Benvenuto su www.animajazz.eu/wordpress.
Il sito di AnimaJazz è un “contenitore di programmi radiofonici” specifici di musica Jazz & Blues, ideati e curati da Bruno Pollacci.: “ANIMAJAZZ”: dedicato al Jazz strumentale e vocale italiano ed internazionale; “BLUES FIRES”: dedicato al Blues italiano ed internazionale. All'interno dei programmi trovano spazio tutte le poliedriche “anime“ del Jazz e del Blues, da quella tradizionale a quelle contemporane, d'avanguardia e di ricerca, non trascurando le cosiddette “contaminazioni“, siano esse provenienti dal “Rock“, dall'“Etnica“, dal “Pop” o dalla “Classica“. Pur proponendo la musica degli artisti nazionali ed internazionali più prestigiosi, acclamati e storicizzati, gli intenti dei programmi sono inoltre quelli di porsi come punto di riferimento per la promozione dei nuovi talenti emergenti, indipendentemente dalla loro età, fornendo loro opportunità per la proposta radiofonica e web della loro musica e favorendo supporto logistico per la proposta “live“. Il sito di AnimaJazz, si affianca alle trasmissioni come ulteriore “cassa di risonanza“, per avvalersi della potenzialità informativa della rete ai fini culturali di diffusione e valorizzazione della musica. Animajazz e Blues Fires sono ascoltabile anche via WEB in podcast da questo sito e collegandosi negli orari di programmazione a www.puntoradio.fm.

Si prospetta un finale di anno molto interessante per il clarinettista partenopeo Luca Luciano, che lo vedra’ in tour in Gran Bretagna con recital alla prestigiosa National Portrait Gallery di Londra, l’Universita’ di Edinburgo, alla sala da concerto piu’ rinomata di Bristol ma anche nella sua citta’ natale Napoli (performance e workshop). Il tour di promozione del nuovo CD “Fragments” continuera’ poi nel 2020 con altre date in UK (incluso la Brunel University di Londra), Belgio ed in Italia. “Fragments”, il nuovo album, continua a ricevere apprezzamenti dalla critica con passaggi radiofonici alla BBC, interviste per magazine ed in radio e recentemente recensito anche sul Clarinet Jounal della International Clarinet Association La musica eseguita durante i tour includerà in maniera amplia brani tratti dai suoi ultimi dischi, disponibili anche su iTunes e Amazon (fisico e digitale). Informazioni aggiornate su Luca Luciano, il suo nuovo album ed il tour sono disponibili su www.lucaluciano.com.
17
Set
partenopeproductions::notizie
35 letture - Share

25 donne sul palco dedicato al jazz al femminile a Lucca dal 28 settembre al 26 ottobre 2019 Musica a ingresso libero sui palchi di Lucca e Capannori con la possibilità di sostenere le associazioni che operano per il sociale A tutto Jazz Donna! 25 donne tra cui Giuliana Soscia, Stefania Tallini e Cettina Donato, oltre alle Sorelle Marinetti e al grande Enrico Pieranunziche porta a Lucca una giovane artista, fanno la 15ma edizione di Lucca Jazz Donna, festival dedicato ai talenti jazz al femminile organizzato dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca, al Comune di Capannori, alla Provincia di Lucca, con il sostegno dalla Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, della Fondazione Banca del Monte di Lucca e della Banca del Monte di Lucca, che si terrà dal 28 settembre al 26 ottobre 2019 in diversi auditorium e teatri di Lucca e Capannori. Sono 7 le date del festival, tutte e ingresso libero con la possibilità di dare un contributo ad una associazione di volontariato. Nutrito anche il calendario di eventi collaterali, con una mostra, la partnership del festival con Lu.C.C.A. - Lucca Center of Contemporary Art e una masterclass in piano jazz con Cettina Donato. Il concerto finale, nella Chiesa di San Francesco il 26 ottobre 2019 grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, prevede l’esibizione del Trio Marinetti, tre sorelle sul palco: Marco Luglinel ruolo di Scintilla Marinetti, Nicola Olivieri in quello di Turbina Marinetti e Matteo Minerva come Elica Marinetti saliranno sul palco di Lucca Jazz Donna con la loro ironia e modernità, con l’Orchestra Maniscalchi, ensemble formato da un quartetto ritmico (pianoforte, contrabbasso, chitarra e batteria) e un sestetto di fiati (2 trombe, 1 trombone, 3 sax/clarinetti). Prosegue la stretta collaborazione del Festival con le case discografiche italiane che pubblicano jazz. Alle prime collaborazioni importanti come quelle con AlfaMusic Records e Filibusta Records dal 2016, e con Dodicilune dal 2018, si aggiungono quest’anno ben 8 nuove realtà: Cavalo Records e BAM International, che lavorano a livello internazionale, la pugliese Auand Records, che lavora anche in ambito estero, e le italiane Irma Record, Roccascina Audio Produzioni, Jando Music Records, Workin’ Label, Arealive Records. L’immagine di quest’anno ritrae Irene Grandi, ospite dell’edizione 2018 che, con indosso una creazione di Alessandra Marchi stilista lucchese, ha per protagonista uno scatto di Laura Casotti, fotografa ufficiale di Lucca Jazz Donna, elaborato graficamente da Ilaria Ferrari, art director della manifestazione. Nello staff della manifestazioni altre due importanti presenze femminili: Michela Lombardi consulente artistica che ha lavorato con il Circolo Lucca Jazz al programma del festival, e Michela Panigada direttrice di palco e presentatrice del festival, quest’anno co-organizzatrice della serata clou della manifestazione. Gli abiti che indosserà per il festival sono realizzati da OFP - Officina Femminile Plurale, laboratorio creativo ideato dal Centro Antiviolenza Luna per promuovere l’autonomia personale e professionale delle donne provenienti da diverse situazioni di disagio. I concerti Ingresso libero a tutti i concerti, con offerta alle associazioni di solidarietà partner dell’iniziativa. Sabato 28 settembre alle 21 apertura a Palazzo Ducale con il duo Enrico Pieranunzi/Valentina Ranalli e il progetto “Valentina sings Pieranunzi” (Alfa Music Records) con Ranalli voce, il celebre Pieranunzi al pianoforte, Giuseppe Romagnoli al contrabbasso e Cesare Mangiocavallo alla batteria. Nel secondo set Maria Chiara Argirò Group della Cavalo Records conArgirò al pianoforte e composizioni, Sam Rapley al sassofono tenore e clarinetto, Tal Janes alla chitarra, Andrea Di Biase al contrabbasso e Gaspar Sena alla batteria. Nel terzo set il Valentina Gullace 4tet della Filibusta Records con Valentina Gullace con a voce e composizioni, Simone Maggio al pianoforte, Federica Michisanti al basso e Federico Scettri alla batteria. Ingresso libero con offerta a sostegno dell’associazione Luna Centro Antiviolenza. Segue Jam Session all’Antico caffè delle Mura con la house band del Liceo Musicale Passaglia di Lucca: Nicola Puccetti al piano, Vittorio Fioramonti al contrabbasso, Marco Martinelli alla batteria. La Jam è aperta a tutti i musicisti. Venerdì 4 ottobre alle 21 al Teatro Artè (Capannori) Chiara Stroia insieme a Agostino Casella alla tastiera, Marco Pistone al basso e Massimo Di Cristofaro alla batteria; nel secondo set Evita Polidoro con Nerovivo: Polidoro a composizioni, batteria, voce e synth, Davide Strangio a chitarra e voce, Nicolò Faraglia alla chitarra, Adele Russotto a voce e synth. Nel terzo set Cristina Russo & NeoSoul Combo (Roccascina Audio Produzioni) con il progetto “Energy”: Cristina Russo voce, Angelo Di Marco alle tastiere, Mariano Nasello al basso e Marco di Dio alla batteria. Ingresso libero con offerta a sostegno dell’associazione LAV – Lega Anti Vivisezione, Capannori. Sabato 5 ottobre alle 21 al Teatro Artè (Capannori) due set con “Piano 4hands” (Alfa Music Records) del duo di pianiste, compositrici e arrangiatrici Cettina Donato-Stefania Tallini, già ospiti apprezzatissime del festival nelle scorse edizioni, e Silvia Manco della Jando Music con Silvia Manco alla voce e piano, Francesco Puglisi al contrabbasso e Marco Valeri alla batteria. Ingresso libero con offerta a sostegno dell’associazione Anpana per la tutela degli animali. Giovedì 17 ottobre alle 21 al Real Collegio (Lucca) Alea&The Sit con la cantautrice Alessandra Zuccaro per Alive Records, con il progetto “Generation”, sul palco insieme a Giuseppe Trivigno al piano, Giuseppe Pignatelli al basso e Aris Volpe alla batteria; nel secondo set Veronica Farnararo con Estrela Guia (Irma Record): Veronica Farnararo voce, Massimo Greco tromba e flicorno, Daniele Santimone alla chitarra, Roberto Rossi alla batteria e percussioni; nel terzo set la pianista e performer Irene Scardia di Workin’ Label. Ingresso libero con offerta a sostegno dell’associazione AISM – Associazione italiana sclerosi multipla. Venerdì 18 ottobre alle 20,30 al Real Collegio (Lucca) speciale Big Jazz Night con 4 set. Nel primo il Giuliana Soscia Trio con “Sophisticated Ladies: a Tribute to Women Composers in Jazz” (BAM International): Giuliana Soscia piano, composizioni e arrangiamenti (già ospite di Lucca Jazz Donna nel 2010 con la sua fisarmonica), Dario Rosciglione al contrabbasso e Alessandro Marzi alla batteria. Nel secondo set Sara Battaglini con il progetto “Dalia” per Auand Records: Sara Battaglini voce, Federico Pierantoni al trombone, Enrico Ronzani al pianoforte. Nel terzo set “The Shining of Things. Dedicated to David Sylvian", progetto discografico firmato dalla cantante Serena Spedicato e dal pianista Nicola Andrioli per Dodici Lune, sul palco con Kalevi Louhivuori a tromba e flicorno e Michele Rabbia alla batteria e alle percussioni. Chiude la serata l’Ajugada Quartet della Filibusta Records con “Hand Luggage”: Antonella Vitale alla voce, Gaia Possenti al pianoforte, Giulia Salsone alla chitarra, Danielle di Maio, gradito ritorno, al sassofono alto e soprano. Ingresso libero con offerta a sostegno dell’associazione Unicef. Sabato 19 ottobre alle 21 al Real Collegio (Lucca) Ileana Mottola presenta "All my Tomorrows" (Alfa Music Records), accompagnata da Antonio De Luise al pianoforte (contrabbassista nel disco); nel secondo set sul palco due artiste, due donne, due anime che si incontrano fra le note di una musica in cui il passato e presente si fondono indissolubilmente: il tango. Sono Le Valentine (AlfaMusic Records), ovvero Valentina Rossi voce e Valentina Cesarini alla fisarmonica e bandoneon; chiude la serata il Barbara Eramo feat. Seacircle della Filibusta Records con Barbara Eramo voce, Camillo Pace al contrabbasso, Alberto Dati live electronics. Ingresso libero con offerta a sostegno della Croce Verde di Lucca. Sabato 26 ottobre alle 21 nella chiesa di San Francesco, concerto delle Sorelle Marinetti insieme all’Orchestra Maniscalchi composta da 10 musicisti. Le Sorelle Marinetti sono un progetto nato nel 2007 da un’idea del produttore Giorgio Bozzo e dell’arrangiatore Christian Schmitz: il trio è il frutto di una seria ricerca nel repertorio dello swing e del jazz italiano degli anni Trenta e Quaranta, di un certosino lavoro di adattamento dei timbri vocali dei tre attori e cantanti e di recupero filologico degli arrangiamenti e del sound originale. Le Sorelle Marinetti sono Marco Lugli nel ruolo di Scintilla Marinetti, Nicola Olivieri in quello di Turbina Marinetti e Matteo Minerva come Elica Marinetti. Ingresso libero con offerta a sostegno dell’associazione Don Baroni. Gli eventi collaterali La mostra Durante i concerti, nei locali dei teatri, sarà visitabile la mostra “Le donne nell'immaginario svelato”, a cura della Cooperativa Sociale La Mano Amica di Lucca. Si tratta di una selezione dell’esposizione che la cooperativa sta portando in tour sul territorio all’interno del calendario di eventi organizzato per i 30 anni dalla sua nascita. Sono quadri nati da un’arte diversa, realizzati da artisti forse inconsapevoli e per questo ancora più affascinanti. Sono le opere delle persone con disabilità mentale che frequentano i servizi della cooperativa sociale. Si chiama art brut, in inglese è conosciuta come outsider art, in Italia ribattezzata "arte irregolare". Tanti nomi per descrivere un’espressione artistica unica, che racconta il mondo interiore di persone con problematiche mentali che hanno avuto modo di esprimersi in laboratori di arte figurative, nei centri diurni e nelle residenze di Lucca e della Versilia. Le opere sono state selezionate da Nadia Buonamici e Giuliana Batignani entrambe arte-terapeute della cooperativa. La mostra è fatta di ritratti, collage, figure astratte che restituiscono a chi li osserva un mondo nuovo, da scoprire, da cui traspare sofferenza e purezza. “Sono artisti speciali, che riescono a stupirci - spiega Elisabetta Gonnella, responsabile area Salute mentale della cooperativa La Mano Amica - La loro è un’arte irregolare, che nasce dal profondo, è pura perché non contaminata da imposizioni sociali eppure manda messaggi estremamente chiari. Con questo progetto abbiamo voluto dare la possibilità di esprimersi a persone che hanno delle capacità artistiche potenti, ma che, a causa delle difficoltà che vivono, non potrebbero mai emergere. L’arte ha una grande funzione di riabilitazione, è anche un canale di comunicazione importante per noi terapeuti. Ma soprattutto è per loro gratificante, perché gli restituisce un posto all’interno della comunità”. Le jam session Nei dopo concerti del 28 settembre, 17, 18 e 19 ottobre 2019, Jam Session dalle 23,30 all'Antico Caffè delle Mura con i musicisti protagonisti delle serate del festival. Ingresso libero. Per la Jam Session del 28 settembre, house band è una proposta del Liceo Musicale Passaglia di Lucca con Nicola Puccetti al piano, Vittorio Fioramonti al contrabbasso, Marco Martinelli alla batteria. La Jam è aperta a tutti i musicisti. La partnership Giovedì 10 ottobre 2019alle 17 il salone principale della mostra di Werner Bischof al Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art ospiterà la performance del duo jazz Freekeysounds Duo formato da Daniela Acquaviva alla voce e Lucia Coli al piano che interpretano “Great Ladies in Music”. Si tratta di un piccolo estratto di un progetto nascente che percorre un viaggio virtuale tra Europa e America attraverso le più grandi interpreti femminili di ieri e di oggi da Judy Garland a Edith Piaf passando per Ella Fitzgerald, Nina Simone e Dee Dee Bridge Water. Ingresso 10 euro, comprensivo di biglietto per la mostra. Grazie alla partnership con l’importante istituzione lucchese, per il pubblico di Lucca Jazz Donna sarà possibile accedere al museo con una riduzione per tutta la durata del festival. La masterclass Venerdì 4 e sabato 5 ottobre 2019 al Liceo musicale “A. Passaglia”, si tiene la masterclass di fondamenti di tecnica pianistica e di arrangiamento nel linguaggio jazzistico di Cettina Donato, ospite del festival. Pianista, compositrice, direttore d'orchestra e arrangiatrice, Cettina Donato ha fondato negli USA un’orchestra jazz a suo nome con cui ha realizzato l’album Crescendo (2012). In Europa è stata invitata presso diversi festival jazz, in Italia ha partecipato ad alcuni tra i più importanti jazz festival tra cui Umbria Jazz e ha diretto Orchestre Sinfoniche esibendosi in celebri teatri. È stata riconosciuta la prima donna italiana Direttore d’Orchestra a dirigere Orchestre Sinfoniche con un repertorio jazz da lei totalmente arrangiato. È nella classifica del JazzIt Award tra i migliori arrangiatori italiani in ambito jazz. Collabora con il regista e attore Ninni Bruschetta per diverse produzioni teatrali. Il costo per partecipare alla Masterclass è 30 euro, mentre è gratuita per gli studenti del liceo musicale Passaglia di Lucca. La durata: 4 ottobre 16.00-20.00, 5 ottobre 10.00-13.00. La masterclass vale 2 crediti formativi per gli studenti di conservatorio. Per informazioni: 3287530241. Gli altri appuntamenti Sabato 5 ottobre 2019 alle 18,30, nell’ambito degli eventi della giornata dell'ABI “Invito a Palazzo”, concerto jazz alla Banca del Monte di Lucca Alice Innocenti Quartet con Alice Innocenti voce, Marco Cattani alla chitarra, Filippo Pedol al contrabbasso e Michele Vannucci alla batteria. Ingresso libero. Sabato 12 ottobre 2019alle 17 Lucca Jazz Donna incontra gli studenti del Liceo Musicale Passaglia nell’auditorium dell’istituto scolastico con un concerto delle allieve musiciste. Ingresso libero. Sabato 12 ottobre 2019alle 20,30 concerto all’Antico Caffè delle Mura con "Lady Ippocrate sings the Blues", serata a favore dell’associazione Lucchese Arte e Psicologia Archimede, presentata da Michela Panigada. Sul palco tre medici cantanti dell’associazione “Non solo Ippocrate”: Patrizia Bisegna, ortodontista di Roma, Rosaria Correnti, neuropsichiatra infantile di Catania, e Enrico Marchi, neuropsichiatra, special guest. Ingresso libero. Serata a favore delle attività delle Associazioni ALAP e Archimede. Dato il numero limitato di posti è necessaria la prenotazione; per info rivolgersi alla Segreteria di ALAP (Associazione Lucchese Arte e psicologia) - mail: info@artepsicologialucca.com telefono 339 8745260. Venerdì 18 ottobre 2019, nel pomeriggio, a Palazzo Ducale (sala Tobino) si tiene la tradizionale tavola rotonda “Talenti al femminile”, con un piccolo omaggio musicale. Ingresso libero. Lunedì 21 ottobre 2019alle 21 proiezione del film “A qualcuno piace caldo”, al Cinema Centrale in collaborazione con il Circolo del Cinema. Per informazioni: www.luccajazzdonna.it; Centro Pari opportunità della Provincia di Lucca, Cortile degli Svizzeri, 2 (0583.417.489, centro.po@provincia.lucca.it) e Comune di Lucca, Ufficio relazioni con il pubblico, via del Moro, 17 (0583.44.24.44, urp@comune.lucca.it).
16
Set
animajazz::notizie
97 letture - Share

Concerti, incontri, jam session al Caffè delle Mura, una masterclass in piano jazz con Cettina Donato, la partnership con il Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporay Art e una mostra: ecco il calendario degli eventi collaterali di Lucca Jazz Donna, che si svolge in parallelo al programma del festival dedicato ai talenti jazz al femminile organizzato dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca, al Comune di Capannori, alla Provincia di Lucca, con il sostegno dalla Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, della Fondazione Banca del Monte di Lucca e della Banca del Monte di Lucca, che si terrà dal 28 settembre al 26 ottobre 2019 in diversi auditorium e teatri di Lucca e Capannori. Gli eventi collaterali La mostra Durante i concerti, nei locali dei teatri, sarà visitabile la mostra “Le donne nell’immaginario svelato”, a cura della Cooperativa Sociale La Mano Amica di Lucca. Si tratta di una selezione dell’esposizione che la cooperativa sta portando in tour sul territorio all’interno del calendario di eventi organizzato per i 30 anni dalla sua nascita. Sono quadri nati da un’arte diversa, realizzati da artisti forse inconsapevoli e per questo ancora più affascinanti. Sono le opere delle persone con disabilità mentale che frequentano i servizi della cooperativa sociale. Si chiama art brut, in inglese è conosciuta come outsider art, in Italia ribattezzata “arte irregolare”. Tanti nomi per descrivere un’espressione artistica unica, che racconta il mondo interiore di persone con problematiche mentali che hanno avuto modo di esprimersi in laboratori di arte figurative, nei centri diurni e nelle residenze di Lucca e della Versilia. Le opere sono state selezionate da Nadia Buonamici e Giuliana Batignani entrambe arte-terapeute della cooperativa. La mostra è fatta di ritratti, collage, figure astratte che restituiscono a chi li osserva un mondo nuovo, da scoprire, da cui traspare sofferenza e purezza. “Sono artisti speciali, che riescono a stupirci – spiega Elisabetta Gonnella, responsabile area Salute mentale della cooperativa La Mano Amica – La loro è un’arte irregolare, che nasce dal profondo, è pura perché non contaminata da imposizioni sociali eppure manda messaggi estremamente chiari. Con questo progetto abbiamo voluto dare la possibilità di esprimersi a persone che hanno delle capacità artistiche potenti, ma che, a causa delle difficoltà che vivono, non potrebbero mai emergere. L’arte ha una grande funzione di riabilitazione, è anche un canale di comunicazione importante per noi terapeuti. Ma soprattutto è per loro gratificante, perché gli restituisce un posto all’interno della comunità”. Le jam session Nei dopo concerti del 28 settembre, 17, 18 e 19 ottobre 2019, Jam Session dalle 23,30 all’Antico Caffè delle Mura con i musicisti protagonisti delle serate del festival. Ingresso libero. lucca museumLa partnership Giovedì 10 ottobre 2019 alle 17 il salone principale della mostra di Werner Bischof al Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art ospiterà la performance del duo jazz Freekeysounds Duo formato da Daniela Acquaviva alla voce e Lucia Coli al piano che interpretano “Great Ladies in Music”. Si tratta di un piccolo estratto di un progetto nascente che percorre un viaggio virtuale tra Europa e America attraverso le più grandi interpreti femminili di ieri e di oggi da Judy Garland a Edith Piaf passando per Ella Fitzgerald, Nina Simone e Dee Dee Bridge Water. Ingresso 10 euro, comprensivo di biglietto per la mostra. Grazie alla partnership con l’importante istituzione lucchese, per il pubblico di Lucca Jazz Donna sarà possibile accedere al museo con una riduzione per tutta la durata del festival. La masterclass Venerdì 4 e sabato 5 ottobre 2019 al Liceo musicale “A. Passaglia”, si tiene la masterclass di fondamenti di tecnica pianistica e di arrangiamento nel linguaggio jazzistico di Cettina Donato, ospite del festival. Pianista, compositrice, direttore d’orchestra e arrangiatrice, Cettina Donato ha fondato negli USA un’orchestra jazz a suo nome con cui ha realizzato l’album Crescendo (2012). In Europa è stata invitata presso diversi festival jazz, in Italia ha partecipato ad alcuni tra i più importanti jazz festival tra cui Umbria Jazz e ha diretto Orchestre Sinfoniche esibendosi in celebri teatri. È stata riconosciuta la prima donna italiana Direttore d’Orchestra a dirigere Orchestre Sinfoniche con un repertorio jazz da lei totalmente arrangiato. È nella classifica del JazzIt Award tra i migliori arrangiatori italiani in ambito jazz. Collabora con il regista e attore Ninni Bruschetta per diverse produzioni teatrali. Gli altri appuntamenti Sabato 5 ottobre 2019 alle 18,30, nell’ambito degli eventi della giornata dell’ABI “Invito a Palazzo”, concerto jazz alla Banca del Monte di Lucca Alice Innocenti Quartet con Alice Innocenti voce, Marco Cattani alla chitarra, Filippo Pedol al contrabbasso e Michele Vannucci alla batteria. Ingresso libero. Sabato 12 ottobre 2019 alle 17 Lucca Jazz Donna incontra gli studenti del Liceo Musicale Passaglia nell’auditorium dell’istituto scolastico con un concerto delle allieve musiciste. Ingresso libero. Sabato 12 ottobre 2019 alle 20,30 concerto all’Antico Caffè delle Mura con “Lady Ippocrate sings the Blues”, serata a favore dell’associazione Lucchese Arte e Psicologia Archimede, presentata da Michela Panigada. Sul palco tre medici cantanti dell’associazione “Non solo Ippocrate”: Patrizia Bisegna, ortodontista di Roma, Rosaria Correnti, neuropsichiatra infantile di Catania, e Enrico Marchi, neuropsichiatra, special guest. Ingresso libero. Serata a favore delle attività delle Associazioni ALAP e Archimede. Dato il numero limitato di posti è necessaria la prenotazione; per info rivolgersi alla Segreteria di ALAP (Associazione Lucchese Arte e psicologia) – mail: info@artepsicologialucca.com telefono 339 8745260. Venerdì 18 ottobre 2019, nel pomeriggio, a Palazzo Ducale (sala Tobino) si tiene la tradizionale tavola rotonda “Talenti al femminile”, con un piccolo omaggio musicale. Ingresso libero. Lunedì 21 ottobre 2019 alle 21 proiezione del film “A qualcuno piace caldo”, al Cinema Centrale in collaborazione con il Circolo del Cinema. Per informazioni: www.luccajazzdonna.it; Centro Pari opportunità della Provincia di Lucca, Cortile degli Svizzeri, 2 (0583.417.489, centro.po@provincia.lucca.it) e Comune di Lucca, Ufficio rela zioni con il pubblico, via del Moro, 17 (0583.44.24.44, urp@comune.lucca.it).
14
Set
annabenedetto::notizie
38 letture - Share

A tutto Jazz Donna! 25 donne tra cui Giuliana Soscia, Stefania Tallini e Cettina Donato, oltre alle Sorelle Marinetti e al grande Enrico Pieranunzi che porta a Lucca una giovane artista, fanno la 15ma edizione di Lucca Jazz Donna, festival dedicato ai talenti jazz al femminile organizzato dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca, al Comune di Capannori, alla Provincia di Lucca, con il sostegno dalla Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, della Fondazione Banca del Monte di Lucca e della Banca del Monte di Lucca, che si terrà dal 28 settembre al 26 ottobre 2019 in diversi auditorium e teatri di Lucca e Capannori. Sono 7 le date del festival, tutte e ingresso libero con la possibilità di dare un contributo ad una associazione di volontariato. Nutrito anche il calendario di eventi collaterali, con una mostra, la partnership del festival con Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art e una masterclass in piano jazz con Cettina Donato. Il concerto finale, nella Chiesa di San Francesco il 26 ottobre 2019 grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, prevede l’esibizione del Trio Marinetti, tre sorelle sul palco: Marco Lugli nel ruolo di Scintilla Marinetti, Nicola Olivieri in quello di Turbina Marinetti e Matteo Minerva come Elica Marinetti saliranno sul palco di Lucca Jazz Donna con la loro ironia e modernità, con l’Orchestra Maniscalchi, ensemble formato da un quartetto ritmico (pianoforte, contrabbasso, chitarra e batteria) e un sestetto di fiati (2 trombe, 1 trombone, 3 sax/clarinetti). Prosegue la stretta collaborazione del Festival con le case discografiche italiane che pubblicano jazz. Alle prime collaborazioni importanti come quelle con AlfaMusic Records e Filibusta Records dal 2016, e con Dodicilune dal 2018, si aggiungono quest’anno ben 8 nuove realtà: Cavalo Records e BAM International, che lavorano a livello internazionale, la pugliese Auand Records, che lavora anche in ambito estero, e le italiane Irma Record, Roccascina Audio Produzioni, Jando Music Records, Workin’ Label, Arealive Records. L’immagine di quest’anno ritrae Irene Grandi, ospite dell’edizione 2018 che, con indosso una creazione di Alessandra Marchi stilista lucchese, ha per protagonista uno scatto di Laura Casotti, fotografa ufficiale di Lucca Jazz Donna, elaborato graficamente da Ilaria Ferrari, art director della manifestazione. Nello staff della manifestazioni altre due importanti presenze femminili: Michela Lombardi consulente artistica che ha lavorato con il Circolo Lucca Jazz al programma del festival, e Michela Panigada direttrice di palco e presentatrice del festival, quest’anno co-organizzatrice della serata clou della manifestazione. Gli abiti che indosserà per il festival sono realizzati da OFP – Officina Femminile Plurale, laboratorio creativo ideato dal Centro Antiviolenza Luna per promuovere l’autonomia personale e professionale delle donne provenienti da diverse situazioni di disagio. I concerti Ingresso libero a tutti i concerti, con offerta alle associazioni di solidarietà partner dell’iniziativa. Sabato 28 settembre alle 21 apertura a Palazzo Ducale con il duo Enrico Pieranunzi/Valentina Ranalli e il progetto “Valentina sings Pieranunzi” (Alfa Music Records) con Ranalli voce, il celebre Pieranunzi al pianoforte, Giuseppe Romagnoli al contrabbasso e Cesare Mangiocavallo alla batteria. Nel secondo set Maria Chiara Argirò Group della Cavalo Records con Argirò al pianoforte e composizioni, Sam Rapley al sassofono tenore e clarinetto, Tal Janes alla chitarra, Andrea Di Biase al contrabbasso e Gaspar Sena alla batteria. Nel terzo set il Valentina Gullace 4tet della Filibusta Records con Valentina Gullace con a voce e composizioni, Simone Maggio al pianoforte, Federica Michisanti al basso e Federico Scettri alla batteria. Ingresso libero con offerta a sostegno dell’associazione Luna Centro Antiviolenza. Venerdì 4 ottobre alle 21 al Teatro Artè (Capannori) Chiara Stroia insieme a Agostino Casella alla tastiera, Marco Pistone al basso e Massimo Di Cristofaro alla batteria; nel secondo set Evita Polidoro con Nerovivo: Polidoro a composizioni, batteria, voce e synth, Davide Strangio a chitarra e voce, Nicolò Faraglia alla chitarra, Adele Russotto a voce e synth. Nel terzo set Cristina Russo & NeoSoul Combo (Roccascina Audio Produzioni) con il progetto “Energy”: Cristina Russo voce, Angelo Di Marco alle tastiere Mariano Nasello al basso e Marco di Dio alla batteria. Ingresso libero con offerta a sostegno dell’associazione LAV – Lega Anti Vivisezione, Capannori. Sabato 5 ottobre alle 21 al Teatro Artè (Capannori) due set con “Piano 4hands” (Alfa Music Records) del duo di pianiste, compositrici e arrangiatrici Cettina Donato-Stefania Tallini, già ospiti apprezzatissime del festival nelle scorse edizioni, e Silvia Manco della Jando Music con Silvia Manco alla voce e piano, Francesco Puglisi al contrabbasso e Marco Valeri alla batteria. Ingresso libero con offerta a sostegno dell’associazione Anpana per la tutela degli animali. Giovedì 17 ottobre alle 21 al Real Collegio (Lucca) Alea&The Sit con la cantautrice Alessandra Zuccaro per Alive Records, con il progetto “Generation”, sul palco insieme a Giuseppe Trivigno al piano, Giuseppe Pignatelli al basso e Aris Volpe alla batteria; nel secondo set Veronica Farnararo con Estrela Guia (Irma Record): Veronica Farnararo voce, Massimo Greco tromba e flicorno, Daniele Santimone alla chitarra, Roberto Rossi alla batteria e percussioni; nel terzo set la pianista e performer Irene Scardia di Workin’ Label. Ingresso libero con offerta a sostegno dell’associazione AISM – Associazione italiana sclerosi multipla. Venerdì 18 ottobre alle 20,30 al Real Collegio (Lucca) speciale Big Jazz Night con 4 set. Nel primo il Giuliana Soscia Trio con “Sophisticated Ladies: a Tribute to Women Composers in Jazz” (BAM International): Giuliana Soscia piano, composizioni e arrangiamenti (già ospite di Lucca Jazz Donna nel 2010 con la sua fisarmonica), Dario Rosciglione al contrabbasso e Alessandro Marzi alla batteria. Nel secondo set Sara Battaglini con il progetto “Dalia” per Auand Records: Sara Battaglini voce, Federico Pierantoni al trombone, Enrico Ronzani al pianoforte. Nel terzo set “The Shining of Things. Dedicated to David Sylvian“, progetto discografico firmato dalla cantante Serena Spedicato e dal pianista Nicola Andrioli per Dodici Lune, sul palco con Kalevi Louhivuori a tromba e flicorno e Michele Rabbia alla batteria e alle percussioni. Chiude la serata l’Ajugada Quartet della Filibusta Records con “Hand Luggage”: Antonella Vitale alla voce, Gaia Possenti al pianoforte, Giulia Salsone alla chitarra, Danielle di Maio, gradito ritorno, al sassofono alto e soprano. Ingresso libero con offerta a sostegno dell’associazione Unicef. Sabato 19 ottobre alle 21 al Real Collegio (Lucca) Ileana Mottola presenta “All my Tomorrows” (Alfa Music Records), accompagnata da Antonio De Luise al pianoforte (contrabbassista nel disco); nel secondo set sul palco due artiste, due donne, due anime che si incontrano fra le note di una musica in cui il passato e presente si fondono indissolubilmente: il tango. Sono Le Valentine (AlfaMusic Records), ovvero Valentina Rossi voce e Valentina Cesarini alla fisarmonica e bandoneon; chiude la serata il Barbara Eramo feat. Seacircle della Filibusta Records con Barbara Eramo voce, Camillo Pace al contrabbasso, Alberto Dati live electronics. Ingresso libero con offerta a sostegno della Croce Verde di Lucca. Sabato 26 ottobre alle 21 nella chiesa di San Francesco, concerto delle Sorelle Marinetti insieme all’Orchestra Maniscalchi composta da 10 musicisti. Le Sorelle Marinetti sono un progetto nato nel 2007 da un’idea del produttore Giorgio Bozzo e dell’arrangiatore Christian Schmitz: il trio è il frutto di una seria ricerca nel repertorio dello swing e del jazz italiano degli anni Trenta e Quaranta, di un certosino lavoro di adattamento dei timbri vocali dei tre attori e cantanti e di recupero filologico degli arrangiamenti e del sound originale. Le Sorelle Marinetti sono Marco Lugli nel ruolo di Scintilla Marinetti, Nicola Olivieri in quello di Turbina Marinetti e Matteo Minerva come Elica Marinetti. Ingresso libero con offerta a sostegno dell’associazione Don Baroni. Ingresso libero a tutti i concerti, con offerta alle associazioni di solidarietà partner dell’iniziativa. Per informazioni: www.luccajazzdonna.it; Centro Pari opportunità della Provincia di Lucca, Cortile degli Svizzeri, 2 (0583.417.489, centro.po@provincia.lucca.it) e Comune di Lucca, Ufficio relazioni con il pubblico, via del Moro, 17 (0583.44.24.44, urp@comune.lucca.it).
14
Set
annabenedetto::notizie
36 letture - Share

Venerdì 4 e sabato 5 ottobre 2019 al Liceo musicale “A. Passaglia” di Lucca, si tiene la masterclass di fondamenti di tecnica pianistica e di arrangiamento nel linguaggio jazzistico di Cettina Donato, ospite del festival Lucca Jazz Donna 2019. Pianista, compositrice, direttore d’orchestra e arrangiatrice, Cettina Donato ha fondato negli USA un’orchestra jazz a suo nome con cui ha realizzato l’album Crescendo (2012). In Europa è stata invitata presso diversi festival jazz, in Italia ha partecipato ad alcuni tra i più importanti jazz festival tra cui Umbria Jazz e ha diretto Orchestre Sinfoniche esibendosi in celebri teatri. È stata riconosciuta la prima donna italiana Direttore d’Orchestra a dirigere Orchestre Sinfoniche con un repertorio jazz da lei totalmente arrangiato. È nella classifica del JazzIt Award tra i migliori arrangiatori italiani in ambito jazz. Collabora con il regista e attore Ninni Bruschetta per diverse produzioni teatrali. Il costo per partecipare alla masterclass, che fa parte degli eventi collaterali della 15ma edizione del festival, è 30 euro, mentre è gratuita per gli studenti del liceo musicale Passaglia di Lucca. La durata: 4 ottobre 16.00-20.00, 5 ottobre 10.00-13.00. La masterclass vale 2 crediti formativi per gli studenti di conservatorio. Per informazioni: +393284843911
14
Set
annabenedetto::notizie
43 letture - Share

Esce oggi, lunedì 9 settembre 2019, un nuovo disco dell'etichetta Improvvisatore Involontario: si tratta di “Emily Dickinsongs” del chitarrista Daniele Cervigni dedicato alla poetessa Emily Dickinson, e registrato insieme a Anna Laura Alvear Calderon alla voce, Emanuele Evangelista al pianoforte, Lorenzo Scipioni al contrabbasso e Pako Montuori alla batteria. Il progetto “Emily Dickinsongs” è interamente dedicato alla poetessa americana Emily Dickinson; la poesia della scrittrice è il filo conduttore e, sullo stile del concept album, i versi si fondono alla perfezione con le composizioni musicali, tutte del chitarrista Daniele Cervigni, dando vita così a brani con sonorità di confine fra jazz, soul, rock, pop e R&B. L’idea di questo lavoro nasce nel 2015 nel conservatorio Pergolesi di Fermo, quando il Maestro Fabrizio De Rossi Re incarica Cervigni, ancora studente, di scrivere liberamente una composizione per chitarra e voce su un testo di Emily Dickinson. “I See” viene poi eseguita dallo stesso Cervigni, e dalla cantante Anna Laura Alvear Calderon, nella rassegna “Invenzioni su una voce”organizzata dal conservatorio di Fermo. Da quell’evento Cervigni decide di scrivere altre composizioni seguendo il suo sentire e scegliendo altri testi della Dickinson. Nel 2017 il progetto diventa la sua tesi di laurea e da lì inizia a mettere le basi per un vero e proprio lavoro discografico che vede la sua forma nello studio di registrazione Marzi di Riccione. Il disco è acquistabile in formato fisico su Jazzos    Per info: http://improvvisatoreinvolontario.com www.danielecervigni.com Instagram  Facebook YouTube   Daniele Cervigni inizia a suonare la chitarra all’età di 8 anni. Inizialmente, ascoltando i dischi del fratello maggiore, si appassiona al cantautorato italiano per poi scoprire gruppi rock come Beatles e Led Zeppelin. Si avvicina alla musica jazz con il chitarrista Augusto Mancinelli e nel 2010 rende omaggio al Maestro scrivendo, in conclusione del triennio jazz al conservatorio Pergolesi di Fermo, la tesi biografica “La vita e le opere del chitarrista Augusto Mancinelli”. Perfeziona gli studi della chitarra jazz con Fabio Zeppetella; partecipa alle masterclass di Jonathan Kreisberg, Kurt Rosenwinkel, Franco Cerri, Franco D’Andrea, seminari di Siena, Nuoro Jazz, Perugia e Fara Sabina. Nel 2017 conclude, con il massimo dei voti, il biennio in musica jazz presso il conservatorio di Fermo. Nel 2018 incide il disco “Emily Dickinsongs”. Fra le collaborazioni più importanti quella con Fabrizio Bosso per il progetto ISMEZ. Anna Laura Alvear Calderon nasce nel 1990 da madre italiana e padre ecuadoriano. Inizia gli studi del canto, del pianoforte e della danza all’età di otto anni. Nel 2018 consegue la laurea di 1° livello in canto jazz al  conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo. Nel corso della sua formazione frequenta seminari e workshop con Susanna Stivali, Elisa Turlà, Judy Niemack, Joey Blake, Susanne Abbuehl, Amanda Tiffin. Attualmente è iscritta al biennio di canto jazz al conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara. Nell’estate 2018 vince la borsa di studio per il South African College of Music di Cape Town durante i corsi di Arcevia Jazz Festival. Viene selezionata come voce solista per un concerto in memoria di Alfredo Impullitti con l’orchestra del conservatorio di Pescara diretto da Luisella Chiarini; special guest dell'evento: Paolo Fresu, Tino Tracanna, Achille Succi e Pierre Favre. Nello stesso anno entra in studio per incidere un disco di musiche inedite sulle poesie di Emily Dickinson, composte dal chitarrista maceratese Daniele Cervigni. Si esibisce in diversi festival, tra i più importanti: Offida Jazz Festival, Jesi Jazz Festival, Jazz e non solo Jazz, Sibillini Swing Festival, Civitanova Jazz Festival, “Il jazz italiano per le terre del sisma”. Nel 2019 entra a far parte della big band del conservatorio di Pescara diretta da Mike Applebaum e Maurizio Rolli. Emanuele Evangelista: pianista, arrangiatore e compositore. Intraprende il percorso musicale all’età di 12 anni, avviandosi allo studio della fisarmonica strumento ancora prediletto per la composizione e l’esecuzione di lavori teatrali realizzati negli ultimi anni tra cui Rane – Tau Urbisaglia e Incanti e Disincanti. L’interesse per il pianoforte nasce in seguito all’incontro con il Maestro Ramberto Ciammarughi, di cui organizza per anni i seminari in territorio marchigiano; si viene così a creare un laboratorio di ricerca e di sperimentazione dove si incontrano vari musicisti disseminati nella regione. Approfondisce, quindi, lo studio del linguaggio jazzistico, frequentando pianisti come Greg Burk, Davide Santorsola e lo studio della composizione e dell’arrangiamento al conservatorio statale di musica "G.B. Pergolesi" di Fermo. È leader del progetto Vertex, quintetto con cui ha realizzato il disco "Fermata Obbligatoria" uscito nel 2012 per la Not.A.Mi.. Svolge attività concertistica in numerose rassegne e festival jazzistici nazionali ed internazionali tra cui Jazz Ethnic Festival Durazzo, Villa Celimontana Roma, MIFA Jazz Matera, Jazz Village Pesaro, Ancona Jazz, Julia Jazz, Fiorenza Jazz, TAM e Casa del Jazz per citarne alcuni. Suona in diverse formazioni jazz e sviluppa, parallelamente, in qualità di arrangiatore e compositore, differenti esperienze nell’ambito rock e pop a livello nazionale tra cui Tora Tora Festival, Hiroshima mon amour, Rock in the Casbah. È docente di pianoforte jazz, musica d’insieme jazz alla scuola “B. Padovano” di Senigallia, musica d’insieme rock-pop e pianoforte moderno alla Opus One di Pantiere. Lorenzo Scipioni: si diploma e consegue la laurea di secondo livello in contrabbasso classico col massimo dei voti e la lode al conservatorio "G.B.Pergolesi di Fermo" sotto la guida del Maestro Silvio Bruni. Ha suonato in importanti festival e jazz club italiani tra i quali Umbria Jazz Winter, Siena Jazz, Pisa Jazz, Roccella Jazz, Laurin Jazz, Pozzuoli Jazz, Zingaró jazzclub, Milleluci jazzclub per citarne alcuni. Tra le collaborazioni vanta quelle con Franco Cerri, Tiziana Ghiglioni, Marco Tamburini, Massimo Manzi. Pubblicazioni discografiche: "One, two, three... Quartet!" Franco Cerri Quartet (Rararecords); "Chi Tene o'Mare" Convergenze Parallele (Dodicilune) e "Emily Dickinsongs" Daniele Cervigni Quintet (Improvvisatore Involontario). Pako Montuori: nasce nel 1986. Inizia a suonare la batteria da piccolissimo come autodidatta, per poi iniziare il suo percorso di studi sotto la guida di Paolo Clementi. Nel corso degli anni prosegue gli studi al Music Academy 2000 diplomandosi nel 2005. Finito il periodo scolastico decide di iniziare un percorso di perfezionamento sotto la guida di alcuni fra i suoi batteristi di riferimento: Fabio Nobile (M.Biondi, C.Baglioni) e Pier Foschi (Jovanotti). Nel corso degli anni, grazie proprio a questi ultimi, si avvicina al jazz e decide di approfondire il linguaggio intraprendendo un percorso di studi con il batterista americano Gregory Hutchinson; mentre per quanto riguarda la parte teorica e armonica si affida al sassofonista Simone La Maida. Inoltre partecipa a seminari e masterclass tenuti da Ellade Bandini, Christian Mayer, Jojo Mayer, Stevie Smith-Denis Chambres, Dawe Wackel. Attualmente divide la sua vita lavorativa tra insegnamento e musica dal vivo. Ha diversi progetti e collaborazioni come: Roberto Zechini “Il Chitarreto”, Stevie Biondi 4et, Daniele Cervigni “Emily Dickinsongs”, Whon Washington, Will Robertson, Marcello Sutera, Filippo Tirincanti, Simone La Maida, Roberto Monti. Con Sara Jane Ghiotti e il suo progetto latin-Jazz “In mancanza d'aria”, nell'estate 2018 collabora con la cantante inglese Joss Stone.  
10
Set
cinziaguidetti::notizie
44 letture - Share

Lunedì 19 e Martedì 20 agosto nei Giardini di Villa Moorings si terranno le finali del BargaJazz Contest, il concorso dedicato alle band emergenti. Quattro i gruppi selezionati: il 19 agosto si esibirà il gruppo GALA, con Corrado Cerutti alla chitarra, Giacomo Ganzerli alla batteria, Francesco Orio al piano, Simone di Benedetto al contrabbasso e Giulio Ottanelli al sax alto, ed il gruppo SMoGZ con Marco Morandi al pianoforte, Bernardo Sacconi al contrabbasso, Giovanni Gargini alla batteria e Leonardo Rosselli al sax tenore. Martedì 20 agosto sarà la volta del trio JAPANESE GARDEN con Federico Carnevali alla chitarra, Giovanni Miatto al basso e Carmine Casciello alla batteria, e dell' RP4tet con Lorenzo De Luca al sax tenore, Riccardo Pettinà al pianoforte, Matteo Padoin al contrabbasso, Giacomo Albertelli alla batteria. Nel corso delle due serate verrà assegnato un premio al miglior gruppo in gara ed un riconoscimento speciale al miglior solista dedicato a Luca Flores, eccezionale pianista scomparso prematuramente militante dell'orchestra di Barga nelle prime edizioni del Festival. Selezionati anche i brani, che saranno eseguiti dalla Barga Jazz Orchestra nelle serate del 23 e 24 agosto al Teatro Dei Differenti, per il concorso internazionale di arrangiamento e composizione. Per la Sezione A (arrangiamenti su musiche di Dave Douglas) i finalisti sono: LOOPY arr. di Andrea di Marcoberardino; CHARMS OF THE NIGHT SKY arr. di Giuliana Soscia; SHARDS arr. di Fulvio Epifani; A THOUSAND EVENINGS arr. di Francesco Briotti; CHARMS OF THE NIGHT SKY arr. di Alessio Sacco; TIME TRAVEL arr. di Alex Cassanyes; ROSE AND THORN arr. di Eduardo Rojo Gonzalez. Per la Sezione B (composizioni originali) sono stati selezionati: AN OLD FABLE di Fabio Renzullo; THE LOVER’S PARADIGM di Giulio Gentile; KENNY di Luca Poletti; HAIKU di Filippo Minisola; CATS OUT THE BAG di Tom Haines. Info e prenotazioni: TEL. 0583723860 – info@bargajazz.it – www.bargajazz.it
18
Ago
animajazz::notizie
54 letture - Share

A due passi dalle vette del Gran Paradiso con grande musica e attrazioni varie nel rispetto delle tradizioni. Per questa 5° edizione del Festival Paradiso Musicale a Valsavarenche (AO) – 23-25 agosto 2019 – saranno Ciosi, i Bayou Moonshiners, Mamima Swan, Rémy Boniface e Alberto Visconti Duo e i Violoun d’Amoun la colonna sonora di questo evento che si tiene ai piedi delle vette del Gran Paradiso, una delle più belle ed incontaminate oasi naturalistiche delle nostre Alpi, al confine con la Francia. Il Festival Paradiso Musicale in questi anni si è svolto in diverse località, a cominciare da Degioz presso la Sala Consiglio, per passare a capannone adiacente al Comune, l’hotel Parco Nazionale, in itinere nelle vie del centro storico durante la Fiha di -s-Artisan, per estendersi pian piano in tutta la valle. Durante le varie giornate, che hanno visto una numerosa partecipazione sia di villeggianti che di residenti, si sono esibiti diversi artisti di livello nazionale ed internazionale, il tutto a dimostrazione che la qualità artistica si può esprimere a qualsiasi altitudine. Per l’edizione 2019 la scelta degli organizzatori del festival è stata quella di ampliare gli spettacoli lungo quasi tutta la Valsavarenche, collegando i vari borghi con il denominatore comune della musica, poiché continuiamo a credere che le diverse forme di espressione artistica possano coinvolgere sempre più persone in un posto come la Valsavarenche che rimane ancora un piccolo gioiello, davvero “angolo di Paradiso”, all’interno del Parco Nazionale. Infatti – oltre a comprendere sempre dei gruppi che si esibiranno in località Degioz il venerdì sera ed il sabato sera – durante il pranzo legato alla Fiha di -s-Artisa, avremo musicisti itineranti per tutto lo svolgimento della fiera stessa, che ci proporranno un’ampia gamma di suoni provenienti da varie aree del mondo, spaziando dalla musica tradizionale statunitense a quella italiana già dai tre aperitivi musicali di “avvio/benvenuto”, il primo presso il Gran Paradiso in località Pont, il secondo presso la Grivola a Bien, e l’ultimo ai piedi del Grande Etret a fondovalle, press il rifugio Tetras Lyre. Il Festival inizierà il 23 agosto 2019 coinvolgendo alcune realtà di paesi vicini a Dégioz, come l’hotel Gran Paradiso, che vedrà una prima esibizione musicale il venerdì pomeriggio all’ora dell’aperitivo di Federico “Ciosi” Franciosi, per poi spostarsi nei locali comunali situati nel capoluogo, per una esibizione serale che intratterrà il pubblico con uno omaggio al sound di New Orelans previsto per le ore 21,30 circa, con l’esibizione dei Bayou Moonshiners. Il sabato 24 agosto 2019 – in mattinata – avremo un aperitivo ancora con i Bayou Moonshiners che il pubblico potrà gustare presso il Camping Grivola a Bien; nel pomeriggio – questa volta presso l’area Pique Nique Foncey – riproporremo il momento dedicato ai più piccoli e alla musica, affidato questa volta ai Mamima Swan che sapranno coinvolgere grandi e piccini in una magnifica zona immerse nella natura. La sera si concluderà con lo spettacolo del famoso duo Boniface/Visconti, in località Degioz, presso il nuovo capannone allestito proprio questa estate. Domenica 25 agosto 2019 il festival continuerà al fianco degli espositori della Fiha di -s-Artisan: vedremo così la presenza dei Violoun d’Amoun, attraverso uno spettacolo itinerante, si sposteranno lungo il percorso della fiera in località Degioz al fine di intrattenere turisti, villeggianti e residenti e condurli alla riscoperta delle ricchezze nascoste nel lavoro manuale degli artigiani espositori. La manifestazione musicale continuerà all’ora di pranzo con l’esibizione di Federico “Ciosi” Franciosi in mattinata, presso il rifugio Tetras Lyre, per un aperitivo Musicale, per avvicinare la musica nata sulle montagne americane e sempre più vicina alle vette del Gran Paradiso. L’iniziativa è nata ormai più di cinque anni fa da un’idea della Pro Loco, in collaborazione con alcune realtà locali, come l’Abro De La Leuna, il bar Lo Forquin, l’Hotel Parco Nazionale, il B&B Vers Le Bois, L’Hostellerie Du Paradis il rifugio Tetras Lyre, l’Agriturismo Lo Mayen, l’hotel Gran Paradiso e il camping Grivola, con il supporto organizzativo della società di eventi, AZ Blues, il Consiglio Regionale della Valle d’Aosta, l’Ufficio Regionale del Turismo nonché dell’Ente Parco Nazionale del Gran Paradiso. La natura delle cime alpine della Valle d’Aosta e del Gran Paradiso continua a trovare nell’arte ed in particolare la musica, la possibilità di elevare non solo il corpo ma anche lo spirito, per un connubio magico che rimarrà impresso a lungo nella memoria dei partecipanti, un’esperienza dal sapore unico da vivere direttamente sul posto.
16
Ago
animajazz::notizie
48 letture - Share

Torna l’evento più atteso dell’estate barghigiana Barga IN Jazz (la festa del jazz). La giornata sarà inaugurata alle ore 17 dalla Large Street Band che guiderà il pubblico tra le strade e le piazze del centro storico in cui si svolgeranno i numerosi concerti. Alle ore 18 appuntamento con Vittorio Alinari in solo presso la Chiesa di S. Elisabetta in una cornice suggestiva e spirituale. La manifestazione si concluderà poi in serata con una grande jam session in Piazza del Teatro con la resident band del BargaJazz Club. Ecco tutti i partecipanti: PORTA REALE Outfiedls Daniele Paoletti - percussioni, Beppe Scardino - sax baritono, Glauco Benedetti - Basso Tuba PIAZZA SS. ANNUNZIATA Francesca Fattori Quartet Francesca Fattori - chitarra Francesco Massagli - pianoforte Renato Marcianò - basso elettrico Andrea Melani - batteria VICOLO DEL SOLE Cekka Lou & Luca Giovacchini Cekka Lou - contrabbasso e voce Luca Giovacchini - chitarra PIAZZA ANGELIO Leonardo Tulgei Band (SienaJazz University) Leonardo Tullj sax tenore Vincenzo Buonocore chitarra Michele De Lilla pianoforte Alberto Antoniucci basso elettrico Marco Salvador batteria PIAZZA DEL COMUNE Eros Terzuoli Quartet (SienaJazz University) Eros Terzuoli sax tenore Mario Petronzi chitarra Francesco Tino basso elettrico Alessio Crespi batteria PIAZZA GARIBALDI Animazione per bambini a cura di Associazione Manidoro PIAZZA DEL SARGENTONE Luca Bellotti Quartet Luca Bellotti: sax tenore e soprano Luca Franchini: contrabbasso Simone Amato: batteria Daniele Orselli: chitarra CHIESA DI S. ELISABETTA ore 18 VITTORIO ALINARI “E quindi uscimmo a riveder le stelle” Viaggio musicale nella Divina Commedia con la proiezione di immagini dall’edizione originale Alinari del 1902 e le impressioni musicali di Vittorio Alinari (sax tenore e soprano, clarinetto alto e contrabbasso, flauto). Ore 21:00 Piazza del Teatro BargaJazz Club Jam Session con i protagonisti della giornata Resident band: Simone Venturi - pianoforte, Leonardo Gnesi - contrabbasso, Federico Cardelli - batteria Ingresso gratuito ! Il BargaJazz Festival proseguirà quindi fino al 31 di agosto con il concorso internazionale di composizione e arrangiamento per orchestra jazz, quest'anno dedicato alla musica del trombettista statunitense Dave Douglas. Tra gli artisti ospiti del festival: Pietro Tonolo, Alessandro Fabbri, Stefano Battaglia, Louis Gonzalez. Il programma completo è disponibile sul nuovo sito www.bargajazz.it.
16
Ago
animajazz::notizie
49 letture - Share

Dopo una piccola pausa riprendono i concerti per l'edizione 2019 del Barga Jazz Festival. Il 17 Agosto sarà la volta del Note Noire Quartet composto da Ruben Chaviano al violino, Roberto Beneventi alla fisarmonica, Tommaso Papini alla chitarra e Mirco Capecchi al contrabbasso. Il quartetto è nato sulla ricerca di repertori tradizionali e l'infinita possibilità di contaminazione tra gli stessi. Nel 2013 esce "Incontri", nel 2015 il secondo album "Oltreconfine" e nel 2019, per Alfamusic/EGEA esce "Nadir". Attivi sulla scena dal 2011, i Note Noire sono stati invitati ad esibirsi all'interno di programmazioni prestigiose quali Royal Albert Hall (UK), Rhino Jazz Festival (FR), LongLake Festival (CH), Piacenza Jazz Fest (IT) e Pisa Jazz (IT). In contemporanea, presso OXO Collection – The Gallery, sarà possibile visitare la mostra “stare” di Fabio Maestrelli (aperta dal 16 al 31 agosto). Sabato 17 Agosto ore 21:00 – Piazza Salvo Salvi – Barga Ingresso 10 Euro. Info e prenotazioni: TEL. 0583723860 – info@bargajazz.it – www.bargajazz.it - - - - - - Confermata per il 18 di agosto Barga IN Jazz (la festa del jazz...) La giornata, che si è ormai trasformata nel più coinvolgente appuntamento dell'estate di Barga, sarà inaugurata alle ore 17 dalla Large Street Band che guiderà il pubblico tra le strade e le piazze del centro storico. Alle ore 18 il concerto di Vittorio Alinari in solo presso la Chiesa di S. Elisabetta in una cornice suggestiva e spirituale. La manifestazione si concluderà poi in serata con una grande jam session in Piazza del Teatro con la resident band del BargaJazz Club. Il BargaJazz Festival proseguirà quindi fino al 31 di agosto con il concorso internazionale di composizione e arrangiamento per orchestra jazz, quest'anno dedicato alla musica del trombettista statunitense Dave Douglas. Tra glia artisti ospiti del festival: Pietro Tonolo, Alessandro Fabbri, Stefano Battaglia, Louis Gonzalez. Il programma completo è disponibile sul nuovo sito www.bargajazz.it.
15
Ago
animajazz::notizie
40 letture - Share


In collaborazione con
ACCADEMIA D'ARTE
DI PISA
AnimaJazz”, e “Blues Fires” vanno in onda su Punto Radio, 91.6 Mhz e 91.1 Mhz e sono ascoltabili via web su www.puntoradio.fm negli orari:
ANIMAJAZZ”: il martedì dalle 20:30 alle 21:25;
BLUES FIRES” il venerdi dalle 20:30 alle 21:25;
Contatti: info@animajazz.eu
AnimaJazz Podcasts:
      18/10/2019: blues fires 258
      15/10/2019: animajazz 888
      11/10/2019: blues fires 257
      08/10/2019: animajazz 887
      04/10/2019: blues fires 256
      01/10/2019: animajazz 886
      27/09/2019: blues fires 255
      24/09/2019: animajazz 885
      20/09/2019: blues fires 254
      17/09/2019: animajazz 884
      16/09/2019: blues fires 256
      13/09/2019: blues fires 253
      10/09/2019: animajazz 883
      06/09/2019: blues fires 252
      03/09/2019: animajazz 882
      20/09/2009: Speciale 1