BLAKE (voce e pianoforte) che dal CD “Town & Country” (nella 3a foto a sinistra) ci farà ascoltare un'interpretazione di “Moonlight In Vermont”. Proseguiremo con l'esperto e bravo sassofonista ED MAINA che con la sua band, dal CD “In The Company Of Brothers” (nella 3a foto a destra) ci farà ascoltare una vibrante “Priscilla”. Sarà poi il momento di ascoltare il LUIGI MARTINALE Trio (Luigi Martinale, p, Stefano Risso, b, Paolo Franciscone, d, nella 4a foto a sinistra) che dal CD “Caruso”, pubblicato dalla “Albore Jazz” ci farà ascoltare un'interessante e sensibile interpretazione di “Una Domenica Bestiale”. Chiuderemo quindi la serata con la musica del bravo ed esperto pianista e compositore DINO MASSA che in quartet ci proporrà una composizione originale intitolata “Suite n° 4” tratta dal CD “Suite Pour Le Piano – For Jazz Quartet” (nella 4a foto a destra). Ricordiamo che "ANIMAJAZZ" si può ascoltare Giovedi alle 19,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm e potrà essere effettuato il "Download" della puntata, gratuitamente, dal sito di "ANIMAJAZZ", area podcasts. Buon ascolto. "ANIMAJAZZ"in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa.http://accademiadartedipisa.jimdo.com
5
Set
animajazz::animajazz
55 letture - Share


In collaborazione con
ACCADEMIA D'ARTE
DI PISA
AnimaJazz”, “Blues Fires” e il “Dubidubidù” vanno in onda su Punto Radio, 91.6 Mhz e 91.1 Mhz e sono ascoltabili via web su www.puntoradio.fm negli orari:
ANIMAJAZZ”: il giovedì dalle 19:30 alle 20:25;
BLUES FIRES(da Febbraio ad Ottobre) : il lunedi dalle 20:30 alle 21:25;
DUBIDUBIDÙ: Festival Delle Voci Jazz Italiane”: (da Ottobre a Gennaio): il lunedi dalle 20:30 alle 21:25.
Contatti: info@animajazz.eu
AnimaJazz Podcasts:
      21/09/2017: animajazz 780
      18/09/2017: blues fires 150
      14/09/2017: animajazz 779
      11/09/2017: blues fires 149
      07/09/2017: animajazz 778
      04/09/2017: blues fires 148
      31/08/2017: animajazz 777
      28/08/2017: blues fires 147
      24/08/2017: animajazz 776
      21/08/2017: blues fires 146
      17/08/2017: animajazz 775
      14/08/2017: blues fires 145
      10/08/2017: animajazz 774
      07/08/2017: blues fires 144
      04/08/2017: blues fires 148
      03/08/2017: animajazz 773
      20/09/2009: Speciale 1  
Prossimi eventi musicali: