Benvenuto su www.animajazz.eu/wordpress.
Il sito di AnimaJazz è un “contenitore di programmi radiofonici” specifici di musica Jazz & Blues, ideati e curati da Bruno Pollacci.: “ANIMAJAZZ”: dedicato al Jazz strumentale e vocale italiano ed internazionale; “BLUES FIRES”: dedicato al Blues italiano ed internazionale. All'interno dei programmi trovano spazio tutte le poliedriche “anime“ del Jazz e del Blues, da quella tradizionale a quelle contemporane, d'avanguardia e di ricerca, non trascurando le cosiddette “contaminazioni“, siano esse provenienti dal “Rock“, dall'“Etnica“, dal “Pop” o dalla “Classica“. Pur proponendo la musica degli artisti nazionali ed internazionali più prestigiosi, acclamati e storicizzati, gli intenti dei programmi sono inoltre quelli di porsi come punto di riferimento per la promozione dei nuovi talenti emergenti, indipendentemente dalla loro età, fornendo loro opportunità per la proposta radiofonica e web della loro musica e favorendo supporto logistico per la proposta “live“. Il sito di AnimaJazz, si affianca alle trasmissioni come ulteriore “cassa di risonanza“, per avvalersi della potenzialità informativa della rete ai fini culturali di diffusione e valorizzazione della musica. Animajazz e Blues Fires sono ascoltabile anche via WEB in podcast da questo sito e collegandosi negli orari di programmazione a www.puntoradio.fm.

Ultima data per Lucca Jazz Donna 2020 Giovedì 10 settembre al Real Collegio chiusura con Titta Nesti Ingresso libero, nessuna prenotazione ma posti limitati, obbligo di mascherina Muziki! Giovedì 10 settembre alle 21 al Real Collegio di Lucca (chiostro di Santa Caterina) chiude Lucca Jazz Donna 2020 “light” un'altra voce femminile toscana, quella di Titta Nesti. Con il progetto “Muziki”, sul palco insieme a lei ci saranno Franco Santarnecchi alle tastiere, Ellie Young al violoncello e flauto, Pietro Borri alla batteria. Questo quartetto di recente formazione è il naturale approdo della collaborazione intrecciata fra questi musicisti in svariate altre formazioni tra le quali la Waves Orchestra diretta da Franco Santarnecchi. La caratteristica dell’ensemble è quella di esplorare, grazie alla libera improvvisazione costruita sia su temi originali di propria composizione, sia su frammenti di standard del jazz e della popular music, timbriche e colori musicali diversi. Saranno proprio gli strumenti, acustici ed elettronici, ad evocare ambientazioni diverse in un dialogo sonoro aperto sempre a nuove possibili suggestioni. Momenti onirici, spazi evocativi, tappeti sonori che rendono la performance un viaggio musicale dove tutto può accadere. Il festival Lucca Jazz Donna ha affrontato l’anno del Covid 19 con una versione “light” nel cartellone di “Musica Estate” al Real Collegio di Lucca, aspettando la 16ma edizione della manifestazione nel 2021. Lucca Jazz Donna è il festival dedicato ai talenti jazz al femminile organizzato dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca, al Comune di Capannori, alla Provincia di Lucca, con il sostegno della Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca. L’immagine di quest’anno: scatto di Laura Casotti, fotografa ufficiale di Lucca Jazz Donna, elaborato graficamente da Ilaria Ferrari, art director della manifestazione. A dirigere il palco e presentare il festival Michela Panigada. Il concerto è a ingresso libero senza prenotazioni fino ad esaurimento posti e con obbligo di indossare la mascherina. L’accesso è da via della Cavallerizza. Per informazioni: www.luccajazzdonna.it, Fb, Insta, Twitter: @luccajazzdonna --
8
Set
animajazz::notizie
25 letture - Share

Giorno 13 settembre 2020 alle ore 21:30 si terrà presso il Palazzo Forani di Casperia (RI) il concerto del trio chitarristico composto da Giuseppe Cistola, Mariano Colombatti e Andrea Infusino. I tre artisti, che si sono incontrati dapprima online durante il periodo del lockdown condividendo la loro musica e pubblicandolo sui social networks, offriranno uno spettacolo musicale incentrato sulla chitarra e sulle sue evoluzioni, presentando un progetto inedito e ricco di atmosfera ed eseguendo brani originali composti dai tre artisti. Un progetto unico e fuori dagli schemi, che vede al centro l'unione di mondi differenti: dall'intreccio delle note nostalgiche dell'album "Por la calle Argentina" di Giuseppe Cistola, quelle mainstream di "Amarene nere" di Andrea Infusino e innovative di "Fly Down" di Mariano Colombatti, nasce un sound unico che ricopre un ampio ventaglio emotivo e stilistico. L'uso della materia compositiva e della chitarra come strumento sono interpretati da ciascun artista con grande rispetto e originalità, superando i clichè del momento e cercando di appagare quell'inesauribile, e a volte rischiosa, voglia di esplorare suoni nuovi. I brani, tratti dai tre album precedentemente citati e tutti editi dalla Emme Record Label sono stati pubblicati fra il 2019 e il 2020 e saranno riarrangiati e adattati per esaltare la chitarra, le sue peculiarità nelle varie sfaccettature espressive e tecniche di ciascuno. Il trait d'union degli eventi del 13 settembre rimane la chitarra, infatti il trio chitarristico si esibirà nello scenario del Palazzo Forani di Casperia in apertura al concerto di un duo d'eccezione alle ore 22:30. Rocco Zifarelli, compositore, didatta e celebre chitarrista, sarà accompagnato dal magistrale Dario Rosciglione, musicista ormai consolidato nel panorama italiano ed europeo, al contrabbasso. Concerto con ingresso su prenotazione, fino ad esaurimento posti. L'evento è organizzato nel rispetto delle norme vigenti anti Covid-19. Il programma completo è disponibile al seguente link http://www.faramusic.it/sabina-music-summer-ad-agosto-torna-il-grande-jazz-in-sabina/
6
Set
infusinomusic::notizie
24 letture - Share

Domenica 6 settembre 2020, alle ore 21.30, Celano jazz Convention presenta il concerto di Sonic Latitudes Reloaded, il gruppo jazz fondato dal pianista Marco Di Battista e dal chitarrista Franco Finucci e completato dalla ritmica formata da Gabriele Pesaresi al contrabbasso e Roberto Desiderio alla batteria. Il concerto si terrà a Celano, in Piazza San Giovanni, ed è ad ingresso libero. La solidità del quartetto proviene dalle numerose collaborazioni che di volta in volta hanno unito i musicisti: contesti diversi nei quali si è sviluppata l'intesa e la reciproca conoscenza musicale. L'unione musicale che lega Marco Di Battista e Franco Finucci è stabile, duratura e orientata verso la ricerca. Oltre che il nome del gruppo, Sonic Latitudes è anche il titolo del disco che i due musicisti hanno registrato nel 2013. Nell'estate del 2016, Di Battista e Finucci, con la formazione Sonic Latitudes Nordic Experience, insieme alla ritmica formata da Arild Andersen e Paolo Vinaccia, nell'ambito di un breve tour nel centro Italia, si è esibito anche sul prestigioso palco della Casa del Jazz di Roma. Lo scorso anno, invece, il quartetto ha suonato nel cartellone di "Musei di Sera", manifestazione organizzata dal CIDIM all'interno dei Musei Vaticani, e, nelle stagioni precedenti, in Turchia per "Suono Italiano" la rassegna realizzata sempre dal CIDIM con la collaborazione degli Istituti Italiani di Cultura all'Estero. La terza edizione di Celano Jazz Convention si è svolta in linea con la situazione generale del nostro paese e dell'intero pianeta. Il direttore artistico Franco Finucci ha proposto le lezioni on line per la sessione estiva, in particolare con la masterclass tenuta dal sassofonista statunitense Jerry Bergonzi e eventi in presenza: una strada per mantenere la continuità con il disegno avviato nel 2018 e per valorizzare il territorio attraverso la musica e la formazione, l'inclusione e l'accoglienza.
3
Set
Fabio Ciminiera::notizie
26 letture - Share

Finale con doppio concerto per Bargajazz 2020 Domenica 30 agosto chiude con un doppio concerto il BargaJazz Festival 2020. Dalle ore 21 nei Giardini di Villa Gherardi a Barga Angelo Lazzeri e Stefano Onorati, solisti dell'orchestra di Bargajazz, presenteranno i loro progetti in piccolo gruppo: il chitarrista Angelo Lazzeri in trio con Daniele Mencarelli al basso e Paolo Corsi alla batteria, e il pianista Stefano Onorati con il trombettista Fulvio Sigurtà, Gabriele Evangelista al contrabbasso e Alessandro Paternesi alla batteria. L'ingresso ai concerti prevede biglietti alla portata di tutti da 5 a 10 euro con un'importante promozione rivolta agli studenti delle scuole civiche di musica, dei licei musicali che avranno accesso ai concerti con un biglietto poco più che simbolico di 1 euro. Un'edizione particolare quella 2020 per il festival che, se da una parte ha dovuto rinunciare al concorso di composizione ed arrangiamento per orchestra jazz, dall'altra ha fatto riscoprire i Giardini della Villa Gherardi come location perfetta per i concerti jazz e non solo. Il programma, tutt'altro che di ripiego, si è svolto dal 18 di agosto con sedici concerti di qualità che hanno visto protagonisti sia giovani emergenti (SienaJazz University e partecipanti al BargaJazz Contest provenienti da tutta Italia), sia ospiti internazionali come Scott Hamilton, Jim Black, Andy Sheppard. Nonostante le difficoltà dell'emergenza COVID19 i concerti si sono svolti in piena sicurezza grazie alla collaborazione della Misericordia del Barghigiano e dell'Associazione Nazionale Carabinieri. Il Festival, di cui è titolare il Comune di Barga, è stato realizzato con il decisivo contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, Regione Toscana, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Un ringraziamento particolare ai tanti volontari del Festival che anche in questo momento difficile non hanno fatto mancare il loro appoggio. info@bargajazz.it - www.bargajazz.it prevendite: www.liveticket.it/bargajazz
29
Ago
animajazz::notizie
32 letture - Share

Ancora un concerto dal respiro internazionale sabato 29 al BargaJazz Festival con il duo di Andy Sheppard al sax tenore e Rita Marcotulli al pianoforte. Una collaborazione nata dall'incontro dei due nel 1988 che ha prodotto negli anni concerti nei più importanti festival ed alcuni dischi fondamentali. I due si sono incontrati grazie alla loro comune passione per François Truffaut. La loro amicizia si è ulteriormente cementata quando Andy ha partecipato all'album Koiné di Rita, e infine hanno perfezionato il loro sodalizio musicale attraverso i numerosi concerti live che hanno tenuto insieme in tutta Europa. Andy Sheppard è uno dei principali sassofonisti europei e uno dei pochissimi musicisti britannici ad aver avuto un impatto significativo sulla scena jazz internazionale, suonando e scrivendo per allestimenti da solista a big band e orchestra da camera. Ha registrato per etichette come Blue Note, Verve, Label Bleu e Provocateur. Sheppard ha registrato e sviluppato nuova musica con artisti diversi come il percussionista brasiliano Nana Vasconcelos, il violinista indiano L.Shankar, la musicista folk inglese Kathryn Tickell, i compositori classici contemporanei John Harle e Joanna MacGregor, il cantautore John Martyn, e alcuni tra i più importanti compositori del jazz contemporaneo come Carla Bley e George Russell. Rita Marcotulli comincia a suonare professionalmente negli anni settanta collaborando con artisti internazionali come Chet Baker, Jon Christensen, Billy Cobham, Peter Erskine, Steve Grossman, Joe Henderson, Helène La Barrière, Joe Lovano, Charlie Mariano, Marilyn Mazur, Pat Metheny, Sal Nistico, Michel Portal, Kenny Wheeler, Noa, Norma Winstone. Nel 1987 viene votata miglior nuovo talento attraverso un sondaggio della rivista Musica Jazz e l'anno seguente si trasferisce in Svezia, dove rimane fino al 1992. In Italia collabora fra gli altri con Ambrogio Sparagna, Pino Daniele, Gianmaria Testa. Nel 1996 accompagna Pat Metheny in un'esibizione al Festival di Sanremo. Per il cinema ha realizzato la colonna sonora del film Basilicata coast to coast grazie alla quale ha ricevuto il Ciak d'oro, il Nastro d'argento alla migliore colonna sonora ed il David di Donatello per il miglior musicista (prima donna in assoluto a ricevere questo riconoscimento). Domenica 30 doppio concerto con due solisti dell'orchestra di Bargajazz che presenteranno i loro progetti in piccolo gruppo: il chitarrista Angelo Lazzeri in trio con Daniele Mencarelli al basso e Paolo Corsi alla batteria, e il quartetto del pianista Stefano Onorati con il trombettista Fulvio Sigurtà, Gabriele Evangelista al contrabbasso e Alessandro Paternesi alla batteria. L'ingresso ai concerti prevede biglietti alla portata di tutti da 5 a 10 euro con un'importante promozione rivolta agli studenti delle scuole civiche di musica, dei licei musicali che avranno accesso ai concerti con un biglietto poco più che simbolico di 1 euro. Il programma completo è disponibile sul sito www.bargajazz.it, informazioni: info@bargajazz.it Prevendite su https://www.liveticket.it/bargajazz
28
Ago
animajazz::notizie
27 letture - Share

E' l'intensa luce di Michela Lombardi, una delle piu' eleganti "star" del Jazz vocale italiano a far brillare il palcoscenico della terza serata del Festival "Lucca Jazz Donna Light". Il progetto discografico proposto, condiviso con il grande pianista, compositore ed arrangiatore Piero Frassi, suo compagno d'avventura e performer di grande livello anche nel concerto al "Real Collegio" di Lucca, e' intitolato "Shape of my Heart - La Musica di Sting", e lo stesso grande Sting, fosse stato presente, si sarebbe positivamente sorpreso di quanto la sua musica possa essere oggetto di nuove ampiezze, nuovi voli creativi e nuove intuizioni d'arrangiamento. Michela Lombardi ha troppo carattere e spessore per schiacciare la propria identita' in una semplice esibizione di "cover", ed e' riuscita a regalare nuove ed originali interpretazioni con un'espressivita' ed una raffinatezza che solo le migliori artiste del Jazz mondiale saprebbero offrire, per professionalità e partecipazione interiore. E' ancora vivo in me il ricordo delle fresche ed originali interpretazioni che il grande Piero Frassi realizzo' con le musiche di Burt Bacharach (espresse anche sul palco di Sanremo con lo stesso Maestro presente) ed in questo concerto al Lucca Jazz Donna il nostro grande musicista si e' ripetuto con felici intuizioni che hanno favorito Michela Lombardi, permettendole una straordinaria performance, originale e vibrante di nuove peculiarita' sonore capaci di dar vita ad un magico mix tra il riferimento rispettoso alle composizioni originali ed una nuova identita' caratterizzata da forte personalita' e preziosita' creative innovative. La sezione ritmica affidata al talentuiso e prestigioso Gabriele Evangelista (grande ed attento accompagnatore, ma anche straordinario performer solistico) ed al preciso ed equilibrato batterista Bernardo Guerra, ha offerto un'encomiabile e prezioso contributo di preziosita' musicale che ha reso questo concerto una "festa della musica" capace di sorprendere e di emozionare, confermando le felici proposte di una direzione artistica che ha saputo trasformare un'edizione del festival minata dalle conseguenze del coronavirus in un'edizione che potremo ricordare ricca di valori e di eccellenze musicali cosiddette “locali”, ma dallo spessore internazionale, di cui andare profondamente fieri . Bruno Pollacci - Animajazz
27
Ago
animajazz::notizie
177 letture - Share

Esce oggi, giovedì 27 agosto, un nuovo disco dell'etichetta Improvvisatore Involontario con una grande novità: per la prima volta, oltre al formato digitale e il cd, sarà disponibile anche il vinile. Si tratta di Imaginary Geographies album di esordio del The Pier Jazz Fourtet formato da Pier Chiaraluce  (contrabbasso e composizione), Leonardo Francesconi (pianoforte e arrangiamenti), Giammarco Polini  (chitarra e arrangiamenti), Mauro Cimarra (batteria, arrangiamento traccia 7); e tre special guest: Massimo Gerini (voce), Antonino De Luca (fisarmonica) e Roberto Piermartire (flicorno). Il disco verrà presentato venerdì 28 agosto alla settima edizione di Fabri Jazz a Fabriano ai giardini del Poio alle ore 21.30. In Imaginary Geographies ogni composizione racconta uno scenario unico del nostro mondo: il gruppo esplora così l'India (Raga e Tala), passando per Istanbul (Istiklal Avenue), dove vengono richiamati alla memoria i suoni, più o meno tradizionali, uditi da Pier Chiaraluce per le vie e nei ristoranti della città, fino ad arrivare a toccare l'America latina (La Cumbrecita, Imaginary Geographies). Le tracce suonano in modo originale, come la band, che diventa un quintetto o una combo all'occorrenza. Questo disco raccoglie tutte le composizioni scritte dal leader Pier Chiraluce nell’arco di un anno, con l’intenzione di metterle in un disco. Si tratta di una costruzione continua, anche dal punto di vista degli arrangiamenti, che ha richiesto un ulteriore anno e nella quale ha coinvolto coloro con cui collabora regolarmente da molto tempo. E' un disco che esprime il modo di suonare fra il 2018 e 2019, e il modo di scrivere maturato in 10 anni, tempo che, dopo essersi diplomato, ha dedicato prevalentemente al jazz e alla musica corale, per abbandonare poi la seconda e concentrarsi quasi esclusivamente sulla prima. Il disco è acquistabile in vinile sul sito Jazzos e in digitale su Improvvisatore Involontario   e Apple Music  Per info: http://improvvisatoreinvolontario.com info@improvvisatoreinvolontario.com   Sito internet: www.thepier.it e-mail: info@thepier.it, booking@thepier.it Instagram Facebook YouTube Spotify Imaginary Geographies è stato registrato al Nufabric Studio, Fermo, Marche, da Daniele Jack Rossi, editato, missato e masterizzato da Daniele Jack Rossi nell'estate 2019. Tutti i brani sono stati composti da Pier Chiaraluce e arrangiati da The Pier Jazz Fourtet tranne Queen, che è una canzone di Melvins riarrangiata da The Pier Jazz Fourtet. Pier Chiaraluce: nasce a Jesi nel 1986. A 11 anni inizia gli studi musicali nella scuola ad indirizzo sperimentale musicale "Marco Polo" e lo studio del pianoforte con il M° Emilio Procaccini. A 15 anni si iscrive al conservatorio "Francesco Morlacchi" di Perugia scegliendo contrabbasso e studiando prima con il M°  Ferdinando Grillo e successivamente conseguendo il diploma classico con il M° Daniele Roccato. Ad oggi si sta specializzando al conservatorio "Giovanni Battista Pergolesi" di Fermo con il M° Gabriele Pesaresi e relative materie complementari con i Maestri Mauro De Federicis, Marco Postacchini, Fabrizio De Rossi Re. Ha frequentato corsi di specializzazione principalmente in ambito classico e jazz. Suona diversi strumenti oltre al pianoforte e al contrabbasso, che lo aiutano nella composizione e nell’arrangiamento. Fino alla costituzione del progetto The Pier Jazz Fourtet ha avuto collaborazioni che hanno riguardato quasi ogni stile o repertorio musicale: dal bluegrass, al barocco, alla musica elettronica al reggae, musica da camera, musica sinfonica, musica elettronica, musica per film, per danza, per bambini. E' insegnante nella scuola secondaria di primo grado. Nel 2019 ha inciso il suo primo disco. Leonardo Francesconi: nasce a Camerino nel 1985. Si diploma in pianoforte classico al conservatorio "Giovanni Battista Pergolesi" di Fermo. Mantiene attiva la propria formazione tramite approfondimenti sul jazz con Giovanni Ceccarelli, Stefano Travaglini, Mike Melillo, e Massimo Morganti. E' impegnato in varie formazioni quali The Pier Jazz Fourtet, Nova Trio, Polyedron, Two-In Gum, Trio O.N.D.E., Raymond Quintet, Synusonde, Sodacustica. Il 23 maggio 2018 ha pubblicato su Bandcamp il suo primo album domestico e autoprodotto, intitolato "Piano b". Giammarco Polini: nasce a Sant'Elpidio a Mare nel 1974. All'età di 17 anni inizia gli studi di musica con il M° Massimo Colucci. Successivamente si iscrive ai corsi della E.M.I. di Pescara di Giuseppe e Gianfranco Continenza, durante i quali studia musica moderna funky, rock, blues e jazz. All'età di 24 anni si avvicina ulteriormente al jazz studiando con i Maestri Fabio Zeppetella, Maurizio Lazzaro e Franco Ventura della scuola "PercentoMusica" di Roma. Dal 2002 al 2007 suona con la "Soul Green Orchestra" dove raggiunge buoni risultati esibendosi con musicisti di chiara fama come Marco Tamburini, Nico Gori e Stefano Cantini. Nel 2008 frequenta il corso di improvvisazione del M° Ramberto Ciammarughi; studia chitarra jazz con i Maestri Luca Pecchia e Augusto Mancinelli; partecipa ad alcuni stage tenuti da Bireli Lagrene, Joe Diorio, Jamey Findlay, Jimmy Bruno, Kurt Rosenwinkell. Nel 2009 si diploma al triennio di jazz al conservatorio "Gioachino Rossini" di Pesaro con il massimo dei voti. Al conservatorio di Pesaro studia arrangiamento e composizione con Bruno Tommaso e Gianmarco Gualandi. Lo stesso anno si appassiona al jazz manouche ed intraprende lo studio del gipsy jazz con Jacopo Martini. Suona e partecipa a diverse rassegne jazz con il quartetto jazz manouche e suona con Nunzio Barbieri, chitarrista di Paolo Conte. Nel 2015 riprende gli studi accademici al conservatorio "Giovanni Battista Pergolesi" di Fermo, si iscrive al biennio di jazz e si diploma nel 2017 con la votazione 108/110. Studia arrangiamento e improvvisazione con Filiberto Palermini e Mauro De Federicis. Per diversi anni ha insegnato in alcune scuole di musica del Fermano chitarra jazz/rock/blues e chitarra per bambini. Attualmente svolge attività didattica e attività live. Suona con formazioni stabili come trio jazz "Giammarco Polini trio" e il quartetto "BlackCat Manouche Quartet". Mauro Cimarra: nasce a Fabriano nel 1982. Si avvicina allo studio della batteria all’età di 15 anni per un breve periodo da autodidatta poi seguendo le lezioni del M° Giorgio Bartoloni alla scuola G.B. Pergolesi di Jesi. All’età di 21 anni si iscrive al corso di strumenti a percussione tenuto dal M° Domenico Fontana al conservatorio "Morlacchi" di Perugia e nel 2011 consegue il diploma dello stesso corso con votazione di 10/10. Parallelamente approfondisce e perfeziona il linguaggio della musica jazz studiando privatamente e frequentando seminari e workshop. Ha frequentato i seminari di: Arcevia Jazz, Fara Sabina, Siena Jazz, Tuscia Jazz. Durante i viaggi in U.S.A. ha potuto frequentare le lezioni tenute da: Hal Crook (Boston), Greg Hutchinson e Adam Nassbaum (New York). Ha suonato come batterista e percussionista per: i musical "Blues Mama Club" e "Tutti su per terra", per la compagnia "Orto Magico Musical" diretti da Giovanni Maria Lori; l'orchestra d’Armonia città di Terni, Corpi bandistici città di Fabriano, Norcia e Jesi, per lo spettacolo teatrale "Icaro" e "Prove tecniche di grande show" tenuti al Teatro Gentile di Fabriano ed in varie rassegne e festival tra i quali: Metronome Jazz Festival (Umbertide), Viterbo Jazz Up, Jazz on Boat (Viterbo), Zap Juice, Young Jazz in Town (Foligno), Vita Vita (Civitanova Marche), Note Sparse (Sassoferrato), Marche Jazz e Wine Montecarotto (2010, 2012, 2015, 2018), Pagine e Note (Fabriano), Poiesis (Fabriano), Jesi Jazz (2014 e 2016), Salso Meet The Beatles (2014), International jazz Day Roma (2014), Offida Jazz e Wine (2016 e 2017), Tolentino Jazz (2018), ed in vari jazz club su territorio nazionale. Nel 2013 registra due album di musica jazz: il primo "Mauro Gubbiotti trio" con composizioni originali dell’omonimo pianista edito per Groove Master edizioni; il secondo "A Shorter Moment" dello "Speak no evil trio", omaggio a Wayne Shorter, di cui è responsabile degli arrangiamenti e della realizzazione del disco insieme al chitarrista Giovanni Baleani. Nel 2015 registra insieme a Franceo Cerri, Lorenzo Scipioni, Stefano Coppari "One… Two… Three… Quartet!!!" edito dall’etichetta Ra.Ra Records. Nel 2016 registra con il Late Sense 4et l’album "Meetings…" in uscita nell’autunno del 2018 per l'etichetta Improvvisatore Involontario. Massimo Gerini: nasce a Camerino nel 1980. Inizia a cantare all’età di cinque anni grazie a suo padre musicista. A 14 anni prende parte al primo gruppo genere pop rock e da lì parte l’attività live che continua tutt’oggi. Attualmente suona nei "The Ladders" (The Beatles tribute), negli "Echo" (Rock 70’s) e nei "The Four Fellas" (Rock/Blues). Si esibisce anche da solista chitarra e voce e nel 2007 grazie ad un concorso vince una borsa di studio che gli permette di frequentare il CET di Mogol, dove si diploma interprete. Quasi contemporaneamente inizia gli studi con Loretta Martinez e frequenta il VMS di Milano, un percorso che lo porta poi ad insegnare tecnica vocale per la stessa licenza artistica VMS nella sede di Roma. Nel 2015 frequenta il Voice to Teach, percorso di specializzazione per insegnanti di canto e voce. Sempre nel 2015 si diploma alla University of West London in "Music performance and teaching". Nel 2018 viene accreditato dalla regione Marche per la mansione di insegnante in canto moderno. Tra i vari seminari e le masterclass frequentate ci sono: "Il canto moderno: Tecniche didattiche ed evidenze scientifiche", "Il canto Metal Estremo: Tecnica, Estetica, Fisiologia e Salvaguardia dei cantanti di Metal Estremo", "Inquadramento diagnostico e tecniche riabilitative nelle patologie della voce artistica", "Canto Corale Pop con Ciro Caravano". Attualmente insegna canto moderno per la Lizard in diverse sedi delle Marche. Laureato in tecnologie informatiche, svolge anche attività di tecnico del suono dopo aver ricevuto un attestato di qualifica di II livello dalla regione Marche nel 2011. Tra le collaborazioni più importanti ha cantato con Ian Paice, batterista dei Deep Purple. Antonino De Luca: nasce e cresce in Sicilia. Comincia a suonare grazie alla caparbietà e la passione di suo padre, che è stato il suo primo insegnante. Le sue lezioni lo hanno portato a suonare in alcuni gruppi folk con cui ha viaggiato anche in Francia e Russia. Poi ha iniziato a suonare anche il clarinetto con il M° Antonino Linci Gugliotta con cui ha imparato anche i primi rudimenti di improvvisazione, suonando anche nella banda del comune di Fiumedinisi. Nel 2006 ha conosciuto il M° Renzo Tomassetti (insegnante tra gli altri anche di Luciano Biondini), che gestisce da tanti anni una delle più importanti scuole di fisarmoniche esistenti e che gli ha permesso di studiare a livello professionale e approdare all’istituto pareggiato "G. B. Pergolesi" di Ancona, dove si è laureato al triennio di I livello di Fisarmonica Classica con il professor Alessandro Mugnoz. Contemporaneamente ha portato avanti gli studi jazz grazie all’incontro con Frank Marocco in occasione dell'evento "Fisarmoniche in Crociera", in cui ha avuto l’occasione di sostituirlo, diventato suo Maestro. Ha partecipato a tante masterclass sulla musica jazz con insegnanti come Luciano Biondini, Vince Abbracciante, Gabriele Mirabassi, Massimo Tagliata, Klaus Paier, Goran Alachki, Richard Galliano, Vincent Segal. Ha collaborato con la ditta di fisarmoniche Victoria in diverse edizioni del Frankfurt Musikmesse e anche in trasmissioni televisive per Rai International. Ha partecipato ad alcune importanti rassegne dedicate a Adamo Volpi, Bio Boccosi e Gorni Kramer e ha preso parte all’incisione dei dischi monografici dedicati a questi musicisti. Attualmente vive a Castelfidardo e ha appena concluso il biennio di II livello di Fisarmonica Classica al conservatorio "G. B. Pergolesi" di Fermo con il M° Riccardo Centazzo. Ha collaborato e suonato con molti grandi musicisti tra cui Vince Abbracciante, Luca Pecchia, Gabriele Pesaresi, Roberto Gazzani, Piero e Paolo Principi, Paolo Sorci, Ludovico Carmenati, Massimo Manzi, Javier Girotto, Franco Cerri, Giacomo Uncini, Ana e Carlos Maza, Naile Sosa, Luca Ciarla, Maurizio Perrone, Francesco Savoretti. Ha tenuto concerti in Germania, Stati Uniti, Canada, Olanda, Slovacchia, Francia, Israele, Inghilterra, Polonia, Corea del Sud, Cambogia, Thailandia, Cina, Cile, Sudafrica, Bahrain, Svizzera, Romania, Grecia, Bulgaria e attualmente fa parte del quartetto del violinista Luca Ciarla e del Familia Septeto di Carlos Maza che lo porteranno a suonare in diversi tour di concerti in tutto il mondo. E' attualmente docente di fisarmonica e fisarmonica jazz alla scuola civica "Paolo Soprani" di Castelfidardo e il 14 maggio 2017, giorno dei Patroni San Vittore e Corona, ha ricevuto la nomina di primo ambasciatore della fisarmonica e di Castelfidardo, nuova onorificenza del comune di Castelfidardo, dove è stato anche membro della giuria all’edizione 2018 del PIF (Premio Internazionale della Fisarmonica). E' uscita la sua prima pubblicazione, l’arrangiamento che gli permise di vincere nel 2013 la rassegna dedicata a Gorni Kramer, disponibile presso le edizioni Prendinota del maestro Filippo Moretti. Roberto Piermartire: cofondatore dell’orchestra filarmonica Marchigiana e della Marche Jazz Orchestra.  Allievo di Enrico Rava e di Terence Blanchard. Ha suonato/suona con: Orchestra Capolinea MI; Gianni Basso; Orchestra RAI Roma ; Paolo Belli; orchestra di Piazza Vittorio. Ha collaborato/collabora e ha inciso con: Bruno Tommaso;  Gianluigi Trovesi; Ramberto Ciammarughi; Marco Pierini; Avion Travel; Frankie Hi-Nrg mc; Sergio Cammariere; Fabrizio Bentivoglio; Sergio Rubini; Tony Servillo; Musica Nuda, Petra Magoni Ferruccio Spinetti.  
27
Ago
cinziaguidetti::notizie
44 letture - Share

Scott Hamilton & Alkalinie Trio Giovedì 27 agosto al Bargajazz Festival ancora un concerto di qualità con Scott Hamilton ospite dell'Alkaline Trio. Nato a Providence, Rhode Island, nel 1954, Hamilton è considerato il principale sassofonista mainstream di oggi, erede dei grandi del sax tenore come Ben Webster, Don Byas, Coleman Hawkins, Lester Young. Nei suoi assoli rielabora tutto il materiale della tradizione in modo sempre originale creando un’atmosfera unica in ogni brano interpretato. Insieme a lui l'Alkaline trio composto dal batterista Alessandro Fabbri da Alessandro Di Puccio al vibrafono e Alberto Marsico all'organo Hammond. Il concerto si terrà all'aperto e in piena sicurezza presso i Giardini di Villa Gherardi a Barga dalle ore 21:30. *** Il BargaJazz Festival 2020 proseguirà fino domenica 30 di agosto. Il 28 agosto ospite del festival il trio MELEZ con il batterista Jim Black la cantante di origine turca Cansu Tanrıkulu ed il pianista Elias Stemeseder mentre sabato 29 si esibirà il duo di Andy Sheppard e Rita Marcotulli. Domenica 30 doppio concerto con due solisti dell'orchestra di Bargajazz che presenteranno i loro progetti in piccolo gruppo: il chitarrista Angelo Lazzeri in trio con Daniele Mencarelli al basso e Paolo Corsi alla batteria, e il quartetto del pianista Stefano Onorati con il trombettista Fulvio Sigurtà, Gabriele Evangelista al contrabbasso e Alessandro Paternesi alla batteria. L'ingresso ai concerti prevede biglietti alla portata di tutti da 5 a 10 euro con un'importante promozione rivolta agli studenti delle scuole civiche di musica, dei licei musicali che avranno accesso ai concerti con un biglietto poco più che simbolico di 1 euro. Il programma completo è disponibile sul sito www.bargajazz.it, informazioni: info@bargajazz.it Prevendite su https://www.liveticket.it/bargajazz
26
Ago
animajazz::notizie
31 letture - Share

Michela Lombardi e la musica di Sting sul palco del Lucca Jazz Donna light giovedì 27 agosto 2020 al Real Collegio (Lucca) Ore 21, ingresso libero, mascherina obbligatoria “Shape Of My Heart – The Music Of Sting”: Michela Lombardi torna a Lucca Jazz Donna con il nuovo disco realizzato con il Piero Frassi Circles Trio per celebrare la gigantesca opera di Sting. Giovedì 27 agosto alle 21 al Real Collegio di Lucca a ingresso libero, saranno con lei sul palco Piero Frassi al pianoforte, Gabriele Evangelista al contrabbasso, Bernardo Guerra alla batteria. Si tratta di una rilettura jazz dei brani più noti di Sting, sia nei suoi dischi da solista che in quelli della fase in cui era in frontman dei Police: da “Wrapped Around Your Finger” a “Fragile”, da “Message In A Bottle” a “Fields Of Gold”. Il trio ci guiderà attraverso i maggiori successi di Sting, tra melodie familiari e arrangiamenti sorprendenti. Il disco è recentemente passato all’americana Radio Free Brooklyn in una puntata dedicata a importanti riletture jazz Police ed è stato recensito da All About Jazz definendolo un “nuovo standard”. Michela Lombardi (nella foto allegata di Silvia Malatesta) ha inciso due dischi con Phil Woods e due con Renato Sellani, Massimo Moriconi e Stefano Bagnoli, un disco che vede ospiti Don Byron e Steven Bernstein e molti con Nico Gori, miglior clarinettista italiano in ogni recente Jazzit Award e membro stabile della band di Stefano Bollani. L’immagine di quest’anno: scatto di Laura Casotti, fotografa ufficiale di Lucca Jazz Donna, elaborato graficamente da Ilaria Ferrari, art director della manifestazione. A dirigere il palco e presentare il festival Michela Panigada. Lucca Jazz Donna “light” chiude giovedì 10 settembre con Titta Nesti. Lucca Jazz Donna affronta l’anno del Covid 19 con una versione light nel cartellone di “Musica Estate” al Real Collegio di Lucca, aspettando la 16ma edizione della manifestazione nel 2021. Lucca Jazz Donna è il festival dedicato ai talenti jazz al femminile organizzato dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca, al Comune di Capannori, alla Provincia di Lucca, con il sostegno della Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca. Tutti i concerti sono a ingresso libero fino ad esaurimento posti e con obbligo di indossare la mascherina. L’accesso è da via della Cavallerizza. Per informazioni: www.luccajazzdonna.it, Fb, Insta, Twitter: @luccajazzdonna
25
Ago
animajazz::notizie
38 letture - Share

Nico Gori Modalità Trio al BargaJazz Festival Martedì 25 agosto un trio d'eccezione al Bargajazz Festival con Nico Gori al clarinetto e ai sax, Massimo Moriconi al contrabbasso ed Ellade Bandini alla batteria. Il concerto si terrà all'aperto e in piena sicurezza nella splendida cornice dei Giardini di Villa Gherardi dalle ore 21:30. Nico Gori, solista di punta dell'orchestra di BargaJazz, presenta il progetto “Modalità Trio” che propone un repertorio vario che spazia tra generi diversi e ha come caratteristiche principali l'interplay e il grande feeling. Questo trio ha già all’attivo tantissimi concerti, poiché esiste dal 2002, e ha partecipato a diverse rassegne e festival jazz in Italia, in particolar modo ha preso parte a varie edizioni di Umbria Jazz. Le sonorità del gruppo sono molteplici proprio come le esperienze musicali dei tre musicisti e compongono un caleidoscopio di colori grazie alla scelta accurata del repertorio e all'utilizzo di strumenti diversi per dar luogo ad atmosfere che si muovono tra i vari periodi della storia del jazz. *** Il BargaJazz Festival 2020 proseguirà fino al 30, il 27 agosto con Scott Hamilton e Alkaline Trio, il 28 agosto si esibirà il trio MELEZ con il batterista Jim Black e la cantante di origine turca Cansu Tanrıkulu, sabato 29 saranno ospiti del festival Andy Sheppard e Rita Marcotulli. Domenica 30 altri due solisti dell'orchestra di Bargajazz presenteranno i loro progetti in piccolo gruppo: Angelo Lazzeri in trio ed il quartetto di Stefano Onorati con il trombettista Fulvio Sigurtà. L'ingresso ai concerti prevede biglietti alla portata di tutti da 5 a 10 euro con un'importante promozione rivolta agli studenti delle scuole civiche di musica, dei licei musicali che avranno accesso ai concerti con un biglietto poco più che simbolico di 1 euro. Il programma completo è disponibile sul sito www.bargajazz.it, per informazioni e prenotazioni: info@bargajazz.it – Tel. 0583723860. Prevendite su https://www.liveticket.it/bargajazz
24
Ago
animajazz::notizie
36 letture - Share


In collaborazione con
ACCADEMIA D'ARTE
DI PISA
AnimaJazz”, e “Blues Fires” vanno in onda su Punto Radio, 91.6 Mhz e 91.1 Mhz e sono ascoltabili via web su www.puntoradio.fm negli orari:
ANIMAJAZZ”: il martedì dalle 20:30 alle 21:25;
BLUES FIRES” il venerdi dalle 20:30 alle 21:25;
Contatti: info@animajazz.eu
AnimaJazz Podcasts:
      15/09/2020: animajazz 936
      14/09/2020: blues fires 305
      08/09/2020: animajazz 935
      07/09/2020: blues fires 304
      01/09/2020: animajazz 934
      31/08/2020: blues fires 303
      25/08/2020: animajazz 933
      24/08/2020: blues fires 302
      18/08/2020: animajazz 932
      17/08/2020: blues fires 301
      11/08/2020: animajazz 931
      10/08/2020: blues fires 300
      04/08/2020: animajazz 930
      03/08/2020: blues fires 299
      28/07/2020: animajazz 929
      20/09/2009: Speciale 1  
Prossimi eventi musicali: