Benvenuto su .
AnimaJazz è un “contenitore di programmi radiofonici” specifici di musica Jazz & Blues, ideati e curati da Bruno Pollacci.: “ANIMAJAZZ”: dedicato al Jazz strumentale e vocale italiano ed internazionale; “BLUES FIRES”: dedicato al Blues italiano ed internazionale; “DUBIDUBIDU': FESTIVAL RADIOFONICO DELLE VOCI JAZZ ITALIANE”. All'interno dei programmi trovano spazio tutte le poliedriche “anime“ del Jazz e del Blues, da quella tradizionale a quelle contemporane, d'avanguardia e di ricerca, non trascurando le cosiddette “contaminazioni“, siano esse provenienti dal “Rock“, dall'“Etnica“, dal “Pop” o dalla “Classica“. Pur proponendo la musica degli artisti nazionali ed internazionali più prestigiosi, acclamati e storicizzati, gli intenti dei programmi sono inoltre quelli di porsi come punto di riferimento per la promozione dei nuovi talenti emergenti, indipendentemente dalla loro età, fornendo loro opportunità per la proposta radiofonica e web della loro musica e favorendo supporto logistico per la proposta “live“. Il sito di AnimaJazz, si affianca alle trasmissioni come ulteriore “cassa di risonanza“, per avvalersi della potenzialità informativa della rete ai fini culturali di diffusione e valorizzazione della MUSICA JAZZ QUALE ALTA FORMA D'ARTE E DI COMUNICAZIONE. Animajazz è ascoltabile anche via WEB collegandosi negli orari di programmazione a questo sito ed a www.puntoradio.fm.

Fa caldo questo autunno. Venerdì 27 ottobre alle 22,15 all’Orso Grigio a Lucca i Tropical Mood suonano Brazilian jazz. Sono Piero Gaddi (tastiere), Marco Cattani (chitarra), Michele Vannucci (batteria), da sempre suggestionati e appassionati di ritmi sudamericani. Venerdì propongono un repertorio internazionale ed eclettico, oltre ad alcuni brani originali degli stessi Cattani e Gaddi. Marco Cattani, diplomato in chitarra, in composizione e arrangiamento jazz, in didattica della musica, ha suonato e collaborato con Bruno Tommaso, Gabriele Mirabassi, Paul McCandless, Kenny Wheeler, Paolo Fresu, Stefano Bollani, Nile Rodgers. Chitarrista, arrangiatore e compositore, ha scritto le musiche dello spettacolo “Le città e la memoria” ispirato al capolavoro “Le città invisibili” di Italo Calvino, l’album “West Coast” con Andrea Pellegrini e con la partecipazione del polistrumentista leader del famoso gruppo “Oregon” Paul Mc Candless, e nel 2015 è autore delle musiche dell’opera per ragazzi “Il tamburino magico” su testo di Gianni Rodari commissionata da Teatro Del Giglio di Lucca. Nello stesso anno esegue le musiche per la rassegna Puccini Days al Teatro del Giglio (Lucca) con “Marco Cattani Group&Stefano Bollani”. Nel 2016 scrive gli arrangiamenti dell’orchestra sinfonica per lo spettacolo commissionato da Radio Capital, di e con Nile Rodgers e gli Chic, tenutosi in Piazza del Popolo a Roma. Piero Gaddi, pianista e compositore jazz, collabora e suona con numerosi artisti e nel 1998 ha fondato il quartetto “Inter Nos” per il quale compone insieme Fabrizio Desideri, si esibisce in numerosi festival ed incide due cd (“Por Rufina Amaya” e “Figure sullo sfondo”). Dal 2003 è il direttore organizzativo del festival internazionale di musica da camera “International Academy of Music” (edizione italiana) che riunisce artisti da tutto il mondo. Fonda nel 2007 lo Jubilum Jazz Chorus nel quale rielabora il repertorio liturgico, pop e rock in chiave jazz-gospel e con cui incide due cd per la “Vinile” (“Amazing Grace” e “Jubilum Jazz Christmas”) ospite Fabrizio Desideri al sax. Dal 2017, in duo con Daniele Paoletti, esplora le possibilità dell'elettronica nel Jazz con l’Electronic Jazz Activity (EJA), dove sviluppa ricerche timbriche e formali inconsuete, che rivolge anche nell’ ambito della produzione teatrale. Mauro Avanzini è stato ospite del progetto. Michele Vannucci, batterista eclettico, ha collaborato con Sting, Stefano Bollani, Giorgio Moroder, Nile Rodgers, Morgan, Francesco Renga, Paul McCandless, Scott Hamilton e come percussionista con le principali orchestre sinfoniche italiane. L’Orso Grigio è in via Barsanti e Matteucci, 178 e il concerto è alle 22,15. Per info: 348 353 6803 https://www.facebook.com/events/1750646888564393/?ti=icl
26
Ott
annabenedetto::notizie
24 letture - Share

Tutto pronto per la XIII edizione di Lucca Jazz Donna, il festival dedicato ai talenti jazz al femminile organizzato dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca, al Comune di Capannori, alla Provincia di Lucca, con il sostegno dalla Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca e il patrocinio delle Pari Opportunità della Regione Toscana. 6 date a ingresso libero, con la possibilità di dare un contributo ad una associazione di volontariato, e una Conversazione finale con Amii Stewart sono gli ingredienti di questa edizione, sotto la direzione artistica del Circolo Lucca Jazz. Si rinnova e raddoppia, dopo il successo dello scorso anno, la collaborazione con le case discografiche italiane: ad AlfaMusic Records, Filibusta Records e Philology Records, che hanno aderito nel 2016, si aggiungono quest’anno Dot Time Records, Max Sound Records e Nadir Music. Anche quest’anno è Laura Casotti a firmare la foto scelta per l’immagine 2017, elaborata da Ilaria Ferrari, dal 2005 responsabile del progetto grafico della manifestazione. Ritrae Dee Dee Bridgewater, che ha chiuso la scorsa edizione con un emozionante concerto. Sul palco, come gli scorsi anni, Michela Panigada presenterà le serate. Il programma inizia sabato 30 settembre e termina domenica 22 ottobre. I Concerti: Sabato 30 settembre alle 21,15 a Palazzo Ducale (Sala Ademollo, Lucca), apertura della 13ma edizione del festival con le case discografiche Nadir Music e AlfaMusic. Per il primo set, sul palco l’Elisa Mini Quintet con “Beyond the Line”: Elisa Mini alla voce, Miguel Magrini al piano, Francesco Pierotti al contrabbasso, Bernardo Guerra alla batteria, Federico Pierfantoni al trombone. Nel secondo, la Cettina Donato Band presenta “Alle radice del jazz”: arrangiamenti e direzione d’orchestra di Cettina Donato, voci di Michela Lombardi ed Emiliano Loconsolo. Venerdì 6 ottobre alle 21,15 al teatro Artè di Capannori, Simona Parrinello Quartet e il suo “Con Alma”, accompagnata da Gianluca Di Ienno al piano, Giulio Conti al contrabbasso, Alessandro Rossi alla batteria, per Dot Time Records. Nel secondo set il talento emergente Valentina Bartoli (organo hammond) con “Radical Boo-Bish”, insieme a Cristiano Telloili al sax alto e Piero Borri alla batteria. Sabato 7 ottobre alle 21,15 serata Filibusta Records al teatro Artè di Capannori con Annalisa De Feo e DOS Duo Onirico Sonoro nel primo set, e il Diana Tejera Quintet nel secondo: Diana Tejera a voce, chitarra, piano; Fernando Pantini alla chitarra elettrica, Fabrizio Fratepietro alla batteria, Pietro Casadei al basso ed Ersilia prosperi alla tromba. Venerdì 13 ottobre alle 21,15 al teatro San Girolamo di Lucca, primi due set con la Filibusta Records che presenta il Francesca Fusco Quintet con “Oltre Project” e il Francesca Palamidessi Quintet con “Monkey Tempura”. Nel terzo set, della Max Sound