domenica 5 Agosto 2018 ore 21:30
CORINALDO JAZZ 2018 – venti anni di grande jazz

YELLOWJACKETS
Russell Ferrante: Keyboard
Bob Mintzer: Sax
Will Kennedy: Drums
Dane Alderson: Bass


KENNY GARRETT QUINTET
“Do your dance”
Kenny Garrett - Alto and Soprano Saxophones
Corcoran Holt - Acoustic
Samuel Laviso- Drums
Vernell Brown - Piano
Rudy Bird - Percussioni

Piazza il Terreno
Corinaldo

Piazza il Terreno

Venti anni di grande attività per il Corinaldo Jazz: un compleanno importante da non perdere quest'anno in uno dei borghi più belli d’Italia! Due i concerti per questa ventesima edizione, il 5 e il 7 di agosto nella splendida cornice della Piazza Il Terreno. L’inizio dei concerti è fissato per le 21.45 e, come tradizione vuole, saranno seguiti dalle jam session ai 9 Tarocchi.
Apriranno la rassegna gli YELLOWJACKETS domenica 5 agosto. Quattordici album alle spalle, oltre un milione di copie vendute, centinaia di concerti in tutto il mondo per gli Yellowjackets che sono la più longeva e creativa fusion band del panorama musicale. E non solo per un fatto di continuità anagrafica (il gruppo esiste dal 1977), quanto per una esplosiva spinta a sperimentare continuamente linguaggi, fusioni e contaminazioni e a rivedere il proprio orizzonte espressivo alla luce di nuove acquisizioni stilistiche. E' stato l'ingresso del sassofonista, arrangiatore e compositore Bob Mintzer a far compiere agli Yellowjackets il definitivo salto di qualità da eccellente band di fusion al perfetto ingranaggio di jazz elettro-acustico. Il loro sound e il loro stesso nome sono oggi molto più di un marchio di fabbrica: attraverso l’evoluzione della loro musica, rappresentano piuttosto un certificato di garanzia. Jazz e fusion acustica si fondono con grandissima raffinatezza in un sound compatto e preciso, con spazi, forme e dimensioni disegnati senza fatica da musicisti di calibro mondiale.
Martedì 7 agosto, a conclusione di questa breve ma intensa edizione, sarà la volta di uno dei migliori altosassofonisti di tutti i tempi: KENNY GARRETT. Nei suoi trenta anni di brillante carriera, Kenny Garrett è divenuto uno dei principali altosassofonisti della sua generazione e il più imitato al mondo. Dall'esordio con la Duke Ellington Orchestra e dalle collaborazioni con Freddie Hubbard, Woody Shaw, Art Blakey & The Jazz Messengers e Miles Davis, Garrett ha sempre apportato il suono vigoroso, melodico e inconfondibile del suo sax alto. Nella stagione 2008-2009 ha suonato nel supergruppo di Chick Corea e John McLaughlin "Five Peace Band" e ha inciso il disco che si è aggiudicato il Grammy Award nel 2010. Con l'album "Seeds From The Underground" (2012), Garrett presenta un quartetto rigorosamente acustico e un ritorno allo straight-ahead, che mette in risalto le sue straordinarie doti musicali. In Germania si aggiudica dagli Echo Awards il premio "Best International JazzSaxophone Performance". Con l'ultimo album "Pushing the World Away" riceve la nomination ai Grammy come "Best Jazz Instrumental Album". A luglio 2016 è uscito il nuovo album "Do Your Dance" che già dal titolo segnala la volontà di Garrett di continuare a far divertire il suo pubblico.

In caso di maltempo i concerti si terranno presso il Teatro Goldoni di Corinaldo.

Per informazioni 071 67782 int 236 (Ufficio Turismo); 329 4295102; roundjazz@gmail.com


( Cinzia Sabbatini - Responsabile della Comunicazione Corinaldo Jazz )


Benvenuto su www.animajazz.eu/wordpress.
Il sito di AnimaJazz è un “contenitore di programmi radiofonici” specifici di musica Jazz & Blues, ideati e curati da Bruno Pollacci.: “ANIMAJAZZ”: dedicato al Jazz strumentale e vocale italiano ed internazionale; “BLUES FIRES”: dedicato al Blues italiano ed internazionale. All'interno dei programmi trovano spazio tutte le poliedriche “anime“ del Jazz e del Blues, da quella tradizionale a quelle contemporane, d'avanguardia e di ricerca, non trascurando le cosiddette “contaminazioni“, siano esse provenienti dal “Rock“, dall'“Etnica“, dal “Pop” o dalla “Classica“. Pur proponendo la musica degli artisti nazionali ed internazionali più prestigiosi, acclamati e storicizzati, gli intenti dei programmi sono inoltre quelli di porsi come punto di riferimento per la promozione dei nuovi talenti emergenti, indipendentemente dalla loro età, fornendo loro opportunità per la proposta radiofonica e web della loro musica e favorendo supporto logistico per la proposta “live“. Il sito di AnimaJazz, si affianca alle trasmissioni come ulteriore “cassa di risonanza“, per avvalersi della potenzialità informativa della rete ai fini culturali di diffusione e valorizzazione della musica. Animajazz e Blues Fires sono ascoltabile anche via WEB in podcast da questo sito e collegandosi negli orari di programmazione a www.puntoradio.fm.

Nella puntata n° 224 di “BLUES FIRES”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda VENERDI 22 Febbraio alle 20,30 su PUNTO RADIO, anche in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm , saranno protagonisti, nell'ordine, i seguenti artisti: 1- THE JEFF HEALEY BAND – CD “House of Blues Chicago” - “Yer Blues” (2018); 1a foto a sinistra 2- WILLIE LOMAX BLUES REVUE – CD “Ribs Are Ready” - “Don't Know What I Did” (1999); 1a foto a destra 3- THE FABULOUS MURRAY BROTHERS – CD “Sing It Chap!” - “ I Want You To Want Me” (2018) 1a foto 1a fila sotto 4- BLACK CAT BISCUIT – CD “That's How The Cookie Crumbles” - “Ain't Got Nobody To Come Home”; 3a foto 1a fila sotto 5- CHARLES BROWN (+ 1999) – CD “Since I Fell For You” - “So Long” (1999); 2a foto 1a fila sotto 6- STEVE HOWELL AND THE MIGHTY MEN – CD “Good As I Been To You” - “Bad Luck Blues” (2018) ; 3a foto 2a fila sotto 7- SWEET BOURBON – CD “Night Turned Into Day” - “2nd Wallstreet” (2017); 1a foto 2a fila sotto 8- MAX DE BERNARDI & VERONICA SBERGIA – CD “Backyard Favourites” . “Delta Bound” ; 2a foto 2a fila sotto Ricordiamo che "BLUES FIRES" si può ascoltare VENERDI alle 20,30 in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu e sarà possibile fare il download dal sito di “Animajazz”, area podcasts. Buon ascolto. "BLUES FIRES" in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa. http://accademiadartedipisa.jimdo.com .
21
Feb
animajazz::blues fires
20 letture - Share

Nella puntata n° 854 di “ANIMAJAZZ”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda MARTEDI 19 Febbraio alle 20,30, su PUNTORADIO, anche in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu saranno protagonisti della serata, in ordine: 1 – BUDDY COLLETTE (with Basso-Valdambrini's Band) – CD “Buddy Collette In Italy” - “Nice Day” (1961 - Ricordi) ; 1a foto a sinistra 2 – ROBERTO MAGRIS – CD “World Gardens” - “Another More Blues”; 1a foto a destra 3 – THE 14 JAZZ ORCHESTRA – CD “ The Future Ain't What It Used To Be” - “Blue Miles”; 2.a foto 1a fila sotto 4 – EMANUELE SARTORIS – CD “I Nuovi Studi”- “Preludio II” (Dodicilune Records); 3a foto 1a fila sotto 5 – MARCO TRABUCCO Meraki Quartet – CD “Meraki” - “One For Max”; 2a foto 1a fila sotto 6 – LISA HILTON – CD “Oasis” - “Oasis”; 3a foto 2a fila sotto 7 – JENTSCH GROUP NO NET – CD “Topics in American History” - “Meeting at Surratt's” (B&K); 1a foto 2a fila sotto 8 – LE VALENTINE – CD “Recuerdo” - “Tango pour Claude” (Alfamusic) ; 2a foto 2a fila sotto Ricordiamo che "ANIMAJAZZ" si può ascoltare MARTEDI alle 20,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm e potrà essere effettuato il "DOWNLOAD" della puntata, gratuitamente, dal sito di "ANIMAJAZZ", area podcasts. Buon ascolto. "ANIMAJAZZ"in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa.http://accademiadartedipisa.jimdo.com
18
Feb
animajazz::animajazz
58 letture - Share

Giovedì 21 febbraio 2019, la stagione musicale del Rossini Jazz Club di Faenza presenta il concerto del Francesca Ajmar Quintet feat. Hector "Costita" Bisignani: la formazione è composta da Francesca Ajmar alla voce, Michele Franzini al pianoforte, Tito Mangialajo Rantzer al contrabbasso, Vittorio Sicbaldi alla batteria e Hector "Costita" Bisignani al sax tenore. La rassegna diretta da Michele Francesconi si presenta in questa stagione con due cambiamenti sostanziali: il Bistrò Rossini di Piazza del Popolo è il nuovo "teatro" per i concerti che si terranno di giovedì. Resta immutato l'orario di inizio alle 22. Il concerto è ad ingresso libero. Il quintetto guidato da Francesca Ajmar, considerata una delle maggiori interpreti di musica brasiliana in Italia, presenta il nuovo lavoro "Estrada do Sol", appena pubblicato per la prestigiosa etichetta Abeat Records. Un viaggio ampio e articolato nel repertorio della Bossa Nova e, in generale nelle atmosfere musicali brasiliane condotto insieme a jazzisti - come Michele Franzini al pianoforte, Tito Mangialajo Rantzer al contrabbasso e Vittorio Sicbaldi alla batteria - che vantano un curriculum artistico solido e con la presenza prestigiosa del sax tenore di Hector "Costita" Bisignani. Il quintetto affronta un repertorio dove i temi originali si intrecciano ai brani celebri di grandi autori come, ad esempio, Tom Jobim, Johnny Alf, Carlos Lyra e Edu Lobo. Francesca Ajmar ha pubblicato sette dischi a proprio nome, tra cui quattro dedicati alla musica brasiliana. E molte delle sue collaborazioni si dirigono proprio verso la gande nazione sudamericana, con artisti quali Moacyr Luz, pietra miliare del samba carioca, Paula Santoro, Daniela Spielmann, Sérgio Galvão, Gabriel Grossi e Carlos César Motta. Hector Costita Bisignani, dal canto suo, affronta il jazz e la bossa nova con la sua eleganza raffinata, swingante e sempre coinvolgente. Ha registrato e collaborato con i più grandi musicisti brasiliani, tra i quali Sérgio Mendes, Hermeto Pascoal, Tom Jobim, João Donato, Edu Lobo, Chico Buarque, João Gilberto, Johnny Alf, Elis Regina. La rassegna musicale diretta da Michele Francesconi, dopo oltre dieci anni, cambia sede e si sposta al Bistrò Rossini che diventerà, ogni giovedì, il Rossini Jazz Club: la seconda importante novità riguarda proprio il giorno della settimana, si passa appunto al giovedì come giorno "assegnato" ai concerti. Resta invece immutato lo spirito che anima l'intero progetto: al direttore artistico Michele Francesconi e all'organizzazione generale di Gigi Zaccarini si unisce, da quest'anno, la passione e l'accoglienza dello staff del Bistrò Rossini e l'intenzione di offrire all'appassionato e competente pubblico faentino una stagione di concerti coerente con quanto proposto in passato. Il prossimo appuntamento con il Rossini Jazz Club di Faenza è per giovedì 28 febbraio 2019, con il concerto del Giò Belli Jazz Manouche Trio, formato da Giò Belli alla chitarra solista, Marco Gelli alla chitarra ritmica e Mauro Mussoni al contrabbasso. Il Bistrò Rossini è a Faenza, in Piazza del Popolo, 22.
18
Feb
Fabio Ciminiera::notizie
6 letture - Share

Serata finale all'insegna della passione per l'”Acoustic Blues Festival di Lucca”, che ha chiuso in bellezza tra conferme e positive speranze per il futuro. L'apertura è stata affidata con fiducia al nuovo giovane talento toscano Diego Schiavi, vocalist e chitarrista meritevole della massima attenzione, che si è imposto per la sua solida preparazione e la potenza di tocco e di arpeggio. Un solismo originale, improntato sull'affermazione degli accenti sonori, scanditi con determinazione fisica e caricati di partecipazione emotiva. I grandi miti Blues del passato rivivono in lui con rinnovata energia, inducendo nello spettatore attento un rinnovato gusto d'ascolto. La serata è proseguita con un duo dalla grande esperienza che si è già affermato da anni in ambito nazionale: Veronica Sbergia e Max De Bernardi. Due professionisti capaci di felici intuizioni d'arrangiamento ed originalità interpretativa. Veronica Sbergia è una forza della natura, una sorta di “pantera del palco”. Sanguigna e passionale, la Sbergia vive a tutto tondo il suo show, con l'impeto di chi ama la vita e la musica e mette in gioco tutta se stessa per omaggiarle entrambe con la gratitudine nel cuore e la spinta dell'emozione. Polistrumentista e vocalist dal forte impatto visivo ed emozionale, ci ha saputo regalare interpretazioni vocali intense e dal forte carattere, fino all'esplosione grintosa e potente dalla difficile estensione delle grandi. Con il suo “washboard” (...per chi non lo sapesse...tavola per il bucato, strumento a percussione del gruppo degli “idiofoni”, in uso nella New Orleans dei primi del secolo scorso...) arricchito e personalizzato con tanto di mini piatto e campanello, ci ha offerto una graffiante sezione ritmica, incalzante e fremente di energia, e non si è certo risparmiata all'ukulele ed al kazoo, con i quali ha vissuto pienamente e con compiutezza di linguaggio sia i ruoli da solista che quelli da preziosa accompagnatrice. Max De Bernardi si è confermato il “maestro” di musica che conosciamo da tempo, capace di regalare lezioni di preziosità interpretative ad ogni accordo e ad ogni assolo. Puntuale e preciso, il suo tocco è al contempo elegante e determinato, ricco di una solida esperienza e conoscenza della storia del Blues, ma anche fresco d'intuizioni del presente. Oltre alla sua alta preparazione chitarristica, De Bernardi può contare anche su performances vocali caratterizzate da forza espositiva e passione interpretativa, capaci di esprimere compiutamente le sue istanze musicali. In definitiva un duo che riesce a vivere profondo rispetto ed amore per la grande tradizione del Blues, ma senza mai “appiattirsi” nella mera “citazione” dello “standard”, ma al contrario, riuscendo ad utilizzarne la rievocazione come rampa di lancio per una propria identità ed una propria cifra musicale, dove la personalità espressa è un vero valore aggiunto allo spettacolo offerto. Come da tradizione voluta sempre dall'appassionato organizzatore Giancarlo Marracci, che si conferma anche quest'anno “profeta in patria” per le sue intuizioni organizzative e scelte artistiche, la serata si è conclusa con una jam session di tutti i protagonisti della serata e con tutto il pubblico in festosa e danzante presenza sotto il palco, affermando ancora una volta con gioia, il piacere della magia della musica. Bruno Pollacci +”Blues Fires” http://animajazz.eu
17
Feb
animajazz::notizie
63 letture - Share

Ottimo inizio per l' “Acoustic Blues Festival”, che venerdi 15, presso il “Foro Boario” di Lucca, ha aperto la serie di concerti con il duo formato dal vocalist e chitarrista Mauro Briganti e dal bassista della “Bandabardò” Marco Bachi. Una felice accoppiata di esperti musicisti che condividono anche il piacere e la magia della creatività, visto che entrambi, oltre ad essere validi performers, amano suonare strumenti alternativi costruiti con materiali di riciclo. Mauro Briganti , oltre alla chitarra, ha suonato anche la “chitarra sdraiata”, uno strumento “self-made” che ha fatto vibrare con la sinuosità slide che ci ha riportati addirittura ad atmosfere Hawayane. Un bluesman capace di vivere con passione vocale le sue interpretazioni, di saper cavalcare il palco da consumato showman e di dare carattere alle sue varie performances strumentali. Marco Bachi, con un basso elettrico costruito con una tanica, ci ha insegnato come si possa vivere una sezione ritmica puntuale, corretta e vivacemente presente anche con solo tre corde. Il secondo concerto della serata ha visto protagonisti Sergio Montaleni, uno tra i più estrosi e creativi chitarristi Blues (e non solo) italiani, in duo con Simone Vaccaro, esperto chitarrista e vocalist (ma anche armonicista), che ha nel suo curriculum collaborazioni con grandi del Blues internazionale, fino a gruppi che hanno fatto e stanno facendo la storia della musica, come i Rolling Stones. Sergio Montaleni è sicuramente anche un vocalist che non si risparmia, con una passionalità ed un impegno vissuto al massimo delle sue potenzialità vocali, ma è soprattutto capace di sorprendere anche il più esigente ascoltatore con i suoi assoli travolgenti, vissuti con la velocità ed il talento del virtuoso e con febbrile ed originale irrequietezza, travalicando abbondantemente i confini espressivi del Blues ed espandendo le sue evoluzioni imprevedibili fino al Jazz contemporaneo di ricerca. Simone Vaccaro ha un bel timbro vocale, caldo e pastoso ed ha saputo vivere con grande abilità, sia il suo ruolo di accompagnamento, sia quello di performer solista, come vocalist e come strumentista. Dopo un improvvisato e creativo “Happy Birthday to you” intonato dal completo ensemble di tutti i musicisti della serata, per festeggiare il compleanno del “Patron” del Festival, Giancarlo Marracci, generoso ed appassionato “padrone di casa”, la serata si è conclusa con una gustosissima ed imprevedibile Jam Session che ha coinvolto, non solo tutti e quattro i musicisti in concerto, ma anche il bravissimo chitarrista Michele Biondi, Direttore Artistico del Lucca Blues Festival. Il pubblico ha vissuto ogni momento della serata con grande partecipazione e gradimento e si è potuta anche registrare la visita del Sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, che ha voluto complimentarsi personalmente con l'organizzatore e gli artisti della serata. In definitiva una nuova conferma della validità di questa manifestazione che si stà affermando come un vero “fiore all'occhiello” musicale per la città di Lucca. Bruno Pollacci “Blues Fires” http://animajazz.eu
16
Feb
animajazz::notizie
69 letture - Share

Giovedì 14 febbraio 2019, la stagione musicale del Rossini Jazz Club di Faenza prosegue con il il concerto in solo per voce e chitarra di Tati Valle. La rassegna diretta da Michele Francesconi si presenta in questa stagione con due cambiamenti sostanziali: il Bistrò Rossini di Piazza del Popolo è il nuovo "teatro" per i concerti che si terranno di giovedì. Resta immutato l'orario di inizio alle 22. Il concerto è ad ingresso libero. La cantautrice brasiliana Tati Valle, residente da diversi anni in Italia, racconta in musica l'amore e il silenzio che pervadono gli animi degli abitanti di una terra ricca di passioni e contraddizioni, colori e magia. Per farlo sono sufficienti una chitarra e alcune percussioni che accompagnano la sua splendida voce. Il repertorio include brani originali come "Voz e Violão" e grandi classici quali "Cuccurucucú Paloma" di Thomás Méndez. Tatiana Valle, cantante, strumentista e cantautrice originaria di Londrina (Paranà, Brasile) ha maturato diverse esperienze musicali in Brasile dando vita a molti progetti legati al samba partecipando a numerosi programmi televisivi e radiofonici. Arriva in Italia nel 2007 e subito inizia a collaborare con musicisti attenti a coniugare il jazz con le suggestioni provenienti dal mondo musicale brasiliano come, tra gli altri, Nicola Di Camillo, Bruno Marcozzi ed Eddy Palermo. Ha al suo attivo collaborazioni con L'Orchestra di Piazza Vittorio, con la Filarmonica di Brasov. Guida il Tatiana Valle Quartet con cui si presenta in veste autorale e, con Cristina Renzetti, ha formato il duo "As Madalenas". Ha collaborato con il chitarrista svedese Gustav Lundgren, Gabriele Mirabassi, Guinga, Valentino Corvino, Vincenzo Abbracciante, Giancarlo Bianchetti, Choro de Rua. Nel 2014 esce il suo primo disco da solista dal titolo "Livro dos dias" (Edel/Cramps) e nel 2015 pubblica con il duo As Madalenas "Madeleine" successo di critica italiana e brasiliana. Nel 2018 esce il secondo album del duo intitolato “Vai, menina!” (Brutture Moderne). La rassegna musicale diretta da Michele Francesconi, dopo oltre dieci anni, cambia sede e si sposta al Bistrò Rossini che diventerà, ogni giovedì, il Rossini Jazz Club: la seconda importante novità riguarda proprio il giorno della settimana, si passa appunto al giovedì come giorno "assegnato" ai concerti. Resta invece immutato lo spirito che anima l'intero progetto: al direttore artistico Michele Francesconi e all'organizzazione generale di Gigi Zaccarini si unisce, da quest'anno, la passione e l'accoglienza dello staff del Bistrò Rossini e l'intenzione di offrire all'appassionato e competente pubblico faentino una stagione di concerti coerente con quanto proposto in passato. Il prossimo appuntamento con il Rossini Jazz Club di Faenza è per giovedì 21 febbraio 2019, con il concerto del Francesca Ajmar Quintet feat. Hector "Costita" Bisignani: la formazione è composta da Francesca Ajmar alla voce, Michele Franzini al pianoforte, Tito Mangialajo Rantzer al contrabbasso, Vittorio Sicbaldi alla batteria e Hector "Costita" Bisignani al sax tenore. Il Bistrò Rossini è a Faenza, in Piazza del Popolo, 22.
16
Feb
Fabio Ciminiera::notizie
9 letture - Share

Nella puntata n° 223 di “BLUES FIRES”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda VENERDI 15 Febbraio alle 20,30 su PUNTO RADIO, anche in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm , saranno protagonisti, nell'ordine, i seguenti artisti: 1- BEN HARPER – CD “Fight For Your Mind” - “Gold To Me” (2016); 1a foto a sinistra 2- BOOGIE BEASTS – CD “Deep” - “Trouble” (decocknico1@gmail.com); 1a foto a destra 3- LUCA BURGALASSI – CD “On the other side of the wate” - “Minor and Major Change” (2019); 1a foto 1a fila sotto 4- CHRIS O'LEARY – CD “7 Minutes Late” - “Second Time Around” (American Showplace Music - Rick Lusher); 3a foto 1a fila sotto 5- GAETANO LETIZIA Cd “Beatles Blues Blast” - “Do It In The Road” (Blind Raccoon) ; 2a foto 1a fila sotto 6- LANCE LOPEZ – CD “Handmade Music” - “Come Back Home”; 3a foto 2a fila sotto 7- LAWRENCE LEBO – CD “Old School Girl” - “Happy Anniversary, Baby” (Blind Raccoon); 1a foto 2a fila sotto 8- BRYAN LEE – CD “Katrina Was Her Name” - “Lowdown And Dirty” (2007); 2a foto 2a fila sotto 9- DARRELL NULISCH – CD “Just For You” - “You Don't Know Me”; 1a foto 3a fila sotto Ricordiamo che "BLUES FIRES" si può ascoltare VENERDI alle 20,30 in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu e sarà possibile fare il download dal sito di “Animajazz”, area podcasts. Buon ascolto. "BLUES FIRES" in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa. http://accademiadartedipisa.jimdo.com .
14
Feb
animajazz::blues fires
36 letture - Share

Nella puntata n° 853 di “ANIMAJAZZ”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda MARTEDI 12 Febbraio alle 20,30, su PUNTORADIO, anche in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu saranno protagonisti della serata, in ordine: 1 – THE GIL EVANS ORCHESTRA – CD “Hidden Treasures – Volume 1 – Monday Nights” - “Eleven”; 1a foto a sinistra 2 – SONATA ISLANDS - CD “Relendo Villa-Lobos” - “Bola e mela” (Alfamusic); 1a foto a destra 3 – DANIELE CIUFFREDA ORGAN TRIO Feat. FABRIZIO BOSSO – CD “Out On The Ninth Day” - “Out On The Ninth Day” (Abeat for Jazz); 2.a foto 1a fila sotto 4 – BRIAN NEWMAN – CD “Showboat” - “Dancing In The Moonlight” (Crossover); 3a foto 1a fila sotto 5 – ANDREA GARIBALDI – CD “La Frontiera” - “Black Flag” (Emme Records); 2a foto 1a fila sotto 6 – GALLEAS (Antonio Marzinotto project) – CD “Mirror Labyrinth” - “TC”; 3a foto 2a fila sotto 7 – JEFF BALLARD - CD “Fairgrounds” - ”Grungy Brew” (Edition Records) ; 1a foto 2a fila sotto 8 - DIMITRI GRECHI ESPINOZA – CD “Angel Blows” - “L'Eterno”; 2a foto 2a fila sotto Ricordiamo che "ANIMAJAZZ" si può ascoltare MARTEDI alle 20,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm e potrà essere effettuato il "DOWNLOAD" della puntata, gratuitamente, dal sito di "ANIMAJAZZ", area podcasts. Buon ascolto. "ANIMAJAZZ"in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa.http://accademiadartedipisa.jimdo.com
10
Feb
animajazz::animajazz
105 letture - Share

Nella puntata n° 222 di “BLUES FIRES”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda VENERDI 8 Febbraio alle 20,30 su PUNTO RADIO, anche in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm , saranno protagonisti, nell'ordine, i seguenti artisti: 1- MIKE ZITO – CD “Blues Caravan 2018” - “Wasted Time” (RUF Records); 1a foto a sinistra 2- RUZZ GUITAR's BLUES REVUE – CD “The Heist” - “Rock With You” (2018); 1a foto a destra 3- ERIC LINDELL – CD “Revolution In Your Heart” - “Heavy_Heart” (Alligator); 1a foto 1a fila sotto 4- PAM TATE – CD “Gonna Get It Right” - “Take Me To The River”; 3a foto 1a fila sotto 5- THE OLD PEPPERS JASS BAND – CD “Spicy” - “St. James Infirmary” (2019 - Blues Made In Italy); 2a foto 1a fila sotto 6- SCOTT SHARRARD – CD “Saving Grace” - “Everything A Good Man Needs”; 3a foto 2a fila sotto 7- KATARINA PEJAK – CD “Roads That Cross” - “Down With Me” (RUF Records); 1a foto 2a fila sotto 8- BEN RICE – CD “Wish The World Away” - “Hardtimes” (2018); 2a foto 2a fila sotto Ricordiamo che "BLUES FIRES" si può ascoltare VENERDI alle 20,30 in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu e sarà possibile fare il download dal sito di “Animajazz”, area podcasts. Buon ascolto. "BLUES FIRES" in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa. http://accademiadartedipisa.jimdo.com .
5
Feb
animajazz::blues fires
71 letture - Share

Nella puntata n° 852 di “ANIMAJAZZ”, ideata e condotta da BRUNO POLLACCI, in onda MARTEDI 5 Febbraio alle 20,30, su PUNTORADIO, anche in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu saranno protagonisti della serata, in ordine: 1 – JOHN COLTRANE – CD “New Directions” – “Untitled Original 11383” (1963-2019) (Impulse! Records); 1a foto a sinistra 2 – EAZY QUARTET – CD “Snow” - “Ballad for Bob”; 1a foto a destra 3 – MAURIZIO BRUNOD, ALDO MELLA, GABRIELE BOGGIO FERRARIS – CD “Italian Jazz Book Vol.1” - “Cherries” (UR Records); 2.a foto 1a fila sotto 4 – MARK LOCKHEART – CD “Days on Earth” - “A View From Above (Part 1)” (Edition Records); 3a foto 1a fila sotto 5 – FRANCO FINUCCI Feat. STEFANO DI BATTISTA – CD “Taleia” - “Lapislazzulo” (Abeat Records); 2a foto 1a fila sotto 6 – GIOVANNI GUIDI, JOE REHMER, FEDERICO SCETTRI - CD “Drive! - “Upright Spiral” (Auand); 3a foto 2a fila sotto 7 – FORGAS BAND PHENOMENA – CD “L'Oreille Électrique -The Electric Ear”- “Crème Anglaise - Custard Sauce” (Cuneiform); 1a foto 2a fila sotto Ricordiamo che "ANIMAJAZZ" si può ascoltare MARTEDI alle 20,30 in immediato podcast su http://animajazz.eu ed in streaming su www.puntoradio.fm e potrà essere effettuato il "DOWNLOAD" della puntata, gratuitamente, dal sito di "ANIMAJAZZ", area podcasts. Buon ascolto. "ANIMAJAZZ"in collaborazione con l'ACCADEMIA D'ARTE DI PISA, Pisa.http://accademiadartedipisa.jimdo.com
4
Feb
animajazz::animajazz
91 letture - Share


In collaborazione con
ACCADEMIA D'ARTE
DI PISA
AnimaJazz”, e “Blues Fires” vanno in onda su Punto Radio, 91.6 Mhz e 91.1 Mhz e sono ascoltabili via web su www.puntoradio.fm negli orari:
ANIMAJAZZ”: il martedì dalle 20:30 alle 21:25;
BLUES FIRES” il venerdi dalle 20:30 alle 21:25;
Contatti: info@animajazz.eu
AnimaJazz Podcasts:
      22/02/2019: blues fires 224
      19/02/2019: animajazz 854
      15/02/2019: blues fires 223
      12/02/2019: animajazz 853
      08/02/2019: blues fires 222
      05/02/2019: animajazz 852
      01/02/2019: blues fires 221
      29/01/2019: animajazz 851
      25/01/2019: blues fires 220
      22/01/2019: animajazz 850
      18/01/2019: blues fires 219
      15/01/2019: animajazz 849
      11/01/2019: blues fires 218
      08/01/2019: animajazz 848
      04/01/2019: blues fires 217
      01/01/2019: animajazz 847
      20/09/2009: Speciale 1