domenica 16 Marzo 2014 ore 15:00
JAM DAY per JAZZ A MIRA 2014

JAM Day
ore 15.00-20.00
Auditorium della Biblioteca di Oriago (VE), Ex Cinema Italia

ore 15.00-17.00
Allievi della scuola Thelonious Monk di Mira

MONK INDIGO
diretto da
MAURO BORDIGNON

Michele Miranese, sax
Giuseppe Martinato, chitarra
Francesco Torricelli, chitarra
Davide Gavagna, basso
Alessandro Aviazzi, contrabbasso
Giovanni Mantineo, batteria

THE GEORGE SEPTET
diretto da
ALESSANDRO FEDRIGO

Elena Bottaro, voce
Daniel Salinas, sax
Alessandro Ligorio, tromba
Marco Sandano, piano
Enrico Antonello, chitarra
Alessandro Fiori, contrabbasso
Nicola Spangaro, batteria

THE RIVIERA'S METRONOMES
diretto da
ALESSANDRO FEDRIGO

Luciano Canton, tromba
Roberta Doni, sax
Diego Cabrele, sax
Lionello Negri, chitarra
Nicola Novello, basso
Jacopo Matteucci, batteria

THE YOUNG CLUSTERS
diretto da
NICOLA PRIVATO

Anna Bacciolo, sax
Matteo Zennaro, chitarra
Simone Martini, basso
Tommaso Bobbo, batteria
Filippo Pesce, batteria

*

ore 17.00-19.00

Ensemble Elettrofoscari - Università Ca' Foscari di Venezia
Prof. Daniele Goldoni, tromba
Jacopo Giacomoni, sassofono
Eleonora Del Grosso, tastiera
Massimiliano Cappello, chitarra elettrica
Carlo Siega, chitarra elettrica
Marco Centasso, contrabbasso
Raul Catalano, batteria


Big Band UniPd - Università degli Studi di Padova
Maestro/Direzione
Alessandro Fedrigo

Trombe
Ludovico Rinco Dimitri Tormene, Giovanni Vettore, Benedetto Ruperti, Riccardo Vidotto
Sassofoni
Giacomo Gasparotti, Simone Silvestrini, Carlo Bravin, Ezio Torassa, Mattia Soloperto, Roberto Raga, Luigi Quintieri, Francesco Guidolin, Alessandro Dotto
Tromboni
Marco Convertino, Mattia Zago, Davide Costantini

Pianoforte
Giordano Giordani

Basso elettrico/contrabbasso
Alessandro Arcuri
Batteria
Benedetto Frizziero

Ingresso libero e gratuito.


*

ore 22.00
Ostaria “Dai Kankari” di Marano di Mira (VE)

Open live set + jam session
Moment’s Notice
Fabio Perina, sax
Umberto Basili, piano
Stefano Scandolaro, basso/contrabbasso
Enrico Fabris, batteria

Ingresso libero e gratuito.

Auditorium della Biblioteca di Oriago e Ostari Dai Kankari di Marano
Oriago (VE), e Marano (VE)

Biblioteca di Oriago, Ex Cinema Italia, via Venezia 171/172, 30034 Oriago (VE) – tel. 041429394 Ostaria “Dai Kankari”, via Fossa Donne 93, 30034 Marano di Mira (VE) – tel. 041 479594

La rassegna si chiude domenica 16 marzo con il “JAM Day” con due appuntamenti a ingresso libero e gratuito.
La scuola di musica Thelonious Monk, cuore e anima del ‘Jazz a Mira’, conosciuta in tutta Italia come uno dei centri più importanti dedicati al jazz, festeggia il decennale attraversando la storia della musica del Novecento; quattro formazioni coordinate da tre docenti saliranno sul palco presso l’auditorium della Biblioteca di Oriago (dalle 15.00 alle 17.00): “Monk Indigo” diretta da Mauro Bordignon, “The George Septet” e “The Riviera’s Metronomes” dirette da Alessandro Fedrigo, infine “The Young Clusters” diretta da Nicola Privato.
A seguire (dalle 17.00 alle 19.00), l’ensemble Elettrofoscari dell’Università Ca’ Foscari di Venezia; coordinato dal professor Daniele Goldoni, il gruppo è costituito da studenti-musicisti e propone un repertorio originale in cui non manca l’approccio improvvisativo. Infine, la Big Band UniPD dell'Università degli Studi di Padova, progetto diretto dal bassista e compositore Alessandro Fedrigo, è formato da studenti, personale docente e amministrativo. Il loro repertorio comprende brani con arrangiamenti originali, tra gli altri di Ettore Martin, Daniele Santimone e Marcello Tonolo.
La programmazione di JAM chiuderà presso Ostaria “Dai Kankari” di Marano di Mira (ore 22.00); il quartetto “Moment’s Notice” con Fabio Perina (sax), Umberto Basili (piano), Stefano Scandolaro, (basso/contrabbasso)e Enrico Fabris (batteria) proporrà un live set cui seguirà una jam session aperta al pubblico.

INGRESSO LIBERO E GRATUITO A TUTTI GLI APPUNTAMENTI DELLA GIORNATA.

Info: 3460809542

*

Info
www.jazzamira.it
www.facebook.com/jazzamira
info@jazzamira.it

Benvenuto su www.animajazz.eu/wordpress.
Il sito di AnimaJazz è un “contenitore di programmi radiofonici” specifici di musica Jazz & Blues, ideati e curati da Bruno Pollacci.: “ANIMAJAZZ”: dedicato al Jazz strumentale e vocale italiano ed internazionale; “BLUES FIRES”: dedicato al Blues italiano ed internazionale. All'interno dei programmi trovano spazio tutte le poliedriche “anime“ del Jazz e del Blues, da quella tradizionale a quelle contemporane, d'avanguardia e di ricerca, non trascurando le cosiddette “contaminazioni“, siano esse provenienti dal “Rock“, dall'“Etnica“, dal “Pop” o dalla “Classica“. Pur proponendo la musica degli artisti nazionali ed internazionali più prestigiosi, acclamati e storicizzati, gli intenti dei programmi sono inoltre quelli di porsi come punto di riferimento per la promozione dei nuovi talenti emergenti, indipendentemente dalla loro età, fornendo loro opportunità per la proposta radiofonica e web della loro musica e favorendo supporto logistico per la proposta “live“. Il sito di AnimaJazz, si affianca alle trasmissioni come ulteriore “cassa di risonanza“, per avvalersi della potenzialità informativa della rete ai fini culturali di diffusione e valorizzazione della musica. Animajazz e Blues Fires sono ascoltabile anche via WEB in podcast da questo sito e collegandosi negli orari di programmazione a www.puntoradio.fm.

Nella puntata n° 274 di “BLUES FIRES”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda VENERDI 7 Febbraio alle 20,30 su PUNTO RADIO, anche in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm , saranno protagonisti, nell'ordine, i seguenti artisti: 1- ALBERT COLLINS – CD “Deluxe Edition” - “Blue Monday Hangover” (Alligator Records); 1a foto a sinistra 2- CHRISTIAN COLLIN – CD “Spirit of the Blues” - “Woman Like You”; 1a foto a destra 3- COYOTE KINGS with TIPHONY DAMES – CD “Rocket” - “Drive Me”; 1a foto 1a fila sotto 4- PREACHER BOY – CD “Gutters and Pews” - “Catfish” (Blind Pig Records); 3a foto 1a fila sotto 5- JEREMIAH JOHNSON – CD “Heavens To Betsy” - “American Steel” (RUF Records); 2a foto 1a fila sotto 6- GRANT DERMODY – CD “My Dony” - “Hometown Blues”; 3a foto 2a fila sotto 7- ELIZA NEALS – CD “Breaking and Entering” - “Love Hurts More”; 1a foto 2a fila sotto 8- TOMISLAV GOLUBAN - CD “Memphis Light” - “Memphis Light”; 2a foto 2a fila sotto 9- BROTHERHOOD OF THE BLUES – CD “Right Back Home” - “Alice” 2019; 1a foto 3a fila sotto Ricordiamo che "BLUES FIRES" si può ascoltare VENERDI alle 20,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu e sarà possibile fare il download gratuito dall'area podcasts. Buon ascolto. "BLUES FIRES" in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa. http://accademiadartedipisa.jimdo.com .
6
Feb
animajazz::blues fires
242 letture - Share

Nella puntata n° 904 di “ANIMAJAZZ”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda MARTEDI 4 Febbraio alle 20,30, su PUNTORADIO, anche in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu saranno protagonisti della serata, in ordine: 1 – GIOVANNI FALZONE Open Quartet – CD “L'Albero delle Fate” - “L'Albero delle Fate” (Parco della Musica Records); 1a foto a sinistra 2 – SCOTT WILKIE - CD “Brasil” - “Eu Vim Da Bahia”; 1a foto a destra 3 – ERIC St.LAURENT – CD “Bliss Station” - “Bliss Station”; 2.a foto 1a fila sotto 4 – JAUME DE VIALA – CD “Sonoritat De Mil Miralls” - “Dissortat estel”; 3a foto 1a fila sotto 5 – JEFF GOLDBLUM & The Mildred Snitzer Orchestra – CD “I Shouldn't Be Telling You This” - “Let's Face The Music And Dance”; 2a foto 1a fila sotto 6 – MARK DOYLE – CD”Watching The Detectives – Guitar Noir III” – “Thirteen Crimes”; 3a foto 2a fila sotto 7 – THE MARK KELSO JAZZ PROJECT – CD “The Chronicles of Fezziwig” - “A Message from Idris” ; 1a foto 2a fila sotto 8 – NICK FRASER - KRIS DAVIS - TONY MALABY – CD “Zoning” - “Wells Tower” - nickfraserthedrummer@gmail.com ; 2a foto 2a fila sotto Ricordiamo che "ANIMAJAZZ" si può ascoltare MARTEDI alle 20,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu e potrà essere effettuato il "DOWNLOAD" della puntata, gratuitamente, dall'area podcasts. Buon ascolto. "ANIMAJAZZ"in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa.http://accademiadartedipisa.jimdo.com
3
Feb
animajazz::animajazz
310 letture - Share

E' dedicato alla memoria del pianista Gianni Lenoci il nuovo doppio disco di Francesco Cusa dal titolo “The Uncle (Giano Bifronte)” che esce, oggi, lunedì 3 febbraio per le etichette Improvvisatore Involontario e Kutmusic riunite per la prima volta insieme. Ad affiancare il leader Francesco Cusa (batteria), ci sono Gianni Lenoci (pianoforte), Giovanni Benvenuti (sax tenore), Valeria Sturba (voce, theremin, violino e elettronica) e Ferdinando Romano (basso). I due gruppi, Francesco Cusa & The Assassins (Giovanni Benvenuti, Valeria Sturba, Ferdinando Romano, Francesco Cusa), nel primo disco,  e Francesco Cusa Trio feat. Giovanni Benvenuti (Gianni Lenoci, Ferdinando Romano, Francesco Cusa), nel secondo, suonano le stesse composizioni che portano tutte la firma di Francesco Cusa. “Dopo la prematura scomparsa di Gianni Lenoci esce il nostro cd. Ho deciso di dedicare a lui il titolo di questo mio ultimo lavoro: “The Uncle”. Così tutti lo chiamavamo, nella ristretta cerchia di amici. Originariamente il cd aveva come titolo quello di “Giano Bifronte”, ma dopo la scomparsa di Gianni Lenoci ho deciso di tenerlo come sottotitolo. Anche perché si tratta di un disco doppio: due gruppi che suonano le stesse mie composizioni, esperienza che avevo già attuato in passato con il cd “Francesco Cusa Skrunch - Electric/Vocal" e "Jacques Lacan, a true musical story” del 2010. Il disco esce per due differenti label riunite per l’occasione in un consorzio: Improvvisatore Involontario e Kutmusic. Gianni Lenoci ha suonato meravigliosamente in questo cd. La sua musica ci accompagnerà sempre” Francesco Cusa. L'album continente anche un booklet con quattro poesie di Cusa dedicate al grande amico, mentore, artista e pensatore Gianni Lenoci. Il disco è disponibile in formato digitale e fisico su: Improvvisatore Involontario (digitale) Kutmusic (digitale) CD Baby (digitale e fisico tra pochi giorni) Apple Music (digitale) Spotify (streaming) Amazon.it (fisico e digitale) Amazon UK (fisico e digitale) Amazon.com (digitale) Deezer (streaming) Discogs (fisico) Per ulteriori info: https://www.improvvisatoreinvolontario.com/ http://www.francescocusa.it/ http://www.kutmusic.com/ Francesco Cusa: batterista, compositore, scrittore, è nato a Catania nel 1966. Intraprende lo studio del pianoforte a quattordici anni, poi passa alla batteria facendo seminari con Ettore Fioravanti, Bruno Biriaco, Roberto Gatto, Massimo Manzi. Si trasferisce a Bologna nel 1989, dove si laurea al Dams nel 1994 con la tesi: “Gli elementi extramusicali nella performance jazzistica”. In quell’humus ha modo di collaborare con artisti provenienti da varie parti d’Italia, come Fabrizio Puglisi, Domenico Caliri, Paolo Fresu ecc. In quegli anni fonda il collettivo bolognese “Bassesfere”, assieme ad altri esponenti della musica jazz e di ricerca di quegli anni. Il suo percorso artisti co lo porterà a suonare negli anni in Francia, Romania, Croazia, Slovenia, Bosnia/Erzegovina, Serbia, Olanda, Germania, Svizzera, Austria, Ungheria, Norvegia, Spagna, Belgio, Danimarca, Polonia, Usa, Cina, Giappone, Etiopia, Turchia. Successivamente fonda assieme a Paolo Sorge e Carlo Natoli il progetto artistico "Improvvisatore Involontario”, che diventerà una delle label più influenti nel panorama italiano del jazz di ricerca. Da sempre interessato all’interdisciplinarità artistica, è anche scrittore di racconti, romanzi e poesie e ha pubblicato diversi articoli di musicologa e di critica cinematografica presso molte riviste specializzate. Nel corso della sua carriera ha realizzato numerosi lavori di creazione e sonorizzazione di musiche per film, teatrali, letterari, di danza e arti visive, collaborando con noti ballerini, poeti e visual performers.  Attualmente è leader dell’FCT Trio con Gianni Lenoci e Ferdinando Romano, del Francesco Cusa & The Assassins con Valeria Sturba, Giovanni Benvenuti, Ferdinando Romano, , dell’ensemble: "Naked Musicians”, del progetto di sonorizzazione di film d'epoca “Solomovie”, di Wet Cats (Gianni Lenoci, Francesco Cusa), Mancusa (Giovanni Mancuso, Francesco Cusa) Frank Sinapsi (Cusa/Merlin), The Machine (Cusa/Lenoci/Martino) e dello spettacolo musical-teatrale "K & Spada", in duo batteria e voce insieme all'attore e regista Giuseppe Carbone. Collabora con: Paolo Sorge “Trio" (Sorge, Evangelista, Cusa), Homage A Stanley Kubrick (Manzoni, Campobasso, Senni, Cusa), Italian Surf Academy (Marco Cappelli, Luca Lo Bianco, Cusa). Il suo Naked Musicians" è un metodo di conduction musicale che è stato realizzato in varie parti del mondo e da cui è stato tratto anche un libro di teoria musicale sulla “conduction”, chiamato, appunto “Naked Performers”. Ha eseguito musiche di Yotam Haber, Emilio Galante, Cristina Zavalloni, Magma, Alfredo Impullitti, Domenico Caliri, Tim Berne e molti altri. Da alcuni anni alterna la professione del musicista a quella dello scrittore di racconti, romanzi aforismi e poesie - “Novelle Crudeli”, “Ridetti e Ricontraddetti”, “Racconti Molesti” editi da Eris Edizioni e Carthago, “Canti Strozzati” edito da “L’Erudita-Giulio Perrone Editore, “Stimmate” edito da Algra Editore, "Amare, Dolci PIllole" edito da “Fotocopie” - e di critico cinematografico per la rivista “Lapis”. Collabora dal settembre 2013 con la rivista "Cultura Commestibile", con scritti di cinema e curando la rubrica "Il Cattivissimo" e dall'agosto 2018 con il giornale on line "Sicilia Report" curando la rubrica "Lo Stiletto". La sua voce è presente nel "Dizionario del Jazz Italiano" a cura di Flavio Caprera. Gianni Lenoci: pianista, compositore e didatta. Si è diplomato in pianoforte al conservatorio "S. Cecilia" di Roma e in musica elettronica al conservatorio "N. Piccinni" di Bari, dove ha conseguito anche la diploma accademico di secondo livello in pianoforte (indirizzo solistico) con il massimo dei voti e la lode, con un recital monografico e  discutendo una tesi sull'opera pianistica di Morton Feldman. Ha studiato jazz ed improvvisazione con Mal Waldron e Paul Bley. E' stato finalista nel 1993 dell'European Jazz Competition di Leverkusen (Germania) e nel 1996 vincitore di un premio della Fondazione Acanthes di Parigi (Francia). Nel 2003 la sua composizione elettronica "Notturno Frattale", ha vinto il Premio Internazionale della Società Italiana di Informatica Musicale. Ha collaborato con i massimi specialisti mondiali del jazz e della musica improvvisata come: Massimo Urbani, Steve Lacy, Joelle Leandre, Steve Grossman, Harold Land, Bob Mover, Enrico Rava, Glenn Ferris, Eugenio Colombo, Giancarlo Schiaffini, Don Moye, Han Bennink, Antonello Salis, Carlo Actis Dato, David Gross, Paul Lovens, Sakis Papadimitriou,Georgia Sylleou, Jean-Jacques Avenel, John Betsch, Markus Stockhausen, Steve Potts, Carlos Zingaro,John Tchicai, Kent Carter,William Parker, David Murray, Roscoe Mitchell, Sabir Mateen, Evan Parker, Marc Ducret, Charles Gayle per citarne alcuni. Ha inoltre tenuto performances con poeti, danzatori ed artisti multimediali. Oltre che come improvvisatore, Lenoci è attivo come interprete dal vasto repertorio, con un'attenzione particolare a compositori come Morton Feldman, Earle Brown, Sylvano Bussotti, John Cage oltre all'opera completa per strumento a tastiera di Johann Sebastian Bach. Dal 1990 insegna Prassi Esecutiva, Improvvisazione e Composizione  nei corsi  di jazz  del Conservatorio "N. Rota" di Monopoli ove ricopre l'incarico di Coordinatore del Dipartimento di "Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali" all’interno del quale realizza produzioni e progetti didattici apprezzati a livello internazionali ed è Visiting  Erasmus Professor presso: Bucharest University, Corfu University , Royal Northern College of Manchester,Conservatorio Superior de Malaga, Franz Liszt Hochschule in Weimar, Conservatorio Superior de Madrid, Conservatorio Superior de Salamanca, Yasar University di Izmir. Nel 2011 è stato composer in residence presso l’Atlantic Center for the Arts  in Florida, USA. Nel 2012 il suo nome è stato inserito nel Dictionnaire du jazz di Philippe Carles. Ha suonato in tutta Italia, Francia, Spagna, Inghilterra, Romania, Ungheria, Albania, Argentina, Grecia, Turchia, USA, Canada, Olanda, Austria, Polonia, Belgio, Germania, Arabia Saudita  ed inciso più di 50 cd per Splasc(h), Modern Times, ASC, ANT, Leo, afk, sentemo, vm-ada, DAME (Ambiances Magnetique), VEL NET, Soul Note, Amirani, NoBusiness. Nell’aprile 2015 ha vinto il Earle Brown / Morton Feldman Grant Program 2016/17 della E.Brown Foundation (USA). Recentemente ha scritto le musiche per il film  “Return to Spoon River” del regista Francesco Conversano (RAI-CINEMA). Giovanni Benvenuti: sassofonista nato a Siena, si è diplomato con il massimo dei voti, lode e menzione accademica al conservatorio di Bologna ed ha frequentato il master internazionale In.Jam all'accademia Siena jazz, oltre che corsi e seminari in Italia e all'estero (tra coi al Berklee college di Boston). È attivo come sassofonista e compositore in numerosi gruppi e si esibisce regolarmente in festival, rassegne e club in Italia e all'estero. Ha pubblicato numerosi dischi sia come leader che come sideman, come "Dissolvenze" per Improvvisatore Involontario. È direttore artistico del festival Val D'Agri jazz. È docente di musica d'insieme e sassofono all'accademia Siena jazz. Valeria Sturba: polistrumentista, cantante e compositrice - diplomata in violino, suona theremin, tastierine, minisynth, ed ama stropicciare in modo creativo effetti elettronici, looper e giocattoli sonori assortiti. Gli orizzonti musicali di Valeria Sturba spaziano dalla canzone d'autore al rock al jazz, dal tango all'improvvisazione libera, e sono sempre innervati da vivificanti tensioni minimaliste. La sua parabola artistica abbraccia esperienze diverse, dalla sonorizzazione di film muti alla registrazione di colonne sonore originali all’accompagnamento di spettacoli teatrali e reading. Ha diversi progetti in attivo, tra cui OoopopoiooO, duo surreale e dadaista che condivide con Vincenzo Vasi.  Ha partecipato a festival nazionali ed internazionali come Umbria Jazz, Electromagnetica (Cile), B-Classic (Belgio), Dancity, Milano Film Fest, Hai Paura del Buio?, RoBOt.   Ha collaborato con un gran numero di artisti, tra i quali Tristan Honsinger, Enrico Gabrielli, John De Leo, Fabrizio Puglisi, Mauro Ottolini, Cristina Donà, Médéric Collignon, Stefano Benni, Hamid Drake, Lino Guanciale, Ermanno Cavazzoni, Anna Maria Hefele, Giancarlo Schiaffini e molti altri. Ferdinando Romano: dopo il diploma al conservatorio "L. Cherubini" di Firenze e gli studi di composizione, ha completato la sua formazione in Svizzera dove ha avuto modo di studiare con Enrico Fagone e alcuni tra i migliori solisti internazionali del suo strumento. Ha pubblicato con l’Arcadia Trio di Leonardo Radicchi il disco "Don’t call it justice" (AlfaMusic 2019) che ha dato il via alla collaborazione con il grande trombonista americano Robin Eubanks. Lanciato discograficamente da Paolo Piangiarelli (Philology Records, Premio Massimo Urbani) nel 2010 ha pubblicato insieme al chitarrista Marco Poggiolesi i dischi “Tandem” (Philology 2010) e “Tandem. A ruota libera” (Dodicilune 2013). Ha lavorato anche come autore di musiche per film e spettacoli teatrali, scrivendo anche per orchestra e ensemble di archi. Nel 2017 vince il bando InJam presso Siena Jazz studiando con il trombonista Glenn Ferris e il sassofonista Logan Richardson. Viene insignito della borsa di studio per i migliori allievi durante i seminari estivi di Siena Jazz. Recentemente ha registrato il nuovo disco con il suo progetto “Totem feat. Ralph Alessi”, l’album uscirà in primavera per l’etichetta norvegese Losen Records. Svolge un’intensa attività live e in studio, collaborando con numerosi jazzisti della scena italiana e internazionale.  Ha suonato in numerosi club, festival e sale da concerto in tutta Europa.  
3
Feb
cinziaguidetti::notizie
254 letture - Share

In “BLUES FIRES” n° 273, il programma ideato e condotto da BRUNO POLLACCI,CHE PER LA CONCOMITANZA DI ORARIO CON UNA PARTITA DEL PISA (Punto Radio è la radio ufficiale del Pisa calcio), SARA' ECCEZIONALMENTE ASCOLTABILE VENERDI 31 GENNAIO DALLE 19,30 in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast anche su www. animajazz.eu .saranno protagonisti gli artisti, in ordine: In "BLUES FIRES" No. 273, the program conceived and conducted by BRUNO POLLACCI ,THAT FOR THE CONCOMITANCE OF TIME WITH A PISA MATCH (Punto Radio is the official radio of Pisa Calcio), IT WILL BE EXCEPTIONALLY LISTENING ON FRIDAY 31 JANUARY FROM 9.30 p.m. (italian hour) on streaming on www.puntoradio.fm and in immediate podcast also on www. animajazz.eu .The artists will be the protagonists, in order: 1- MUDDY WATERS – CD “The Lost Tapes” - “Walking Thru The Park” (Blind Pig Records); 1a foto a sinistra 2- SUPER CHIKAN – CD “Sum' Mo' Chikan” - “Yard Boy Blues” (2007 - Vizztone Records); 1a foto a destra 3- CW AYON – CD “What They Say” - “What They Say” ; 1a foto 1a fila sotto 4- CLIMAX BLUES BAND – CD “Hands Of Time” - “Ain't That A Kick In The Head” 2019; 3a foto 1a fila sotto 5- TRAVELLIN' BLUE KINGS – Single: “Into the Night” (dal CD “Wired Up”) ; 2a foto 1a fila sotto 6- KELLY BELL BAND – CD “Know My Name” - “Good Thing” 2019; 3a foto 2a fila sotto 7- ANTHONY GOMES – CD “Peace, Love & Loud Guitars” - “Peace, Love & Loud Guitars” 2018 (Jamal The Moroccan); 1a foto 2a fila sotto 8- BERNARD ALLISON – CD “Songs From The Road” - “You're Gonna Need Me” (Ruf Records); 2a foto 2a fila sotto Ricordiamo che "BLUES FIRES" si può ascoltare VENERDI alle 19,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu e sarà possibile fare il download gratuito della puntata dall' area podcasts. Buon ascolto. "BLUES FIRES" in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa. http://accademiadartedipisa.jimdo.com .
29
Gen
animajazz::blues fires
235 letture - Share

Nella puntata n° 903 di “ANIMAJAZZ”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda MARTEDI 28 Gennaio alle 20,30, su PUNTORADIO, anche in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu saranno protagonisti della serata, in ordine: 1 – DAVE STRYKER – CD “Eight Track Christmas” - “Sleigh Ride”; 1a foto a sinistra 2 – JOSHUA BREAKSTONE – CD “Children of Art” – “The Break Through”; 1a foto a destra 3 – TED QUINLAN – CD “Absolutely Dreaming” - “X Marks The Spot” ; 2.a foto 1a fila sotto 4 – REBECCA ANGEL – Single: “Santa Baby”; 3a foto 1a fila sotto 5 – OK BELLEZZA – CD “The Goods” - “ Detective Saridon” -Emme Record; 2a foto 1a fila sotto 6 – ORI BAREL – CD “Centrifugal Force” - “Centrifugal Force Part 2” ; 3a foto 2a fila sotto 7 – SEACIRCLE – CD “Beneath The Waves” - “Loyangalani” (Filibusta Records); 1a foto 2a fila sotto 8 – ICEFIRE Quartet – CD “Icefire Quartet” - “ Avanti, marsh!” (Abeat); 2a foto 2a fila sotto Ricordiamo che "ANIMAJAZZ" si può ascoltare MARTEDI alle 20,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu e potrà essere effettuato il "DOWNLOAD" della puntata, gratuitamente, dall'area podcasts. Buon ascolto. "ANIMAJAZZ"in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa.http://accademiadartedipisa.jimdo.com
24
Gen
animajazz::animajazz
538 letture - Share

Nella puntata n° 272 di “BLUES FIRES”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda VENERDI 24 Gennaio alle 20,30 su PUNTO RADIO, anche in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm , saranno protagonisti, nell'ordine, i seguenti artisti: 1- LARRY CARLTON & ROBBEN FORD . CD “Unplugged” - “Cold Gold”; 1a foto a sinistra 2- ERIN HARPE and The Delta Swingers – CD “Love Whip Blues” - “M&O Blues”; 1a foto a destra 3- MICHELE D'AMOUR & The Love Dealers - CD “Xmas Album” - “Bring My Baby Back”; 1a foto 1a fila sotto 4- CASH McCALL- (Single) “One Who's Got A Lot”; 3a foto 1a fila sotto 5- AMY HART – CD “Congratulations” - “Put Me Back” (Vizztone); 2a foto 1a fila sotto 6- PAUL MACMANNUS And The Old Timers – CD “Paul Macmannus and the Old Timers” - “; 3a foto 2a fila sotto 7- MARK CAMERON – CD “On A Roll” - “On Your Way To The Top”; 1a foto 2a fila sotto 8- BENNY TURNER - (Single) “Who Sang It First”; 2a foto 2a fila sotto Ricordiamo che "BLUES FIRES" si può ascoltare VENERDI alle 20,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu e sarà possibile fare il download gratuito dall'area podcasts. Buon ascolto. "BLUES FIRES" in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa. http://accademiadartedipisa.jimdo.com .
23
Gen
animajazz::blues fires
316 letture - Share

Nella puntata n° 902 di “ANIMAJAZZ”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda MARTEDI 21 Gennaio alle 20,30, su PUNTORADIO, anche in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu saranno protagonisti della serata, in ordine: 1 – MARTINO VERCESI – CD “New Thing” - “First Coffee Break”; 1a foto a sinistra 2 – JUDE LINDY and The Hot Swing Propellers – CD "Shine!" - “Happy Feet”; 1a foto a destra 3 – THE FRED HERSCH Trio – CD “Whirl” - Whirl”; 2.a foto 1a fila sotto 4 – MAJARA (Pippi Dimonte)- CD “Majara” - “Natiwa”; 3a foto 1a fila sotto 5 – PAOLO DAMIANI – CD “Silenzi Luterani” - “Canto Eretico” (Alfamusic); 2a foto 1a fila sotto 6 – JENNA MARIE PINARD & JAY HOO – CD “Here and Now” - “Polaroid”; 3a foto 2a fila sotto 7 – TUCKER BROTHERS – CD “Two Parts” - “Paisley”; 1a foto 2a fila sotto Ricordiamo che "ANIMAJAZZ" si può ascoltare MARTEDI alle 20,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu e potrà essere effettuato il "DOWNLOAD" della puntata, gratuitamente, dall'area podcasts. Buon ascolto. "ANIMAJAZZ"in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa.http://accademiadartedipisa.jimdo.com
19
Gen
animajazz::animajazz
777 letture - Share

Nella puntata n° 271 di “BLUES FIRES”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda VENERDI 17 Gennaio alle 20,30 su PUNTO RADIO, anche in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm , saranno protagonisti, nell'ordine, i seguenti artisti: 1- TINSLEY ELLIS – CD “Ice Cream In Hell” - “Hole In My Heart” (Alligator); 1a foto a sinistra 2- BETTY FOX BAND – CD “Peace in Pieces” - “Peace In Pieces“; 1a foto a destra 3- WEE WILLIE WALKER & The ANTHONY PAULE Soul Orchestra - CD “After A While” - “Romance In The Dark”; 1a foto 1a fila sotto 4- THE R.D. OLSON BAND – CD “Keep Walking Woman” - “Johnnie Walker”; 3a foto 1a fila sotto 5- SUNDAY WILDE – CD “Blueberries and Grits” - “Mommas Drinkins Done”; 2a foto 1a fila sotto 6- ANNEE 2CU BLUES BAND – CD “Down the Line (Live at Blockhouse Bay)” - “Don't You Lie To Me”; 3a foto 2a fila sotto 7- PIERCE DIPNER & Shades Of Blues – EP “Get Out Of Your Life” - “ Going Down”; 1a foto 2a fila sotto 8- GEORGIA RANDALL – CD “Help Wanted” - “Put it Down”; 2a foto 2a fila sotto Ricordiamo che "BLUES FIRES" si può ascoltare VENERDI alle 20,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu e sarà possibile fare il download gratuito della puntata dall' area podcasts. Buon ascolto. "BLUES FIRES" in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa. http://accademiadartedipisa.jimdo.com .
14
Gen
animajazz::blues fires
359 letture - Share

Marco Di Battista presenta in rete la musica del Modular Art Collective Sono online i primi due video dell'innovativo progetto voluto dal pianista e compositore jazz Marco Di Battista Il Modular Art Collective si presenta al pubblico con i primi due video prodotti durante la registrazione dei brani del disco in uscita nei prossimi mesi. Il Modular Art Collective è l'organico voluto dal pianista jazz, compositore e didatta Marco Di Battista. Un’idea innovativa, un laboratorio democratico di idee musicali condivise con la finalità di produrre musica d'arte e d'improvvisazione senza steccati di genere. Si tratta di Adamantio, brano firmato da Andrea Di Marcoberardino, e Due, composto da Francesco Spinazza: i video sono stati prodotti dal team di Jazz Convention e riprendono il Modular Art Collective all'opera nelle sale di registrazione degli Skunk Studios. I link per vedere i due video sono i seguenti: Adamantio. www.youtube.com/watch?v=iL2zk1pwwaA Due. www.youtube.com/watch?v=w0E15I84mRQ Un’idea innovativa e democratica, come si diceva sopra. L'organico strumentale del Modular Art Collective è composto da giovani musicisti di estrazione diversa ma inclini alla sperimentazione e alla ricerca di nuove possibilità espressive: nel collettivo, convergono musicisti che si sono distinti tanto per le qualità esecutive quanto, e soprattutto, per una visione artistica in grado di dare vita a soluzioni non scontate. Come rivela il suo stesso nome, l'organico del Modular Art Collective è aperto e modulabile: di volta in volta, l'autore adegua l’ensemble alle esigenze della sua composizione. Ai giovani componenti dell’organico si affianca un team di supervisione composto da musicisti esperti, guidati da Marco Di Battista, coordinato da Marcello Malatesta per la registrazione in studio e per l'organizzazione logistica. Al loro fianco, sono presenti anche il chitarrista Franco Finucci e il critico musicale Fabio Ciminiera, in qualità di supporto alle attività dell'organico. Le finalità musicali del Modular Art Collective sono la composizione, l’arrangiamento e la direzione di brani originali: brani che possono essere elaborati da uno più o membri dell’organico con la sola “regola” che l'autore del brano svolga solamente il ruolo di arrangiatore e direttore senza eseguire la propria opera come strumentista. Nel corso della costruzione del repertorio, possono essere inclusi brani di compositori esterni al Modular Art Collective che chiedano di prestare la propria opera alla formazione, purché si tratti di musica originale. Nel corso del 2020, il Modular Art Collective sarà impegnato nel completamento dei brani che costituiranno il disco dell'organico e in una intensa attività di promozione con concerti e showcase nei contesti più significativi della scena musicale italiana.
10
Gen
Fabio Ciminiera::notizie
179 letture - Share

Nella puntata n° 901 di “ANIMAJAZZ”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda MARTEDI 14 Gennaio alle 20,30, su PUNTORADIO, anche in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu saranno protagonisti della serata, in ordine: 1 – CARMEN SOUZA – CD “The Silver Messengers” - “Nutville”; 1a foto a sinistra 2 – AARON DOLMAN – CD “Nostalgia and Other Fantasies” - “Willow Bunch”; 1a foto a destra 3 – ACQUAPHONICA / FEDERICA COLANGELO – CD “Endless Tail” - “Frammenti”; 2.a foto 1a fila sotto 4 – LASZLO GARDONY – CD “La Marseillaise” - “On The Spot” (Improvised Piece)” ; 3a foto 1a fila sotto 5 – SIRKIS/BIALAS IQ – CD “Our New Earth” - “If Pegasus Had One Wing (He would Fly In Spirals)” (Moonjune Records), d; 2a foto 1a fila sotto 6 – MAURIZIO MECENERO Quintet – CD “Inside Dreams” - “Borderline” - ; 3a foto 2a fila sotto 7 – CHIARA MINALDI - CD “Le parole hanno un'anima” - “Interstellare” ; 1a foto 2a fila sotto Ricordiamo che "ANIMAJAZZ" si può ascoltare MARTEDI alle 20,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu e potrà essere effettuato il "DOWNLOAD" della puntata, gratuitamente, dall'area podcasts. Buon ascolto. "ANIMAJAZZ"in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa.http://accademiadartedipisa.jimdo.com
10
Gen
animajazz::animajazz
578 letture - Share


In collaborazione con
ACCADEMIA D'ARTE
DI PISA
AnimaJazz”, e “Blues Fires” vanno in onda su Punto Radio, 91.6 Mhz e 91.1 Mhz e sono ascoltabili via web su www.puntoradio.fm negli orari:
ANIMAJAZZ”: il martedì dalle 20:30 alle 21:25;
BLUES FIRES” il venerdi dalle 20:30 alle 21:25;
Contatti: info@animajazz.eu
AnimaJazz Podcasts:
      15/09/2020: animajazz 936
      14/09/2020: blues fires 305
      08/09/2020: animajazz 935
      07/09/2020: blues fires 304
      01/09/2020: animajazz 934
      31/08/2020: blues fires 303
      25/08/2020: animajazz 933
      24/08/2020: blues fires 302
      18/08/2020: animajazz 932
      17/08/2020: blues fires 301
      11/08/2020: animajazz 931
      10/08/2020: blues fires 300
      04/08/2020: animajazz 930
      03/08/2020: blues fires 299
      28/07/2020: animajazz 929
      20/09/2009: Speciale 1  
Prossimi eventi musicali: