domenica 16 Marzo 2014 ore 15:00
JAM DAY per JAZZ A MIRA 2014

JAM Day
ore 15.00-20.00
Auditorium della Biblioteca di Oriago (VE), Ex Cinema Italia

ore 15.00-17.00
Allievi della scuola Thelonious Monk di Mira

MONK INDIGO
diretto da
MAURO BORDIGNON

Michele Miranese, sax
Giuseppe Martinato, chitarra
Francesco Torricelli, chitarra
Davide Gavagna, basso
Alessandro Aviazzi, contrabbasso
Giovanni Mantineo, batteria

THE GEORGE SEPTET
diretto da
ALESSANDRO FEDRIGO

Elena Bottaro, voce
Daniel Salinas, sax
Alessandro Ligorio, tromba
Marco Sandano, piano
Enrico Antonello, chitarra
Alessandro Fiori, contrabbasso
Nicola Spangaro, batteria

THE RIVIERA'S METRONOMES
diretto da
ALESSANDRO FEDRIGO

Luciano Canton, tromba
Roberta Doni, sax
Diego Cabrele, sax
Lionello Negri, chitarra
Nicola Novello, basso
Jacopo Matteucci, batteria

THE YOUNG CLUSTERS
diretto da
NICOLA PRIVATO

Anna Bacciolo, sax
Matteo Zennaro, chitarra
Simone Martini, basso
Tommaso Bobbo, batteria
Filippo Pesce, batteria

*

ore 17.00-19.00

Ensemble Elettrofoscari - Università Ca' Foscari di Venezia
Prof. Daniele Goldoni, tromba
Jacopo Giacomoni, sassofono
Eleonora Del Grosso, tastiera
Massimiliano Cappello, chitarra elettrica
Carlo Siega, chitarra elettrica
Marco Centasso, contrabbasso
Raul Catalano, batteria


Big Band UniPd - Università degli Studi di Padova
Maestro/Direzione
Alessandro Fedrigo

Trombe
Ludovico Rinco Dimitri Tormene, Giovanni Vettore, Benedetto Ruperti, Riccardo Vidotto
Sassofoni
Giacomo Gasparotti, Simone Silvestrini, Carlo Bravin, Ezio Torassa, Mattia Soloperto, Roberto Raga, Luigi Quintieri, Francesco Guidolin, Alessandro Dotto
Tromboni
Marco Convertino, Mattia Zago, Davide Costantini

Pianoforte
Giordano Giordani

Basso elettrico/contrabbasso
Alessandro Arcuri
Batteria
Benedetto Frizziero

Ingresso libero e gratuito.


*

ore 22.00
Ostaria “Dai Kankari” di Marano di Mira (VE)

Open live set + jam session
Moment’s Notice
Fabio Perina, sax
Umberto Basili, piano
Stefano Scandolaro, basso/contrabbasso
Enrico Fabris, batteria

Ingresso libero e gratuito.

Auditorium della Biblioteca di Oriago e Ostari Dai Kankari di Marano
Oriago (VE), e Marano (VE)

Biblioteca di Oriago, Ex Cinema Italia, via Venezia 171/172, 30034 Oriago (VE) – tel. 041429394 Ostaria “Dai Kankari”, via Fossa Donne 93, 30034 Marano di Mira (VE) – tel. 041 479594

La rassegna si chiude domenica 16 marzo con il “JAM Day” con due appuntamenti a ingresso libero e gratuito.
La scuola di musica Thelonious Monk, cuore e anima del ‘Jazz a Mira’, conosciuta in tutta Italia come uno dei centri più importanti dedicati al jazz, festeggia il decennale attraversando la storia della musica del Novecento; quattro formazioni coordinate da tre docenti saliranno sul palco presso l’auditorium della Biblioteca di Oriago (dalle 15.00 alle 17.00): “Monk Indigo” diretta da Mauro Bordignon, “The George Septet” e “The Riviera’s Metronomes” dirette da Alessandro Fedrigo, infine “The Young Clusters” diretta da Nicola Privato.
A seguire (dalle 17.00 alle 19.00), l’ensemble Elettrofoscari dell’Università Ca’ Foscari di Venezia; coordinato dal professor Daniele Goldoni, il gruppo è costituito da studenti-musicisti e propone un repertorio originale in cui non manca l’approccio improvvisativo. Infine, la Big Band UniPD dell'Università degli Studi di Padova, progetto diretto dal bassista e compositore Alessandro Fedrigo, è formato da studenti, personale docente e amministrativo. Il loro repertorio comprende brani con arrangiamenti originali, tra gli altri di Ettore Martin, Daniele Santimone e Marcello Tonolo.
La programmazione di JAM chiuderà presso Ostaria “Dai Kankari” di Marano di Mira (ore 22.00); il quartetto “Moment’s Notice” con Fabio Perina (sax), Umberto Basili (piano), Stefano Scandolaro, (basso/contrabbasso)e Enrico Fabris (batteria) proporrà un live set cui seguirà una jam session aperta al pubblico.

INGRESSO LIBERO E GRATUITO A TUTTI GLI APPUNTAMENTI DELLA GIORNATA.

Info: 3460809542

*

Info
www.jazzamira.it
www.facebook.com/jazzamira
info@jazzamira.it

Benvenuto su www.animajazz.eu/wordpress.
Il sito di AnimaJazz è un “contenitore di programmi radiofonici” specifici di musica Jazz & Blues, ideati e curati da Bruno Pollacci.: “ANIMAJAZZ”: dedicato al Jazz strumentale e vocale italiano ed internazionale; “BLUES FIRES”: dedicato al Blues italiano ed internazionale. All'interno dei programmi trovano spazio tutte le poliedriche “anime“ del Jazz e del Blues, da quella tradizionale a quelle contemporane, d'avanguardia e di ricerca, non trascurando le cosiddette “contaminazioni“, siano esse provenienti dal “Rock“, dall'“Etnica“, dal “Pop” o dalla “Classica“. Pur proponendo la musica degli artisti nazionali ed internazionali più prestigiosi, acclamati e storicizzati, gli intenti dei programmi sono inoltre quelli di porsi come punto di riferimento per la promozione dei nuovi talenti emergenti, indipendentemente dalla loro età, fornendo loro opportunità per la proposta radiofonica e web della loro musica e favorendo supporto logistico per la proposta “live“. Il sito di AnimaJazz, si affianca alle trasmissioni come ulteriore “cassa di risonanza“, per avvalersi della potenzialità informativa della rete ai fini culturali di diffusione e valorizzazione della musica. Animajazz e Blues Fires sono ascoltabile anche via WEB in podcast da questo sito e collegandosi negli orari di programmazione a www.puntoradio.fm.

Giovedì 30 agosto 2018, alle 19.30, Aldo Franceschini e Fabio Ciminiera presentano "In prima persona, Aldo Franceschini" al Pala Dean Martin di Montesilvano, nell'ambito della Rassegna "Cinema è Cultura" organizzata da Mondo Raro. L'incontro è ad ingresso gratuito. Uomo di palco e di diplomazia per Pescara Jazz, contrabbassista dei Nassa, promoter per case discografiche, ascoltatore appassionato. Aldo Franceschini vive ed ha vissuto sempre in mezzo alla musica. Nelle maniere più disparate e sorprendenti, in situazioni eroiche e del tutto diverse da quelle di oggi. "In prima persona, Aldo Franceschini" rappresenta una riflessione possibile, condotta attraverso i suoi ricordi. Il risultato è un breve e partecipato racconto musicale sul filo degli aneddoti, delle esperienze e delle riflessioni, uno sguardo tra passato, presente e futuro per cogliere differenze e similitudini nel modo di vivere la musica - ma anche la letteratura o l'arte - con passione, un invito divertente e divertito a non accontentarsi di quello che passa il convento. "In prima persona, Aldo Franceschini" raccoglie perciò una vicenda caratterizzata da una serie di incontri con musicisti di altissimo livello, incontri dal taglio molto particolare: vissuti in prima persona, appunto, e secondo modalità mai scontate o prevedibili. Una storia irripetibile per l'incrocio di combinazioni e, soprattutto, per l'atteggiamento scanzonato del protagonista. Un racconto in equilibrio tra memoria, spensieratezza e musica. Trattenere gli episodi vissuti da Aldo Franceschini consente di non disperdere un patrimonio davvero prezioso di ricordi. La vitalità e lo spirito con cui sono stati vissuti e raccontati spogliano, poi, la narrazione della patina normalmente associata ad ogni lavoro basato sulla memoria. "In prima persona, Aldo Franceschini" completa il percorso avviato da Il tempo di un altro disco e proseguito con La musica non è scontata. Tre prospettive differenti per raccontare i cambiamenti nell'approccio alla musica e per ragionare sulle conseguenze - positive e negative - di ogni evoluzione tecnologica o umana sulla curiosità e sullo sviluppo dei nostri gusti. Fabio Ciminiera fa parte, dal 2002, del team di Jazz Convention (www.jazzconvention.net) e autore dei programmi di Jazz Convention on TV, si occupa di jazz e, in generale, di musica in ruoli diversi: conduttore radiofonico e televisivo, redattore e critico, ufficio stampa e organizzatore di concerti. Dal 2007 al 2016 ha fatto parte dello staff del Pescara Jazz Festival. Nel 2014, ha pubblicato Il tempo di un altro disco e, nel 2015, La musica non è scontata, i due volumi che insieme a In prima persona costituiscono un percorso unitario, una riflessione sfaccettata e plurale sul rapporto attuale tra ascoltatori e musica. In precedenza, nel 2009, aveva dato alle stampe, per Ianieri Edizioni, il libro Le Rotte della musica, dedicato ai suoni e ai protagonisti della vita musicale del Mediterraneo. Ha collaborato con Mediterranea on line e Strumenti & Musica. Ha condotto, insieme a Ferruccio Benvenuti, la trasmissione televisiva Jazz-a-Like in onda su TV6 e, dal 2018, presenta la trasmissione quotidiana "Jazz. Un disco al giorno", dedicata alle novità discografiche del mondo del jazz, su RadiostART (www.radiostart.it). Dal 2016, infine, cura #playlist, la sezione musicale del FLA Pescara Festival.
29
Ago
Fabio Ciminiera::notizie
67 letture - Share

Il collettivo Improvvisatore Involontario è orgoglioso di presentare "Animal Love", il primo disco del Glenn Ferris Italian Quintet che esce ufficialmente oggi, lunedì 27 agosto 2018, per la propria etichetta. Il gruppo ha suonato per la prima volta insieme nel 2015 in occasione del Volterra Jazz Festival. Da subito si è stabilito un forte feeling umano e musicale tra il leader e gli altri componenti della band. L'album nasce per iniziativa dello stesso Ferris che, dopo varie collaborazioni per una serie di concerti, ha voluto suggellare con questo lavoro il legame che si era creato tra i cinque musicisti Glenn Ferris (trombone), Mirco Mariottini (clarinetto), Giulio Stracciati (chitarra), Franco Fabbrini (basso) e Paolo Corsi (batteria). In repertorio otto brani di cui cinque firmati dal leader Ferris; uno “Five in China”, da Mirco Mariottini; uno, “W Ernest” da Franco Fabbrini, e uno tratto dalla grande tradizione jazzistica: “Saint James Infirmary”. L’album è caratterizzato da un forte impianto ritmico sostenuto autorevolmente da basso e batteria, mentre la front-line si sbizzarrisce in interventi ora solistici ora di insieme che evidenziano l'assoluta originalità degli arrangiamenti e del sound. Il disco è acquistabile in formato digitale sul sito di Improvvisatore Involontario al seguente link: https://www.improvvisatoreinvolontario.com/shop/70/animal-love-glenn-ferris-italian-5et Prossimamente sarà disponibile su CD Baby e anche in formato fisico su Jazzos. Per info: http://improvvisatoreinvolontario.com info@improvvisatoreinvolontario.com Ulteriori info sul progetto:  http://gfitalianquintet.wixsite.com/gfi5 Pagina Facebook: https://www.facebook.com/GlennFerrisItalianQuintet/ Glenn Ferris (Los Angeles, California): trombonista jazz, ha suonato anche altri generi musicali con artisti com Frank Zappa, Tim Buckley, Stevie Wonder, James Taylor, Duran Duran e altri. Studia musica classica dal 1958 al 1967, e dal 1964 inizia l'apprendimento della musica jazz con Don Ellis.Ha continuato a esibirsi con una varietà di musicisti americani in vari generi prima di trasferirsi in Francia nel 1980. Qui ha lavorato con Tony Scott, Brotherhood of Breath, Henri Texier e altri.Qui il link con una biografia dettagliata http://www.glennferris.com/biography_151.htm Mirco Mariottini: clarinettista. Ha collaborato con musicisti come John Taylor, Glenn Ferris, Paul McCandless, Tony Scott, Sainkho Namtchylak, William Parker, James Newton, Butch Morris, Sadiq Bey, Antonello Salis, Chris Laurence, Michele Rabbia, Diana Torto, Paolino Dalla Porta e Stefano Battaglia."Clarinettista dalla vis interiore e dirompente” (Musica Jazz), “tra le personalità emergenti più interessanti dell’odierno panorama jazzistico nazionale” (Anima Jazz), “insieme forte e leggero, capace di imprimere allo strumento vive e suggestive serpentine” ( JazzIt), “con proprietà d’espressione e fraseggio armonioso si invola il ben inanellato delineare di Mariottini ai clarinetti, che denota sentimento e si effonde con vivace nitidezza e prestante e avvincente scioltezza” (Italian Sound Company), “con il suo periodare dall’andamento raffinato e sinuoso, ora morbido, ora intenso, dalle digressioni che ascendono con ubertoso e sensibile profondere” (Basimedia Magazine), “strumentista estremamente duttile e tecnicamente straordinario, dotato di uno stile poliedrico e di un fraseggio visionario....e dal gusto melodico non comune”(Musica Jazz).cd baby Giulio Stracciati: chitarrista senese da 24 anni docente di chitarra e musica di insieme presso l'associazione Siena jazz . E’ direttore artistico e docente di Volterra Jazz. Ha all’attivo 14 dischi a suo nome pubblicati e distribuiti in tutto il mondo. Ha scritto colonne sonore per documentari (RAI e altre reti) e musica per istallazioni e vernissage. Ha inoltre collaborato per la realizzazione di circa 60 dischi come side man. Ha suonato con Enrico Rava, Paolo Fresu, Kenny Wheeler,  Ares Tavolazzi, Stefano Cocco Cantini, Massimo Urbani, Roberto Gatto, Paul Wertico e molti altri. Ha realizzato concerti in festival e jazz club in Tutta Europa. Franco Fabbrini: compositore e polistrumentista eclettico, capace di calarsi brillantemente nei più diversi generi musicali: contaminazione e versatilità gli ingredienti principali del proprio stile. Lunghissima la lista di musicisti e band con i quali ha collaborato e prodotto cd in veste di esecutore, compositore e arrangiatore e con i quali ha svolto un'intensa attività concertistica in tutta Europa. Tra i musicisti con cui ha suonato: Glenn Ferris, Michael Blake, Enrico Rava, Nir Felder, John Ramsay, Thomas Agergaard, Paolo Fresu, Klaus Lessmann. Insegna basso elettrico e musica d’insieme alla Siena Jazz University dal 2012. Paolo Corsi: batterista e  percussionista aperto, curioso e istintivo, un ricercatore a trecentosessanta gradi, concepisce il suo stile personale come fusione di tecnica, suoni e linguaggi. Affascinato dall’aspetto timbrico conduce una personale ricerca sulle sonorità, inserendo nel suo live-set percussioni e oggetti di ogni tipo associandoli a sintesi elettronica, campionamenti e interfacciamenti  MIDI. Alcuni musicisti con i quali ha suonato sono: Otmaro Ruiz, Bob Mintzer, Ted Curson, Mike Stern, Glenn Ferris, Larry Schneider, Sheldon Gomberg, Gabin Dabiré, Nguyen Le, Stefano Battaglia, Paolo Fresu, Gabriele Mirabassi, Bruno Tommaso, Danilo Rea, Mauro Grossi. Insegna prassi esecutive e musica d’insieme alla Siena Jazz University dal 2014.  
27
Ago
cinziaguidetti::notizie
79 letture - Share

Nella puntata n° 199 di “BLUES FIRES”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda Lunedi 27 Agosto alle 20,30 su PUNTO RADIO, anche in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm , saranno protagonisti, nell'ordine, i seguenti artisti: 1- ELVIN BISHOP's Big Fun Trio – CD “Something Smells Funky” - “Thats The Way Willy Likes It” (Alligator) ; 1a foto a sinistra 2- DENNIS JONES BAND - “We 3 Live” - “Blue OverYou”; 1a foto a destra 3- MICHAEL LANDAU – CD “Rock Bottom” - “We All Feel The Same” (2018); 1a foto 1a fila sotto 4- JAY KAY & Blues Gang – CD “Gone For Good” - “Got The Blues” (2018); 3a foto 1a fila sotto 5- HANNAH WICKLUND & THE STEPPIN STONES – CD “Hannah Wicklund & The Steppin Stones” - “Crushin” (2018); 2a foto 1a fila sotto 6- LYNDA CARTER – CD “Red Rock N' Blues” - “Who's Foolin' Who” 2018; 3a foto 2a fila sotto 7- ANTHONY GERACI – CD “Why Did You Have To Go” - “Fly On The Wall”; 1a foto 2a fila sotto 8- MITCH LADDIE BAND – CD “Another World” - “Home” (2018); 2a foto 2a fila sotto 9- SHARI PUORTO – CD “Live At Bogie's” - “Damn Shame (Live)”; 1a foto 3a fila Ricordiamo che "BLUES FIRES" si può ascoltare Lunedi alle 20,30 in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu e sarà possibile fare il download dal sito di “Animajazz”, area podcasts. Buon ascolto. "BLUES FIRES" in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa. http://accademiadartedipisa.jimdo.com .
25
Ago
animajazz::blues fires
74 letture - Share

Nella puntata n° 828 di “ANIMAJAZZ”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda GIOVEDI 23 Agosto alle 19,30, su PUNTORADIO, anche in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu saranno protagonisti della serata, in ordine: 1 – ENRICO INTRA – CD “Gregoriani e Spirituals” - “Gillo” (Alfamusic); 1a foto a sinistra 2 – ALLEN AUSTIN-BISHOP – CD “No One Is Alone” - “What Are You Doing The Rest Of Your Life”; 1a foto a destra 3 – FABIO TULLIO – CD “Tales From Within” - “Tunin Tune” (AMA Edizioni); 2.a foto 1a fila sotto 4 – FLOW (WILL ACKERMAN, FIONA JOY, LAWRENCE BLATT, JEFF OSTER) – CD “Flow” - “Waiting for Sunshine”; 3a foto 1a fila sotto 5 – PAOLA LORENZI, PEDRO MENA PERAZA – CD “En La Imaginacion. Jazz Tribute To Maria Valdes” - “Palabras” (Dodicilune); 2a foto 1a fila sotto 6 – STUART McCALLUM – CD “Solitude” - “Newton” (Edition); 3a foto 2a fila sotto 7 – YOKO MIWA Trio – CD “Pathways” - “Was It Something I Said”; 1a foto 2a fila sotto 8 –AIRBORNE - “Summer Music Collection” - “Out Of The Blue” (Tilt Records) ; 2a foto 2a fila sotto 9 – FRANK MAROCCO – CD “Appassionato” – “Fogo No Baile”; 3a foto 2a fila sotto Ricordiamo che "ANIMAJAZZ" si può ascoltare GIOVEDI alle 19,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm e potrà essere effettuato il "DOWNLOAD" della puntata, gratuitamente, dal sito di "ANIMAJAZZ", area podcasts. Buon ascolto. "ANIMAJAZZ"in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa.http://accademiadartedipisa.jimdo.com
21
Ago
animajazz::animajazz
183 letture - Share

Nella puntata n° 198 di “BLUES FIRES”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda Lunedi 20 Agosto alle 20,30 su PUNTO RADIO, anche in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm , saranno protagonisti, nell'ordine, i seguenti artisti: 1- FENTON ROBINSON – CD “I Hear Some Blues Downstairs” - “West Side Baby” (Alligator); 1a foto a sinistra 2- BLUES QUEEN – CD “Lady In Blues” - “Down By The Riverside” (2018); 1a foto a destra 3- ONE DIME BAND – CD “Gonna Take Sweet Time” - “Crumbled To Dust” (2017); 1a foto 1a fila sotto 4- BRIGITTE PURDY – CD “Still I Rise” - “Home Is In My Heart” 2018; 3a foto 1a fila sotto 5- OMAR & THE HOWLERS – CD “Zoltar's Walk” - “Stay Out Of My Yard” (2017); 2a foto 1a fila sotto 6- BUDDA POWER BLUES – CD “Back To Roots” - “King Of The Games Room” (2018); 3a foto 2a fila sotto 7- GOD OF THE BASEMENT - CD “Pistoia Blues Compilation 3 Next Generation – 2017” - “Living Soul ”; 1a foto 2a fila sotto 8- JOANNE SHAW TAYLOR – CD “Wild” - “Ready To Roll”; 2a foto 2a fila sotto 9- GLENN BRAADLAND BAND – CD “Living With the Blues” - “ I'll find someone who will” (2018); 1a foto 3a fila 10- STONEY CURTIS BAND – CD “Guitar Collection 13” - “Mulholland Shuffle”; 2a foto 3a fila Ricordiamo che "BLUES FIRES" si può ascoltare Lunedi alle 20,30 in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu e sarà possibile fare il download dal sito di “Animajazz”, area podcasts. Buon ascolto. "BLUES FIRES" in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa. http://accademiadartedipisa.jimdo.com .
18
Ago
animajazz::blues fires
84 letture - Share

Nella notte tra sabato 18 e domenica 19 agosto, a partire dalla mezzanotte, RadiostART presenta la Maratona Notturna di Jazz. Un disco al giorno con la replica di alcune delle puntate andate in onda negli scorsi mesi Jazz. Un disco al giorno è un programma di Fabio Ciminiera su RadiostART, in onda tutti i giorni dal lunedì al venerdì alle 18. Il link per ascoltare tutti i podcast è radiostart.it/blog/2017/08/27/jazz-un-disco-al-giorno/ Per ascoltare il programma basta andare su radiostart.it oppure utilizzare il player disponibile sulla pagina facebook.com/radiostart.it o la app Tunein, gratuita sia per i dispositivi Apple che Android #jazzundiscoalgiorno #maratonanotturna #jazz #RadiostART #18Agosto #mezzanotte twitter.com/fabiociminiera facebook.com/iltempodiunaltrodisco soundcloud.com/fabiociminiera instagram.com/iltempodiunaltrodisco
18
Ago
Fabio Ciminiera::notizie
65 letture - Share

Passato ferragosto, il BargaJazz Festival riparte lanciato con il concerto del noto vocalist Gegè Telesforo in compagnia del trio di Dario Deidda (venerdì 17 agosto in Piazza Angelio a Barga, ore 21:30). Cantante e batterista in attività dagli anni ottanta e conosciuto anche dal grande pubblico per le sue apparizioni televisive al fianco di Renzo Arbore, Gegè Telesforo vanta collaborazioni con i più grossi nomi del jazz e del R&B mondiale. Il suo senso del ritmo e la padronanza della tecnica di improvvisazione vocale nota come "scat" sono il tratto dominante del suo stile. Bassista fra i più dotati ed apprezzati a livello nazionale ed internazionale, Dario Deidda ha una storia simile a quelle di Telesforo: membro della band di numerose produzioni televisive ("D.O.C.", "Il caso Sanremo", "L'ottavo nano", "Roxy Bar"...), ha collaborato con importanti jazzisti italiani e stranieri e giganti della musica pop (Pino Daniele e Carl Anderson, il Giuda di Jesus Christ Superstar), oltre naturalmente a dedicarsi a numerosi progetti personali. Dopo la pubblicazione dell'album "3 From The Ghetto" nel 2002), Telesforo e Deidda decidono di realizzare in solitudine "My Favourite Strings", registrato al GrooveMaster Studio dall'ingegnere del suono Riccardo Bomarsi. Il suono dei 9 brani che compongono “My Favourite Strings” è caratterizzato dallo scarno tappeto ritmico creato dalle essenziali percussioni di GeGè, sul quale Dario disegna con i suoi strumenti tutto l’impianto melodico e armonico di questo progetto più unico che raro. Il repertorio che spazia dallo stile manuche di Bye Bye Blues, passando per lo swing irresistibile di AirMail Special di Benny Goodman, fino al groove ipnotico di un nuovo arrangiamento di Freedom Jazz Dance, sarà proposto dal vivo a Barga con l'accompagnamento di Marco De Gennaro a piano e tastiere e Stefano Costanzo alla batteria. Il concerto di venerdì 17 agosto rientra nel progetto Borghi Swing, del quale Telesforo è testimonial. Un'iniziativa ideata e promossa da I-Jazz, l’associazione che riunisce alcuni tra i più noti e seguiti festival jazz italiani, con il sostegno del MiBAC. Protagonisti sette festival jazz in tutta Italia – rassegna Jazz Visions, BargaJazz Festival, Peperoncino Jazz Festival, Fara Music Festival, Locus Festival, Udin&Jazz-Marano Lagunare, Etnica – e i borghi che li ospitano. Sette borghi selezionati per le loro caratteristiche storiche, paesaggistiche e culturali – Bagnolo e Racconigi (CN), Barga (LU), Diamante (CS), Fara in Sabina (RI), Locorotondo (BA), Marano Lagunare (UD), Vicchio (FI) – che da giugno ad agosto ospitano una programmazione di eventi che unisce musica, arte, natura ed enogastronomia. Borghi Swing nasce per innestare in luoghi dove la tradizione musicale è forte, nuove iniziative con l’obiettivo di rendere più efficace l’azione di valorizzazione di un territorio, facendo leva sulla qualità, la sostenibilità e la promozione culturale. Le proposte di Borghi Swing includono: concerti di musica jazz, pop e world music; iniziative artistiche e culturali con visite guidate al patrimonio storico; percorsi nella natura ed escursioni in mare; viaggi nei sapori alla scoperta dell’enogastronomia locale. Esperienze che legano tradizione e sperimentazione all’insegna della musica di qualità e dell’eccellenza dei luoghi. Il BargaJazz Festival proseguirà sabato 18 agosto, sempre in Piazza Angelio a Barga alle ore 21:30 con il Nico Gori Swing 10tet per una serata tutta da ascoltare e da ballare. Domenica 19 agosto dalle ore 17 sarà invece la volta di Barga IN Jazz, l'appuntamento più atteso dell'estate barghigiana in occasione del quale ogni anno il centro storico di Barga è invaso per un giorno da tantissimi musicisti di Jazz. Poi il gran finale con le serate di Jazz for Dinner (21 agosto), i due concerti al conservatorio di Santa Elisabetta (Pietro Tonolo/Paolo Birro il 22, Antonello Salis/Riccardo Fassi il 23) preceduti dall'improvvisazione con i danzatori dell'associazione ALDES accompagnati dalla chitarra di Giancarlo Bianchetti (il 22) e dall'Euphonium e dal Saxhorn di Nicolao Valiensi (il 23) e infine il XXX Concorso di Composizione e Arrangiamento per Orchestra Jazz al teatro dei Differenti il 24 e il 25 agosto.
16
Ago
animajazz::notizie
69 letture - Share

Nella puntata n° 827 di “ANIMAJAZZ”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda GIOVEDI 16 Agosto alle 19,30, su PUNTORADIO, anche in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu saranno protagonisti della serata, in ordine: 1 – COSTANZA ALEGIANI & FABRIZIO SFERRA – CD “Grace In Town” - “Three Lives Before My End” (Parco della Musica Records); 1a foto a sinistra 2 – NOSHIR MODY – CD “A Burgeoning Consciousness” - “Consequence Of The Uninitiated”; 1a foto a destra 3 – ROOTS ON BOOTS – CD “Back To The Earth” - “Symphony for a coffee machine” (A.MA Edizioni - AUAND); 2.a foto 1a fila sotto 4 – ALEX LEFAIVRE Quartet – CD “YUL” - “Skyline”; 3a foto 1a fila sotto 5 – BEATSKEY BAND – CD “Night Dream - Music By Tal Babitsky” - “When Im Walking” ; 2a foto 1a fila sotto 6 – MARCELLO CLAUDIO CASSANELLI – CD “Overtour” - “Bairro Alto” (Dodicilune Records); 3a foto 2a fila sotto 7 – ROLLER TRIO – CD “New Devices” - “Milligrammar” (Edition Records); 1a foto 2a fila sotto Ricordiamo che "ANIMAJAZZ" si può ascoltare GIOVEDI alle 19,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm e potrà essere effettuato il "DOWNLOAD" della puntata, gratuitamente, dal sito di "ANIMAJAZZ", area podcasts. Buon ascolto. "ANIMAJAZZ"in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa.http://accademiadartedipisa.jimdo.com
15
Ago
animajazz::animajazz
219 letture - Share

Nella puntata n° 197 di “BLUES FIRES”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda Lunedi 13 Agosto alle 20,30 su PUNTO RADIO, anche in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm , saranno protagonisti, nell'ordine, i seguenti artisti: 1- EDDY THE CHIEF CLEARWATER – CD “West Side Strut” - “A Good Leavin Alone” (Alligator) ; 1a foto a sinistra 2- MEG WILLIAMS – CD “Maybe Someday” . “Little Bit Of The Devil”; 1a foto a destra 3- BEN HARPER & CHARLIE MUSSELWHITE – CD “No Mercy In This Land” - “Bad Habits” (2018); 1a foto 1a fila sotto 4- JOYANN PARKER – CD “Hard To Love” - “Home” (2018); 3a foto 1a fila sotto 5- FANTASTIC NEGRITO – CD “Please Don't Be Dead” - “Plastic Hamburgers” (2018); 2a foto 1a fila sotto 6- GEORGE DYER BAND – CD “Puff the Dust” “Puff the Dust” (2018); 3a foto 2a fila sotto 7- RIVERS - CD “Pistoia Blues Compilation 3 Next Generation” - “Promises” (2017); 1a foto 2a fila sotto 8- ERIC BIBB – CD “Blues People” - “Turner_Station” (2014); 2a foto 2a fila sotto 9- DAMON FOWLER – CD “Sounds Of Home” - “TV Mama” (2014); 1a foto 3a fila Ricordiamo che "BLUES FIRES" si può ascoltare Lunedi alle 20,30 in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu e sarà possibile fare il download dal sito di “Animajazz”, area podcasts. Buon ascolto. "BLUES FIRES" in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa. http://accademiadartedipisa.jimdo.com .
12
Ago
animajazz::blues fires
124 letture - Share

Proseguono a ritmo serrato gli appuntamenti con il BargaJazz Festival con il secondo della prima serie di tre concerti: mercoledì 8 agosto al Teatro dei Differenti alle 21:30 è di scena il duo composto dal sax alto di David Binney e il pianoforte di Simone Graziano. Nato nel 1961 a Miami e trasferitosi a New York all'età di 19 anni, David Binney è un sassofonista e compositore molto attivo ed influente. Sapiente miscela di ricerca e autocontrollo, la sua musica presenta echi della lezione di maestri del passato come John Coltrane o Ornette Coleman e richiami alle moderne tendenze della struttura e dell'improvvisazione nel solco del lavoro di musicisti come Tim Berne o Steve Coleman, con il quale ha condiviso per un breve periodo la militanza nel collettivo M-Base. Altre collaborazioni di rilevo, quella con l'altro sassofonista Chris Potter (particolarmente ricca) e quelle con altri due leoni del nuovo jazz americano: Donny McCaslin e Uri Caine. Nel 2011 l'incontro con Simone Graziano, testimoniato da due album usciti per la Auand Records: Frontal e Trentacinque. Fiorentino, classe 1979, Graziano si sta affermando principalmente per le sue doti di pianista e compositore, grazie ad un tipo di musica che sta influenzando la nuova generazione di musicisti italiani. Partendo da studi classici (si è diplomato col massimo dei voti in pianoforte sotto la guida del Maestro Stefano Fiuzzi presso il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze), ha approfondito lo studio del linguaggio jazz frequentando la Berklee School of Music di Boston e conseguendo la laurea specialistica in composizione e arrangiamento jazz. Il concerto di Barga sarà quindi l'occasione per vedere all'opera talenti di una e dell'altra sponda dell'oceano, compositori originali ed improvvisatori votati alla ricerca senza dimenticare la tradizione: l'ennesima proposta per intenditori confezionata dal BargaJazz festival. Il primo ciclo di tre concerti si concluderà giovedì 9 agosto, in piazza Angelio alle ore 21:30, quando salirà sul palco il quintetto capitanato dal sassofonista Vittorio Alinari e dal trombettista Alessio Bianchi, accompagnati da una sezione ritmica ben nota agli amici del Barga Jazz Club: Simone Venturi al pianoforte, Luca Franchini al contrabbasso e Franco Mariani alla batteria.
7
Ago
animajazz::notizie
106 letture - Share


In collaborazione con
ACCADEMIA D'ARTE
DI PISA
AnimaJazz”, e “Blues Fires” vanno in onda su Punto Radio, 91.6 Mhz e 91.1 Mhz e sono ascoltabili via web su www.puntoradio.fm negli orari:
ANIMAJAZZ”: il martedì dalle 20:30 alle 21:25;
BLUES FIRES” il venerdi dalle 20:30 alle 21:25;
Contatti: info@animajazz.eu
AnimaJazz Podcasts:
      22/02/2019: blues fires 224
      19/02/2019: animajazz 854
      15/02/2019: blues fires 223
      12/02/2019: animajazz 853
      08/02/2019: blues fires 222
      05/02/2019: animajazz 852
      01/02/2019: blues fires 221
      29/01/2019: animajazz 851
      25/01/2019: blues fires 220
      22/01/2019: animajazz 850
      18/01/2019: blues fires 219
      15/01/2019: animajazz 849
      11/01/2019: blues fires 218
      08/01/2019: animajazz 848
      04/01/2019: blues fires 217
      01/01/2019: animajazz 847
      20/09/2009: Speciale 1