Records, Mariella Pandolfi Quartet con “Bye Bach Blues”: Mariella Pandolfi al piano, François Derissen al violino, Massimo Mercogliano al contrabbasso e Giuseppe La Pusata alla batteria. Sabato 14 ottobre alle 21,15 al teatro di San Girolamo serata AlfaMusic Records con tre set: Stefania Tallinie il suo “Intimidade Piano solo”; il Letizia Felluga Trio con “Starting from tonight…”, accompagnata da Giovanni Ceccarelli al piano e Alessandro Marzi alla batteria; “Abaeté” con Claudia Bardagi (voce e piano) Reinaldo Santiago (batteria); alla chitarra Juarandir Santana. Domenica 22 ottobre alle 21,15 nell’auditorium di San Francesco Amii Stewart presenta “Lady D” e, con Giovanni Tommaso (contrabbasso), Rita Marcotulli (piano) e Alessandro Paternesi (batteria) presenta “Around Gershwin”. Per informazioni: Centro Pari opportunità della Provincia di Lucca, Cortile degli Svizzeri, 2 (0583.417.489, centro.po@provincia.lucca.it) e Comune di Lucca, Ufficio relazioni con il pubblico, via del Moro, 17 (0583.44.24.44, urp@comune.lucca.it). Calendario completo su www.luccajazzdonna.it
31
Ago
annabenedetto::notizie
103 letture - Share

I ritmi della World Music e dell’Afro Jazz dell’Ivan Mazuze Quartet aprono la 15esima edizione dell'International Academy of Music Festival (IAM). L'appuntamento con l'ormai consueto prologo jazz del festival è venerdì 23 giugno dalle 21,30 a Castelnuovo Garfagnana (LU). L'Ivan Mazuze Quartet ruota intorno al pluripremiato sassofonista e compositore, Ivan Mazuze, originario del Mozambico, che vive in Norvegia, dove lavora collaborando a vari progetti tra il jazz, il folk e la musica tradizionale. Le sue composizioni si ispirano anche alla musica tradizionale Africana con il risultato di un sound inconfondibile, una delle migliori espressioni attuali del world jazz. Sul palco insieme a lui, Bjørn Vidar Solli alla chitarra elettrica, Isildo Novela al basso e Raciel Torres alla batteria. A seguire, DJ Set a cura di Inside club con Nameless e Davide Pozzi. L'appuntamento successivo con il jazz è sabato 8 luglio, alle 21, a Borgo Romiti di Fabbriche di Vergemoli (Lu), con il concerto “Con Alma” con Simona Parrinello (voce), Gianluca Di Ienno (piano acustico e fender), Marco Micheli (chitarra basso) e Alessandro Rossi (batteria). “Con Alma” prende ispirazione da alcune figure di riferimento della storia della musica jazz, prime fra tutte Duke Ellington e Billy Strayhorn. In stretto legame con la tradizione africana e la musica afro-americana, si fa spazio la volontà di celebrare il forte rapporto fra composizione e poetica in un racconto intenso, dinamico, evocativo, ma fortemente contemporaneo, la cui forza descrittiva risiede soprattutto nella relazione voce-testo-musica. I due appuntamenti sono a ingresso libero. Il Festival IAM si svolge dal 23 giugno al 9 luglio con un cartellone di numerosi concerti di musica da camera. Info: www.iamitalia.com
13
Giu
annabenedetto::notizie
108 letture - Share

Prende il via sabato 25 giugno con un prologo jazz, l’International Academy of Music Festival, la manifestazione che dal 2003 porta nella Valle del Serchio alcuni tra i migliori interpreti di musica da camera della scena internazionale. Giunto quest'anno alla 14esima edizione, l’evento beneficia del sostegno economico e istituzionale della Regione Toscana, richiamando ogni anno musicisti provenienti dai cinque continenti ad animare Castelnuovo, la Valle del Serchio e Lucca, grazie all’organizzazione della Scuola Civica di Musica di Castelnuovo di Garfagnana. Partecipano artisti dei più celebrati conservatori del mondo ai quali si affiancano, determinando l’assoluta unicità della manifestazione, alcuni tra i migliori giovani talenti della scena musicale internazionale. La serata di inaugurazione, sabato 25 giugno alle 21,15 vede un “prologo jazz” con un concerto in piazza Umberto I a Castelnuovo Garfagnana, a ingresso libero: una novità introdotta ormai da diverse edizioni che è stata accolta con grande interesse dal pubblico dell’International Academy of Music Festival. Quest'anno i protagonisti saranno la Big Band e il coro del conservatorio di La Spezia che, diretti da Daniela Contessi, si esibiranno in “The II° sacred concert”, uno dei più grandi capolavori della storia del Jazz scritto dal pianista e compositore statunitense Duke Ellington. Alla serata parteciperanno Mauro Avanzini, Manolo Nardi, Giacomo Montanelli, Piero Gaddi, Andrea Leone e Ernesto Tacco. Il Festival prosegue fino al 7 luglio con un cartellone di 14 concerti (numerosi ad ingresso libero). Biglietti: ingresso concerti 9 euro, ridotto 5 (soci Scuola civica di musica di Castelnuovo di Garfagnana, under 18 e over 65) + 1 euro di prevendita. Ingresso libero ai concerti degli allievi. Under 14 anni 1 euro. Prevendita on line http://www.bookingshow.it/ Altre info sul sito: www.iamitalia.com Facebook “International Academy of Music”. Twitter https://twitter.com/IAM_Italia Instagram https://www.instagram.com/international_academy_of_music/
12
Giu
annabenedetto::notizie
198 letture - Share

Noa incontra Lucca. Per la prima volta la città toscana ospita la cantante israeliana amata in tutto il mondo, nota non solo per la straordinaria bellezza della sua voce ma anche per l’impegno per la pace da sempre profuso prima di tutto per la sua terra. A Lucca giunge sabato 17 ottobre alle 21,15, nella chiesa di San Francesco, per la serata conclusiva del festival Lucca Jazz Donna, voluta dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comitato Nuovi Eventi della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, all’interno del calendario delle Conversazioni 2015. È, questo, un evento speciale, che chiude l’undicesima edizione di Lucca Jazz Donna, il festival dedicato ai talenti jazz al femminile organizzato dal 2005 dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca ed alla Provincia di Lucca, con il sostegno del Comune di Capannori, dalla Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca e la collaborazione di moltissimi soggetti ed associazioni. “Noa incontra Lucca. Conversazione con Pierfrancesco De Robertis, direttore de La Nazione”, è il titolo dell’incontro, cui segue una performance speciale di Noa e Gil Dor con il Giovanni Tommaso Trio. Noa porta a Lucca un progetto originale, appositamente ideato per questa serata con il contrabbassista jazz dei Perigeo, membro del Quintetto di Lucca e direttore dei seminari di Umbria Jazz Clinics dal 1986, Giovanni Tommaso. La accompagna il chitarrista, direttore artistico, produttore e compositore israeliano Gil Dor, che la scoprì talento emergente nel 1990, e con il quale ha calcato i palchi più prestigiosi del mondo. Questa la formazione della serata: Noa, alla voce e percussioni, Gil Dor alla chitarra, Giovanni Tommaso al contrabbasso, Claudio Filippini al pianoforte e Marco Valeri alla batteria. Durante l’evento sarà esposta una selezione delle foto emerse dal workshop fotografico del Festival. L’ingresso è libero. Sarà presente l’associazione Anffas. I biglietti, gratuiti, saranno ritirabili sabato 17 ottobre a partire dalle 16 alla chiesa di San Francesco. Per informazioni: www.luccajazzdonna.it
15
Ott
annabenedetto::notizie
287 letture - Share

Un aperitivo con Lucca Jazz Donna. Prosegue con al presentazione del volume fotografico “Women in Jazz – Lucca Jazz Donna” l’undicesima edizione del festival dedicato ai talenti jazz al femminile organizzato dal 2005 dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca ed alla Provincia di Lucca, con il sostegno del Comune di Capannori, dalla Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca e la collaborazione di moltissimi soggetti ed associazioni. Appuntamento giovedì 15 ottobre alle 18 al Caffè Letterario Lucca Libri, con la fotografa ufficiale del festival, Laura Casotti (che ha firmato anche l'immagine di quest'anno con uno scatto di Anais Drago), i cui scatti compongono il libro che racconta gli ultimi 10 anni del festival. Firmato a più mani dalla direttrice artistica Patrizia Landi e dalle componenti dello staff del festival Anna Benedetto e Ilaria Ferrari, il libro comprende anche un intervento del giornalista Stefano Giuntini e un omaggio alla cara memoria del fotografo e socio del Circolo Lucca Jazz, Gerardo Papini. Seguirà alla presentazione il concerto “Spazio ai giovani talenti del jazz” con Lisa Luperini alla voce, Linda Guidi alla chitarra e Lorenzo Simoni al sax. Apericena su prenotazione chiamando il numero 329.708.44.32. Il prossimo e ultimo appuntamento con Lucca Jazz Donna è sabato 17 ottobre alle 21,15 nella chiesa di San Francesco con “Noa incontra Lucca. Conversazione con Pierfrancesco De Robertis, direttore de La Nazione”, in collaborazione con il Comitato Nuovi Eventi della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Segue il concerto di Noa e Gil Dor con il Giovanni Tommaso Trio. Durante la serata sarà esposta una selezione delle foto emerse dal workshop fotografico del Festival. Ingresso libero. Sarà presente l’associazione Anffas. I biglietti, gratuiti, saranno ritirabili sabato 17 ottobre a partire dalle 16 alla chiesa di San Francesco. Per informazioni: www.luccajazzdonna.it
15
Ott
annabenedetto::notizie
261 letture - Share

Due donne jazz band leader per il concerto di sabato 10 ottobre dell'undicesima edizione di Lucca Jazz Donna, il festival dedicato ai talenti jazz al femminile organizzato dal 2005 dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca ed alla Provincia di Lucca, con il sostegno del Comune di Capannori, dalla Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca e la collaborazione di moltissimi soggetti ed associazioni. È la vincitrice del “Top Jazz Nuovo Talento 2014” che salirà per prima sul palco di Lucca Jazz Donna, alle 21,15 al teatro di San Girolamo. Si tratta della cantante Elisabetta Antonini che si presenta con il suo ’”Elisabetta Antonini - women next door”. Cantante e band leader, arrangiatrice e compositrice, è vincitrice dell’ultima edizione concorso indetto dalla rivista Musica Jazz. La sua originalità vocale e la creatività artistica si condensano in numerosi percorsi musicali raffinati come il suo ultimo lavoro discografico “The Beat Goes On”, omaggio ai poeti americani della Beat Generation. Con lei ci saranno Silvia Manco al pianoforte, Federica Michisanti al contrabbasso e Danielle Di Majo al sax alto. Nel secondo set arrivano Rosa Brunello y los fermentos “brasserie” con Francesca Viaro alla voce, David Boato alla tromba, flicorno e composizioni, Dan Kinzelman al sax tenore e clarinetto, Filippo Vignato a trombone, composizioni, Enzo Carniel al pianoforte, Rosa Brunello a contrabbasso e composizioni, Luca Colussi alla batteria. “La caratteristica di tutto il festival è quella di proporre non solo progetti nuovi, ma percorsi che esaminino soggetti musicali variegati e fra loro complementari, legati sempre dalla passione e dall’amore per il jazz – spiega la direttrice artistica Patrizia Landi -. Nel primo set ho voluto proporre un’altra formazione interamente al femminile, che ripercorre la musica dei favolosi anni Cinquanta dove fermento, innovazione, passione erano cardini meravigliosi della musica jazz. Ripercorrere in chiave moderna questo periodo significa consacrare la storia del jazz, rispettandola e amandola profondamente, ma sapendola anche rinnovare e interpretare in chiave moderna. Esplosione di energia e vigore musicale sono le caratteristiche del secondo progetto, condotto da una giovanissima contrabbassista: Rosa Brunello. Schegge di pulsar sonori, vivacità, emozioni caratterizzano questo set all’insegna della freschezza musicale, della fantasia e della collaborazione fra sette grandi musicisti”. Ingresso libero. Sarà presente l’associazione Archimede. Per informazioni: www.luccajazzdonna.it
9
Ott
annabenedetto::notizie
308 letture - Share

Ospiti internazionali e tutta la potenza del jazz al femminile per i due appuntamenti di questa settimana con l'undicesima edizione di Lucca Jazz Donna, il festival dedicato ai talenti jazz al femminile organizzato dal 2005 dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca ed alla Provincia di Lucca, con il sostegno del Comune di Capannori, dalla Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca e la collaborazione di moltissimi soggetti ed associazioni. Scelte dalla direttrice artistica Patrizia Landi sulla scena internazionale, saliranno sul palco di San Girolamo per il primo appuntamento di questa settimana, venerdì 9 ottobre alle 21,15 due gruppi e due donne con tanto da dire al pubblico. “È, questa, una serata internazionale che ho fortemente voluto per far conoscere dal vivo, a Lucca, le tendenze del jazz statunitense ed europeo. Potremo ascoltare una cantante americana e una pianista italiana che ha scelto di vivere e lavorare in Olanda da tempo, e dove si è fatta conoscere e apprezzare per le sue doti di musicista. Giungono al festival due formazioni di altissimo livello, con esperienze diverse, provenienti da fucine innovative della musica. Dall’America, patria del jazz, all’Europa: un tandem formidabile di donne registe dei progetti che presenteranno”. Nel primo set arrivano le “Jazz Women!” con Allison Adams Tucker alla voce, Emmanuel Massarotti al pianoforte, Marco Panascìa al basso, Enzo Zirilli alla batteria. “Allison è una cantante brillante, mai prevedibile, flessibile, allegra, che riesce a creare atmosfere impensate e appaganti – anticipa Patrizia Landi -. Il grande amore per le lingue - ne parla cinque correttamente - unito alla passione per i viaggi, le ha fatto acquisire una cultura ricca e variegata, che supera i confini e raccoglie il meglio dei vari Paesi”. Nel secondo set il “Francesca Tandoi European Quartet” con Francesca Tandoi al pianoforte, Frits Landesbergen al vibrafono, Frans Van Geest al contrabbasso e Giovanni Campanella alla batteria. Ingresso libero su prenotazione. Sarà presente l’associazione Unicef. “Francesca è una pianista potente, energetica, eclettica, che ha assorbito molto della cultura europea, l’ha saputa interiorizzare e personalizzare. Raffinata, dalla personalità spiccata, è anche un’ottima cantante”, spiega Patrizia Landi. Il secondo appuntamento è sabato 10 ottobre alle 21,15 al teatro di San Girolamo. Nel primo set ospite l’”Elisabetta Antonini - women next door” con Elisabetta Antonini alla voce, Silvia Manco al pianoforte, Federica Michisanti al contrabbasso e Danielle Di Majo al sax alto. Nel secondo set arrivano Rosa Brunello y los fermentos “brasserie” con Francesca Viaro alla voce, David Boato alla tromba, flicorno e composizioni, Dan Kinzelman al sax tenore e clarinetto, Filippo Vignato a trombone, composizioni, Enzo Carniel al pianoforte, Rosa Brunello a contrabbasso e composizioni, Luca Colussi alla batteria. Ingresso libero su prenotazione. Sarà presente l’associazione Archimede. Per entrambi i concerti, le prenotazioni sono possibili fino a venerdì, dalle 16 alle 19, chiamando il numero 329.708.44.32. Per informazioni: www.luccajazzdonna.it
9
Ott
annabenedetto::notizie
286 letture - Share

A Capannori va in scena il jazz delle donne. Seconda serata, questo sabato 26 settembre, per l’undicesima edizione di Lucca Jazz Donna, il festival dedicato ai talenti jazz al femminile organizzato dal 2005 dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca ed alla Provincia di Lucca, con il sostegno del Comune di Capannori, dalla Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca e la collaborazione di moltissimi soggetti ed associazioni. Alle 21,15 nella sala Artè (Capannori, via Carlo Piaggia), per la prima volta sul territorio del Comune di Capannori ma sempre a ingresso libero, si tiene un concerto di Lucca Jazz Donna, all’insegna della musica originale e del grande blues degli anni ’20 e ‘30, proposto dalla direttrice artistica del festival, Patrizia Landi. Nel primo set suona il "Circle Time" - Cecilia Sanchietti jazz project con Davide Grottelli al sax, David Boato alla tromba, Gaia Possenti, al pianoforte, Stefano Napoli al contrabbasso, Cecilia Sanchietti alla batteria, guest Federica Zammarchi. “Circle time - Cecilia Sanchietti jazz project” è un progetto di musica originale jazz, nato nel 2013 da un'idea di Cecilia Sanchietti, batterista e leader e realizzatosi poi nel disco “Circle Time”, uscito nel marzo 2015, composto per la maggior parte da brani originali composti da Cecilia Sanchietti e Federica Zammarchi. Il nome del disco deriva dalla psicologia umanistica, dove il cerchio è inteso come spazio di scoperta, confronto, costruzione, contaminazione. L’idea di fondo è quindi quella dell’interazione e scambio tra stili, inizialmente vicini al jazz/etnica/afro, poi allargatisi anche all’even 8th. È un viaggio tra sonorità, armonie, ritmiche, modalità di conduzione, inizialmente vicine a culture altre, in realtà senza mai abusarne e non sfociando in modo netto in nessuna di queste. Nel secondo set, in scena la Betta Blues Society con Elisabetta Maulo alla voce, Lorenzo Marianelli alla chitarra, Filippo Ceccarini alla tromba, Beppe Scardino al sax baritono e Fabrizio Balest al contrabbasso. Questo progetto nasce a Pisa nel Giugno 2009 dall’incontro della cantante Elisabetta Maulo con il chitarrista Lorenzo Marianelli. Il repertorio dei Betta Blues Society è incentrato sulla promozione dei brani originali e sul blues anni ’20 e ‘30 (JB Lenoir, Memphis Minnie, Sister Rosetta Tharpe, Ma Rainey), con alcuni tributi ad artisti blues più moderni, comunque riletti in chiave rurale con l’utilizzo di sola strumentazione acustica e sempre all’insegna del coinvolgimento del pubblico. Ingresso libero. La serata è presentata da Michela Panigada e sarà presente l’associazione Emergency. Il prossimo appuntamento di Lucca Jazz Donna è venerdì 9 ottobre alle 21,15 al teatro di San Girolamo, con ospiti internazionali: le “Jazz Women!” e il “Francesca Tandoi European Quartet”. Ingresso libero su prenotazione, da effettuare chiamando, a partire dall’1 ottobre, tutti i giorni (eccetto sabato e domenica) dalle 16 alle 19 il numero 329.708.44.32. Sarà presente l’associazione Unicef. Per informazioni: www.luccajazzdonna.it
27
Set
annabenedetto::notizie
319 letture - Share

Apre questo sabato 19 settembre con due gruppi interamente al femminile l’undicesima edizione di Lucca Jazz Donna, il festival dedicato ai talenti jazz al femminile organizzato dal 2005 dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca ed alla Provincia di Lucca, con il sostegno del Comune di Capannori, dalla Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca e la collaborazione di moltissimi soggetti ed associazioni. Sabato 19 settembre alle 21,15 a Palazzo Ducale (Sala Ademollo) a ingresso libero, come nella tradizione stabilita dalla direttrice artistica del festival, Patrizia Landi, ci saranno due set e 9 musiciste in tutto saliranno sul palco, con due progetti originali, presentate da Michela Panigada. Dopo i saluti istituzionali ed il benvenuto al pubblico, saliranno sul palco le “Flores Ensemble” con Anastasia Ossipova e Ilaria Gigli al violino, Marta Degli’Innocenti alla viola, Francesca Gaddi al violoncello e Gioia Giusti al pianoforte per un omaggio al grande musicista argentino Astor Piazzolla. Eseguiranno "Las cuatro estaciones porteñas", così lontane dai colori e dagli equilibri del barocco veneziano delle Quattro stagioni vivaldiane, caratterizzate dall'alternanza di cantabili lirici e struggenti a ritmi ossessivi e martellanti propri del mondo del tango, e alcuni tra i brani più famosi del compositore, come Oblivion e Libertango. Nel secondo set arrivano le “Ladies in Mercedes”, con Francesca Fattori alla chitarra, Giulia Facco al pianoforte, Camilla Missio al contrabbasso e Serena Davini alla batteria. Il quartetto, in formazione ritmica e chitarra, presenta alcuni brani di importanti e famose compositrici e musiciste della tradizione jazzistica e del jazz moderno. Il percorso musicale scelto prevede alcuni pezzi di Carla Bley e Maria Schneider. Saranno presentati inoltre alcune composizioni originali. L’ingresso al concerto è libero. Sarà presente l’associazione “La Luna”. Il prossimo appuntamento di Lucca Jazz Donna è sabato 26 settembre alle 21,15 nella sala Artè (Capannori, via Carlo Piaggia) con il "Circle Time" - Cecilia Sanchietti jazz project e la Betta Blues Society.
18
Set
annabenedetto::notizie
311 letture - Share


In collaborazione con
ACCADEMIA D'ARTE
DI PISA
AnimaJazz”, “Blues Fires” e il “Dubidubidù” vanno in onda su Punto Radio, 91.6 Mhz e 91.1 Mhz e sono ascoltabili via web su www.puntoradio.fm negli orari:
ANIMAJAZZ”: il giovedì dalle 19:30 alle 20:25;
BLUES FIRES(da Febbraio ad Ottobre) : il lunedi dalle 20:30 alle 21:25;
DUBIDUBIDÙ: Festival Delle Voci Jazz Italiane”: (da Ottobre a Gennaio): il lunedi dalle 20:30 alle 21:25.
Contatti: info@animajazz.eu
AnimaJazz Podcasts:
      20/11/2017: blues fires 159
      16/11/2017: animajazz 788
      13/11/2017: blues fires 158
      09/11/2017: animajazz 787
      06/11/2017: blues fires 157
      02/11/2017: animajazz 786
      26/10/2017: animajazz 785
      23/10/2017: blues fires 155
      19/10/2017: animajazz 784
      16/10/2017: blues fires 154
      12/10/2017: animajazz 783
      09/10/2017: blues fires 153
      05/10/2017: animajazz 782
      20/09/2009: Speciale 1